Come togliere tutte le macchie dai vestiti solo con rimedi naturali ed economici

164
come-togliere-macchie-vestiti

Avete indossato la vostra maglia preferita ed ecco che vi ritrovate una macchia che sembra averla rovinata in maniera irrimediabile. Quante volte vi è capitato? Immagino spesso!

Che sia cioccolato, vino, olio o pomodoro, poco importa, in quanto tutto ciò che ci interessa è cercare di rimuoverla e recuperare il nostro capo!

Per questo, oggi vi proponiamo una guida per togliere ogni macchia dai vestiti utilizzando solo rimedi naturali e casalinghi! Vediamo insieme come fare!

Macchie di succhi di frutta

Partiamo dalle macchie di succhi di frutta, le quali tendono a presentarsi come aloni molto “colorati”. Rimuovere queste macchie non è impossibile, in quanto abbiamo questi trucchetti per voi!

Se le macchie sono fresche, vi basterà provare a tamponarle con dell’acqua gassata, in quanto l’ossigeno al suo interno creerà una reazione in grado di rimuovere la macchia.

In caso di macchia secca, invece, vi consigliamo di mettere in ammollo il capo in una bacinella contenente acqua e aceto! Se la macchia è ancora lì, poi, potete servirvi dell’alcol denaturato, il quale sebbene non sia propriamente naturale, ha un approccio totalmente ecologico.

Mescolate, quindi, 3 cucchiai di alcol denaturato e un cucchiaio di acqua, dopodiché immergete un panno nella soluzione così ottenuta e tamponatelo sulla macchia. Infine, assorbite con un panno pulito e procedete al lavaggio.

Macchie di olio

Forse rientrano tra le macchie più temute, quelle che ci fanno temere di dover buttare via il nostro capo, eppure non è così! Di cosa parliamo? Delle macchie di olio!

Se la macchia è fresca, potete utilizzare l’amido di mais, il quale ha una funzione assorbente tale da essere in grado di pulire anche a secco i tappeti! Cospargete, quindi, l’alone con l’amido di mais e lasciate agire per qualche minuto, in modo che l’olio venga assorbito dalla polvere. Poi, con una spazzola, eliminate i residui e proseguite con il lavaggio!

In caso di macchia secca, invece, potrebbe essere un po’ più difficile la sua rimozione, ma assolutamente non impossibile! Vi consigliamo, quindi, di versare sulla macchia un composto a base di bicarbonato e aceto e lasciarlo in posa per circa 10 minuti.

Dopodiché, procedete con il comune lavaggio a mano o in lavatrice. Potete ripetere l’operazione anche più volte se la macchia non sembra andare via.

Macchie di gelato

Forse sono macchie che ci ritroviamo più in estate, ma comunque molto temute sempre: le macchie di gelato. Ovviamente, la difficoltà nella rimozione varia anche in base alla tipologia di macchia.

In caso, per esempio, di macchie dovute al gelato alla frutta o ad alcune creme più chiare, potete versare sopra un po’ di acqua frizzante e tamponare la macchia con un fazzoletto se la macchia è fresca. Se, invece, è secca, sfregate il capo con il sapone di Marsiglia e risciacquate accuratamente.

In caso, invece, di macchia di gelato al cioccolato fresca, strofinatela subito con un po’ di sapone di Marsiglia e procedete, poi, con il lavaggio in lavatrice. Se, però, è vecchia e secca, spargetela con del sale grosso, poi immergete il capo in acqua precedentemente salata e strofinate con una spazzola. Infine, lavate il capo normalmente in lavatrice.

Macchie di vino

Non solo le tovaglie tendono a macchiarsi con il vino, ma anche i nostri capi quando per distrazione ci versiamo il calice addosso.  

Anche in questo caso, vi consigliamo di cospargere la macchia con del sale fino, aspettare qualche minuto e risciacquare con dell’acqua gasata. Il sale, infatti. è un ottimo alleato per la pulizia della casa, in quanto vanta proprietà abrasive in grado di rimuovere le macchie.

In caso, poi, di indumenti bianchi, potete anche utilizzare l’acqua ossigenata. Tamponate, quindi, la macchia con un batuffolo di cotone imbevuto nell’acqua ossigenata, dopodiché lasciate agire per qualche minuto.

Macchie di pomodoro

Per quanto sia buona la pappa al pomodoro, diciamocelo bisogna stare molto attenti quando la mangiamo perché potremmo trovarci schizzi su tutte le nostre magliette. Ma per fortuna, è possibile togliere queste tanto odiate macchie di pomodoro o di sugo!

