Per togliere le Macchie d’olio sulla Tovaglia in poco tempo basta questo semplice Rimedio naturale

256
macchie-olio-tovaglie

Avete organizzato un pranzo a casa con la vostra famiglia ed ecco che uno schizzo di olio finisce sulla vostra tovaglia preferita.

Diciamocelo, queste macchie sono davvero il nostro incubo poiché temiamo sempre di non poterle più rimuovere e di dover, quindi, buttare la nostra tovaglia.

Ma non è per niente così! Sappiate, infatti, che è possibile rimuovere queste macchie ricorrendo a ingredienti naturali che sicuramente avrete in dispensa. Quindi…vediamo come fare!

In caso di macchia fresca

Ovviamente, le macchie di olio non sono tutte uguali. Può capitare, infatti, di accorgersi all’istante della macchia e provvedere subito alla sua rimozione, così come può capitare di accorgersene molto dopo quando oramai è già secca.

Ovviamente, vi ricordiamo che agire tempestivamente garantisce quasi sempre la rimozione totale della macchia. Perciò, vediamo prima come intervenire in caso di macchie “fresche” che si sono appena formate!

Bicarbonato

Il primo rimedio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare il bicarbonato, un ingrediente da dispensa che vanta molteplici proprietà, tra cui una forte funzione assorbente.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è cospargere la macchia fresca con un po’ di bicarbonato fino a ricoprirla totalmente, lasciare agire per un po’ e procedere poi con la rimozione del prodotto.

Dopodiché, bagnate la macchia con una soluzione di acqua e aceto e procedete al comune lavaggio: della macchia non ci sarà più traccia!

Borotalco

In alternativa al bicarbonato, anche il borotalco può venire in vostro soccorso! Questa polverina bianca che viene utilizzata solitamente per lenire le irritazioni della pelle, infatti, si rivela molto efficace per assorbire l’unto. Non a caso, viene utilizzato anche per lavare i capelli a secco, dal momento che assorbe l’eccesso di sebo.

Anche in questo caso bisogna procedere come visto già per il bicarbonato, ovvero vi basterà cospargere la macchia di borotalco, lasciare agire per un po’ e rimuovere, poi la polvere di talco. A questo punto, passate sulla macchia prima un po’ di aceto così da risciacquare e procedete, poi, con il lavaggio comune.

Amido di mais

Infine, ecco a voi un ultimo ingrediente in grado di assorbire l’unto: l’amido di mais.

Anche in questo caso, bisogna procedere come già visto sopra con il bicarbonato e il borotalco: ricoprite, quindi, la macchia ancora fresca con una manciata di amido di mais e lasciate agire per qualche minuto, in modo che l’olio venga assorbito dalla polvere.

Dopodiché, procedete con la rimozione dell’amido con una spazzola e con il risciacquo e il lavaggio della tovaglia. L’amido di mais, inoltre, è indicato anche per la pulizia dei tappeti!

Macchie secche

Una volta visto come assorbire subito la macchia fresca, vediamo invece cosa fare quando la macchia è ormai secca. Certo, a quel punto vi viene da pensare che non sia più possibile rimuoverla, ma sappiate che non è così! Ecco, quindi, come procedere!

Sapone di Marsiglia o sapone giallo

Se la vostra tovaglia dovesse presentare quell’alone di unto, vi raccomandiamo di utilizzare un prodotto in grado di sgrassare, quale il sapone di Marsiglia o il sapone giallo, i quali vantano proprietà pulenti e smacchianti. Vi ricordiamo, infatti, che sono una manna dal cielo per pre-trattare le macchie sui vostri capi!

Quindi, inumidite il panetto di sapone e passatelo direttamente sulla macchia, cercando di sfregare delicatamente. Dopodiché, servitevi di uno spazzolino per strofinare ulteriormente. Infine, non vi resta che risciacquare e procedere con il consueto lavaggio.

Se volete un rimedio più strong, potete anche utilizzare una goccia di detersivo per piatti, accertandovi, però, che sia sempre quello ecologico e non inquinante.

N.B Questo rimedio può essere applicato anche sulle macchie ancora fresche.

Bicarbonato e aceto

Dopo il sapone di Marsiglia, come potevamo non menzionare la combinazione di ceto e bicarbonato, noti proprio per le loro proprietà smacchianti e sgrassanti?

Coprite, quindi, l’alone con un composto a base di bicarbonato e aceto e lasciatelo in posa per circa 10 minuti. Dopodiché, strofinate e procedete con il lavaggio comune della tovaglia. Potete ripetere l’operazione anche più volte se la macchia non sembra andare via.

Alcol denaturato

Infine, vediamo un ultimo rimedio, il quale sebbene non sia propriamente naturale,  ha comunque un approccio ecologico, pertanto può essere utilizzato in questi casi. Parliamo dell’alcol denaturato, il quale ha una funzione sbiancante, smacchiante e pulente.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è versate due gocce di alcol denaturato sulla macchia d’olio e lasciare riposare per 10 minuti. Dopodiché, mettete in ammollo la tovaglia in una bacinella con acqua e qualche scaglia di sapone di Marsiglia per un’oretta: la macchia sarà completamente sparita.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.