Come sbiancare i sanitari e le ceramiche del bagno

153003

Avere un bagno sempre pulito e splendente non è un’utopia. Ciononostante può essere molto difficile tenerlo come si vorrebbe.

Essendo uno degli ambienti domestici più frequentati dai membri della famiglia, il bagno è soggetto a sporco continuo, calcare, vapori, aloni e residui di saponi e bagnoschiuma.

Non a caso le ceramiche e i sanitari possono con il tempo perdere la loro lucentezza, rovinandosi. Anche la vasca, teatro di momenti di relax, può subire un deterioramento e ingiallire.

Ma sapevate che on i giusti metodi casalinghi e rimedi naturali è possibile sbiancare i sanitari e le ceramiche del bagno in modo semplice ed economico?

Vediamo subito come fare!

N.B. Ricordiamo di attenersi sempre alle indicazioni di produzione per la giusta pulizia di ceramiche e sanitari!

Bicarbonato e limone

Uno dei rimedi più semplici e veloci per sbiancare le ceramiche e i sanitari del bagno consiste nell’utilizzare il limone e il bicarbonato.

Questi due prodotti naturali hanno diversissime proprietà e si prestano a molteplici usi, sopratutto in termini di pulizia casalinga!

Per prima cosa, cospargete le superfici con il bicarbonato, che limita la proliferazione batterica e ravviva il bianco dei materiali.

Dopo aver spremuto il limone su una spugna morbida, passatela sulle superfici. Il limone ha proprietà antibatteriche e sgrassanti, rilasciando una piacevole fragranza fresca.

Lasciate agire per qualche minuto, poi risciacquate!

Detergente fai da te

Oltretutto è possibile realizzare un efficace detergente per il bagno fai da te, composto da ingredienti casalinghi che faranno risplendere le vostre ceramiche.

Ecco gli ingredienti:

  • 100 grammi di bicarbonato
  • 50 grammi di sapone di Marsiglia liquido
  • 20 gocce di tea tree oil
  • 10 gocce di olio essenziale di menta o anche limone

Questo mix ha mille qualità: il sapone di Marsiglia è uno sgrassante ecologico e molto efficace, combinato con le proprietà del limone e bicarbonato di cui vi abbiamo parlato poc’anzi.

In più c’è la presenza del tea tree oil, potente olio essenziale dalle proprietà antimicotiche e battericide.

Mescolando tutto gli ingredienti, otterrete un detergente da applicare su ceramiche e sanitari con una spugnetta, lasciate agire e risciacquate. Avrete pulito nel totale rispetto dell’ambiente.

Alcool

Per un’alternativa più veloce ma ecologica, potete servirvi dell’alcool denaturato.

Di facile reperibilità e molto economico, questo prodotto ci permette di disinfettare, detergere e profumare i sanitari in modo molto efficace, contrastando la formazione dei cattivi odori.

Se non ne amate l’odore, potete aggiungere qualche goccia del vostro olio essenziale preferito. Versate l’alcool puro in uno spruzzino e vaporizzate la soluzione sui sanitari.

L’utilizzo del contenitore spray ci aiuterà a raggiungere anche i punti più difficili. Servitevi di un panno umido per spargere la soluzione e lasciate asciugare.

Per le macchie del WC

Quando puliamo le ceramiche e i sanitari del bagno, dobbiamo fare i conti con le macchie del WC.

Antiestetiche e incrostate, queste macchie sono dovute soprattutto all’accumulo di calcare che si deposita all’interno del water, provocandone un ingiallimento e facendo apparire i sanitari vecchi e fatiscenti.

Come eliminare le macchie del WC in modo naturale? In realtà possiamo agire in modi diversi.

Sale

Il sale è un rimedio versatile da utilizzare in casa. Diminuisce la durezza dell’acqua e svolge un’azione abrasiva.

Combiniamolo con il bicarbonato, dall’azione sbiancante. Cospargiamo tutto il WC usando lo scopino per strofinare e distribuire il composto.

Lasciate riposare per una notte intera e, al mattino, risciacquate.

Acido citrico

Una validissima alternativa è utilizzare l’acido citrico per la pulizia del WC. Questo composto è ecologico e completamente biodegradabile.

Ha proprietà ammorbidenti ed è un anti-calcare naturale. Può essere combinato con un po’ di detersivo per piatti ecologico che contribuirà a sgrassare la superficie del water.

Prendete una tazza di acido citrico e inserite 10 ml di sapone per piatti, poco a poco fino a creare un composto, che applicherete sulle macchie e lascerete agire per qualche ora. Poi risciacquate.

Per la vasca

Come abbiamo accennato, con il tempo la vasca può rovinarsi e ingiallire, senza dimenticare che è soggetta ad abrasioni, in base anche all’uso che ne facciamo. Sembra opaca e sporca, nonostante i nostri sforzi.

Ma le soluzioni sono sempre a portata di mano. Fate un mix con 2 cucchiai di aceto bianco di vino, 1 cucchiaio di sapone liquido per i piatti e un po’ di succo di limone. Mescolate bene e distribuite.

Lasciate agire per qualche minuto, poi risciacquate accuratamente rimuovendo ogni residuo.

Piastrelle e fughe

Non dimentichiamoci che oltre le ceramiche e i sanitari del bagno, anche le piastrelle e le fughe vanno pulite in modo da tornare belle e brillanti come una volta!

Un metodo semplicissimo che vi aiuterà a pulire sia le fughe che le piastrelle in modo efficace consiste nell’usare l’aceto bianco.

A contatto con i vapori, sulle piastrelle restano spesso aloni e goccioline d’acqua. Poiché l’aceto è un potente anti-calcare, ci aiuterà a sgrassarle e a farle risplendere.

In un vaporizzatore, inserite 700 ml di acqua diluendo 300 ml di aceto bianco (o anche di mele) e spruzzate la soluzione. Lasciate agire il tutto per circa 20/30 minuti, poi risciacquate!

Avvertenze

Ricordiamo di seguire le indicazioni di produzione per pulire in modo corretto sanitari e ceramiche.

Non usate l’aceto su superfici come pietra naturale o marmo. Stesso discorso per l’acido citrico e il limone.

Come avere un bagno perfetto

Se amate avere un bagno perfetto, pulito e profumato, seguite i nostri consigli!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.