In questo caso, vi consigliamo di agire tempestivamente per evitare che la macchia si fissi nel tessuto. Spruzzate, quindi, un po’ di acqua fredda direttamente sulla macchia e copritela con del bicarbonato, lasciandola agire per una ventina di minuti. Poi, procedete con il lavaggio.

In caso di capi bianchi, potete anche utilizzare una pasta al bicarbonato e acqua ossigenata. Mescolate, quindi, 200 grammi di bicarbonato e 100 ml di acqua ossigenata fino ad ottenere un composto pastoso, dopodiché applicatelo sulla macchia e lasciate agire per circa 10 minuti. Infine, risciacquate e procedete con il comune lavaggio.

N.B Ricordatevi di provare l’acqua ossigenata solo sui capi bianchi!

Macchie di caffè

Ma quanto è bello sorseggiare una tazza di caffè? Tantissimo! Un po’ meno bello, però, è ritrovarsi le macchie di caffè sui propri indumenti! Per fortuna, però, è possibile rimuoverla con i nostri trucchetti!

Se il caffè è appena colato, potete versare un po’ di acqua gassata e tamponare, poi, delicatamente. In caso, invece, di macchie più ostinate, massaggiate sulla macchia un composto fatto con bicarbonato e un po’ di sapone di Marsiglia liquido. Lasciate agire, spazzolate e infine procedete con il lavaggio.

Vi ricordiamo, infatti, che il sapone di Marsiglia è un ottimo pre-trattante sulle macchie e potete utilizzarlo anche per realizzare uno smacchia tutto!

Macchie d’erba

Queste macchie si presentano sotto forma di alone verde e spesso ci spaventano tanto perché temiamo di non poterle eliminare. Invece si può! Se le macchie di erba sono fresche, potete strofinare il sapone di Marsiglia sulla macchia e passare, poi, al comune lavaggio del capo.

Se, invece, le macchie sono “vecchie”, allora vi consigliamo di pretrattarle con qualche goccia di acqua ossigenata e acqua normale in parti uguali. Ricordatevi sempre, però, che è possibile utilizzare l’acqua ossigenata solo su capi bianchi! In caso di capi colorati, pretrattate queste macchie con aceto e acqua.

Macchie di sangue

Non sono belle da vedere ma, per fortuna, non difficili da rimuovere. Di cosa parliamo? Delle macchie di sangue! Anche in questo caso, vi consigliamo di eliminarle quando sono ancora fresche, senza aspettare che si secchino.

Se fresche, potete passare l’acqua fredda, così da non far fissare la macchia e procedere, poi, con il comune lavaggio. Se, invece, secche, potete pretrattarle con il sapone di Marsiglia e procedere a un ammollo in acqua fredda veloce.

Importante: meglio utilizzare sempre acqua molto fredda e non lasciare per troppo tempo in ammollo i vestiti, poiché la temperatura renderebbe le macchie impossibili da rimuovere, oltre al fatto che le farebbe “estendere”.

Macchie gialle di sudore

Infine, vediamo l’ultima tipologia di macchie: le macchie gialle dovute al sudore o al passare del tempo.  In questo caso, vi consigliamo di realizzare una pasta sbiancante, mescolando 60 gr di percarbonato con 40 ml di acqua calda e aggiungendo 30 grammi di detersivo bio per il bucato 140 grammi di bicarbonato.

Lasciate, quindi, riposare il composto per qualche minuto: noterete che si gonfierà. A questo punto, applicatelo sulla macchia con uno spazzolino. Lasciate agire, dopodiché, senza risciacquare, lavate il capo in lavatrice a 30°/40° gradi.

Altrettanto efficace è anche l’aceto, il quale è una manna dal cielo per favorire il bianco dei tessuti  e ravvivare il colore dei capi. Aggiungete, quindi, 1 cucchiaio di aceto bianco in una bacinella contenente acqua calda, dopodiché, immergete il vostro capo e e lasciatelo in ammollo per almeno 30 minuti.

Avvertenze

Questi sono metodi ecologici e naturali per rimuovere le macchie dai vestiti in modo economico ed efficace. Attenetevi, però, sempre alle indicazioni di lavaggio in modo da non rovinare il capo e provate questi rimedi prima in aree nascoste per accertarvi che non li danneggino.

Non utilizzate questi rimedi su camoscio o velluto in quanto potrebbero formarsi degli aloni.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.