Vai al contenuto

Se fa troppo Caldo per stirare questa tecnica alternativa toglie le Pieghe dai Vestiti Senza il Ferro

Ada Legnante
stirare-senza-ferro

Stirare i vestiti può sembrare un compito noioso e scomodo, soprattutto se non si ha a disposizione un ferro da stiro o se non è molto comodo tirarlo fuori.

Tuttavia, esistono metodi alternativi per ottenere capi lisci e senza pieghe anche senza l’uso di un ferro tradizionale.

Ecco di seguito trucchi e tecniche per stirare senza un ferro da stiro, ma vi consiglio di usarli se i panni da stirare non sono numerosissimi, o potrebbe rivelarsi controproducente.

Infatti questi trucchetti sono perfetti per i momenti di emergenza, quando per esempio siete in vacanza e non avete accesso a un ferro da stiro, che resta sempre e comunque la scelta da prediligere per ottenere il risultato migliore.

Phon

Un metodo efficace per rimuovere le pieghe dai capi è utilizzare un phon, proprio lo stesso che utilizzate per asciugare i capelli.

Applicate aria calda direttamente sulle aree rugose e stirate il tessuto con le mani o con una spazzola per rimuovere le pieghe in maniera più efficace.

Assicuratevi di mantenere una distanza di sicurezza dal capo e di non utilizzare aria troppo calda per evitare di danneggiare i tessuti delicati.

Vapore

Un’altra soluzione è appendere i capi in un ambiente umido, come il bagno, mentre fate una doccia calda.

Il vapore generato dalla doccia aiuterà a distendere le pieghe dei vestiti. Successivamente, potete stendere i capi e tirarli delicatamente per aiutare a ridurre le pieghe rimanenti.

Pentolino

Un trucco della nonna, anche molto semplice da mettere in pratica, è scaldare un pentolino e passarlo poi sui capi da stirare.

La parte calda del pentolino si comporterà proprio come se fosse un ferro da stiro, aiutandovi a eliminare le pieghe in maniera efficace.

Fate molta attenzione a non scottarvi mentre utilizzate questa tecnica, mantenendo il pentolino dal manico e utilizzando dei guanti da cucina per evitare di ustionarvi.

Pressa a mano

Un’altra tecnica efficace è la cosiddetta “pressa a mano“. Si effettua bagnando un panno pulito con acqua tiepida e strizzandolo bene in modo che resti solo umido.

Posizionate il panno sul tessuto da stirare e applicate pressione con le mani, lisciandolo in modo da appianare le pieghe.

Ripetete questa operazione su tutte le aree rugose, finché le pieghe non si saranno attenuate e i vostri vestiti saranno perfettamente stirati.

Spruzzino

Questo è un rimedio da mettere in pratica durante il periodo in cui sono accesi i termosifoni in casa.

Consiste nello spruzzare qualche goccia di acqua tiepida sul capo stropicciato e poi posizionarlo su una gruccia vicino a un termosifone.

Il vapore che si genererà agirà eliminando le pieghe e rendendo i vostri capi subito più presentabili e pronti da indossare.

Carta di giornale

Se avete bisogno di stirare una camicia o una maglietta e non avete il ferro da stiro, utilizzate la carta di giornale.

Riempite il capo con carta da giornale o del tessuto sottile. Questo creerà una superficie più liscia e stenderà il tessuto, aiutando a ridurre le pieghe.

Una volta riempito il capo con la carta, potete stenderlo e lisciare le aree rugose con le mani.

Piegatura

Se non riuscite a eliminare tutte le pieghe, una soluzione temporanea è piegare accuratamente i capi in modo che le parti stropicciate siano appiattite.

In questo modo, le pieghe saranno meno evidenti una volta che andrete ad aprire i vostri capi, che risulteranno più presentabili.

Anche senza un ferro da stiro tradizionale, ci sono modi creativi per ottenere capi lisci e senza pieghe. Utilizzando strumenti come il phon, il vapore della doccia o un pentolino, potete sostituire temporaneamente lo strumento che vi manca, ottenendo comunque dei buoni risultati.

Ricordare di prestare attenzione alla temperatura per evitare di danneggiare i tessuti delicati e che queste soluzioni alternative sono da usare in situazioni di emergenza o quando non avete accesso a un ferro da stiro.

Ada Legnante
Ho una passione sfrenata per le parole e per tutto ciò che rende la nostra casa un posto migliore. Dopo aver iniziato il mio percorso accademico in Lettere Moderne all’Università di Napoli Federico II, mi sono lasciata affascinare dal mondo dell’editoria e della scrittura.
Condividi

COSA SCOPRIRAI