Come pulire il SOFFIONE della doccia se non puoi smontarlo?

1170
soffione-calcare

Dopo una giornata lunga, non c’è niente di meglio di una doccia rilassante. Ma proprio a causa del suo quotidiano utilizzo, non è raro che si formino sporco e calcare.

E la parte più difficile da pulire, senza ombra di dubbio, è il soffione, che non sempre si può smontare.

Perciò, vediamo insieme alcuni trucchetti semplici ed economici per pulire il soffione della doccia!

Metodo del sacchetto

Il primo trucchetto che vogliamo suggerirvi consiste nell’utilizzare un semplice sacchetto di plastica.

Potete tranquillamente scegliere i sacchetti che comunemente utilizzate per fare la spesa o per conservare gli alimenti nel freezer.

Il procedimento è molto semplice e basta che il sacchetto che sia abbastanza resistente e che abbia una grandezza tale da riuscire a coprire il soffione della vostra doccia.

Riempite, quindi, il sacchetto con l’aceto bianco; la quantità deve essere tale da ricoprire tutto il soffione, ma non da risultare troppo pesante e rompere il sacchetto.

Aggiungete, poi, due cucchiai di bicarbonato di sodio per un effetto più efficace. A questo punto, con molta cura, alzate il sacchetto e immergeteci il soffione.

Dopodiché legate il sacchetto di plastica fissandolo con un nodo. In alternativa, potete fissare il sacchetto anche con un nastro o con un elastico.

Lasciate, poi, il soffione in immersione per tutta la notte. Una volta rimosso, aprite l’acqua per qualche minuto.

La combinazione di aceto bianco e bicarbonato di sodio svolgerà una potentissima azione anticalcare.

Ogni residuo di sporco e calcare viene infatti eliminato e i forellini del soffione vengono finalmente liberati.

Video pulizia

Per facilitarvi nella pulizia del soffione, ecco un video con alcuni dei metodi più utili ed economici!

Succo di limone

Il metodo del sacchetto è efficace in caso di incrostazioni molto ostinate e in caso in cui i forellini del soffione siano totalmente otturati.

Nel caso in cui, invece, le incrostazioni di calcare e di sporco non siano così eccessive e coinvolgano solo la parte esterna del soffione, questo è il rimedio che fa per voi!

Vi basterà prendere un limone, tagliarlo a metà e ricavare il succo. Dopodiché, versate il succo così ottenuto in mezzo litro di acqua e immergete un vecchio spazzolino da denti nella soluzione.

Una volta che le sue setole si saranno imbevute, strofinatelo sul soffione in corrispondenza dei forellini. Grazie alle sue naturali proprietà, il succo di limone scioglierà i residui più esterni di calcare e sporco.

Applicare questo metodo con cadenza settimanale eviterà che il calcare si propaghi a tal punto da rendere inutilizzabile il soffione.

Metodo dello straccio

Se non riuscite ad applicare il metodo del sacchetto perché trovate difficoltà nel maneggiare il sacchetto o nel fare il nodo, ecco per voi un’ottima alternativa!

Prendete un qualsiasi straccio, immergetelo nell’aceto e, senza strizzarlo, applicatelo direttamente sulla superficie del soffione dove ci sono i forellini otturati.

Dopodiché servitevi di un elastico o, se riuscite, fate un nodo con lo straccio stesso. In alternativa, potete anche utilizzare la pellicola trasparente per alimenti e fare più giri.

Insomma, l’importante è che troviate un modo per mantenere lo straccio impregnato di aceto a contatto con la superficie del soffione.

A questo punto, ugualmente al metodo del sacchetto, lasciate agire per tutta la notte e il giorno dopo servitevi di uno spazzolino per eliminare le ultime tracce di calcare.

E voilà: il getto del vostro soffione tornerà più forte che mai!

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni di produzione per pulire al meglio il vostro soffione.

Per un bagno sempre pulito!

Se avete voglia di conoscere altri trucchetti per un bagno sempre pulito, ecco altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.