Come togliere i Segni e le Macchie dai Muri senza lasciare aloni?

611
macchie-muri

Prima o poi capita a tutte di notare delle macchie o dei segni sui muri per niente belle da vedere. Sembrano quasi conferire un aspetto diverso alla casa!

Purtroppo, infatti, basta una semplice distrazione e il danno è fatto. E tutto ciò che ci viene da pensare è che non si può far niente per rimuoverle!

Ma ciò non è vero! È possibile, infatti, provare alcuni ingredienti naturali in grado di rimuovere le macchie e i segni dai muri senza danneggiarli! Vediamo insieme quali sono!

Macchie di caffè, olio o altri alimentari

Queste macchie possono presentarsi nelle cucine di chi non ha piastrelle, in grado di proteggere il muro da “schizzi” di olio, caffè, ecc. Ma per fortuna, con un po’ di pazienza, è possibile rimuoverle! In caso, quindi, il vostro muro dovesse presentare macchie fresche di caffè o cioccolata, possiamo spargerci sopra del sale e tenerlo per circa un’oretta.

Dopodiché, rimuovete il sale con un panno umido. Il sale, infatti, ha un forte potere  assorbente naturale, in grado di rimuovere la macchia e lasciare la parete come nuova.

In caso, invece, di macchie di pomodoro o di sugo, il limone può venire in vostro soccorso: vi basterà, spremere il succo di un limone e passarlo con una spugnetta sulla macchia. Lasciate agire per circa un’ora. Poi, risciacquate con un po’ d’acqua tiepida.

Infine, per le macchie d’olio, il rimedio più efficace sembra essere la farina. Passate, quindi, la farina sulla macchia con le mani, senza sfregare e lasciatela riposare per mezzora. A questo punto, quando vedete che la farina si sarà impregnata di olio, rimuovetela con un panno asciutto.  Addio macchie!

Macchie da “arredamento”

Spesso, sui muri, è possibile notare delle macchie dovute al contatto con elementi di arredo, quali mobili, quadri, ecc.

In questo caso, quindi, vi consigliamo innanzitutto di valutare se la vostra parete è lavabile o meno. In caso lo sia, vi basterà sciogliere tre cucchiai di bicarbonato di sodio in un litro d’acqua e passare la miscela così ottenuta sulla parete, servendovi di una spugnetta.

Se, invece, la vostra parete non risulta lavabile, vi consigliamo di utilizzare comunque il bicarbonato di sodio, ma senza scioglierlo nell’acqua, perché se bagnate troppo il muro potrebbero formarsi aloni.

Inumiditelo solo con un po’ d’acqua fino ad ottenere un composto pastoso e applicatelo, poi, sulla macchia. Lasciate agire qualche minuto e poi rimuovete con un panno in cotone o lana.

Macchie di pennarelli o penne

Soprattutto nelle case dove ci sono bambini, è facile trovare macchie di pennarelli o penne sulle pareti. Sebbene possano sembrare irremovibili, in realtà è possibile eliminarle in maniera facile e veloce!

Tutto ciò che dovrete fare è sciogliere un po’ di sapone di Marsiglia in un litro d’acqua e passare il composto sulla macchia di inchiostro, servendovi di una spugnetta.

Potete anche sfregare delicatamente, avendo cura di non danneggiare il muro. Infine, risciacquate con acqua tiepida. E voilà: la macchia è totalmente scomparsa.

Segni di scarpe

Forse sono tra le macchie che più frequentemente ritroviamo in casa, sui muri: i segni di scarpe. E puntualmente ci chiediamo da dove sono uscite! Per rimuoverle, vi basterà utilizzare una gomma per cancellare, preferibilmente di colore bianco.

In questo caso, potete provare ad usare anche la gomma magica fai da te, realizzata semplicemente con la mollica del pane arrotolata! Prendete, quindi, la gomma e strofinatela sull’impronta della scarpa. Addio macchia!

Macchie di termosifone

Quante di voi hanno spesso notato degli aloni scuri sul muro sopra i termosifoni? Purtroppo, infatti, quando questi caloriferi vengono accesi, tendono, tramite il calore a riversare sui muri lo sporco che si accumula all’interno e dietro i termosifoni.

In questo caso, quindi, vi consigliamo di usare una spugnetta imbevuta di succo di limone, il quale scioglierà lo sporco e farà tornare la parete come nuova. Un’altra alternativa consiste nell’utilizzare, anche in questo caso, una gomma per cancellare e passarla sulla macchia.

Infine, vi consigliamo di prevenire la formazione di queste macchie, dedicandovi alla pulizia dei termosifoni almeno una volta la settimana.

Macchie di muffa

Infine, vediamo come rimuovere le macchie di muffa che solitamente ritroviamo nelle case più vecchie, nelle cantine o negli ambienti dove non c’è una buona circolazione dell’aria.

In questo caso, vi consigliamo di mescolare mezzo bicchiere di aceto in un litro d’acqua e di travasare la miscela così ottenuta in un vaporizzatore. Spruzzatela, quindi, sulla macchia e lasciate agire: l’aceto, grazie alle sue naturali proprietà, scioglierà la muffa e ridonerà alla parete la sua originale lucentezza.

In alternativa all’aceto, è possibile anche utilizzare il bicarbonato di sodio: vi basterà prenderne la quantità che vi serve e aggiungere un po’ di acqua a filo fino ad ottenere un composto pastoso. A questo punto, spalmate il composto sulla macchia e lasciate agire per un’oretta, prima di rimuoverlo.

Poiché la formazione di muffa è spesso dovuta agli alti livelli di umidità, vi consigliamo inoltre di posizionare un barattolo contenente sale negli angoli della stanza, il quale fungerà da deumidificatore fai da te!

N.B In caso di macchie di muffa nere e molto ostinate, vi consigliamo di consultare chi di competenza.

Avvertenze

Vi consigliamo di valutare sempre la tipologia di parete prima di procedere con i rimedi indicati. Inoltre, è consigliabile effettuare la prova in un’area nascosta così da essere certe di non danneggiare il muro.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.