Come togliere il Nero dagli angoli della doccia con il Metodo Naturale Senza Strofinare

415
togliere-nero-muffa-doccia

Quando parliamo di pulizie domestiche, c’è un aspetto dove tutti siamo d’accordo: la doccia richiede molta pazienza e a volte un po’ di fatica!

Il motivo dello sporco è dato dalla grande quantità di acqua che sprigioniamo e dai residui di prodotti di bellezza come shampoo, sapone o balsamo.

Una gran parte si insinua maggiormente negli angoli che, alla lunga depositano quel nero che è riconducibile alla muffa, dunque bisogna agire subito.

Oggi, quindi, scopriremo come togliere il nero dagli angoli della doccia senza strofinare!

Bicarbonato

Il bicarbonato aiuta sicuramente in casi del genere, la sua proprietà pulente, infatti è la ragione principale del suo uso diffuso nelle faccende domestiche.

Per usarlo, dovrete creare una pasta con bicarbonato e acqua a filo, dovrà raggiungere la consistenza di un gel.

Posizionatelo poi negli angoli della doccia interessati e lasciate agire per almeno un’ora, dopodiché rimuovete lo sporco ammorbidito con uno spazzolino da denti senza strofinare.

Risciacquate per bene e asciugate con i panni in microfibra.

Aceto

Anche l’aceto può essere ottimo per togliere il nero dagli angoli della doccia!

Quest’ingrediente, infatti, ha un’azione sgrassante molto efficace ed è un’ottima scelta in questo caso.

N.B. Ricordate di non poter usare questo metodo se avete le piastrelle della doccia in marmo o pietra naturale.

Prendete dei dischi di cotone oppure dei batuffoli d’ovatta e imbeveteli con l’aceto bianco, dopodiché posizionateli sullo sporco e fate agire per qualche ora.

Successivamente rimuovete sempre con lo stesso disco tutto lo sporco, vedrete che verrà via facilmente!

Acido Citrico

Per sgrassare, l’acido citrico è molto indicato, non a caso si utilizza per diversi lavaggi in bagno.

Dovrete creare una miscela con 150 grammi di acido citrico sciolto in un litro d’acqua calda. Versate la soluzione in un vaporizzatore e spruzzatela abbondantemente sullo sporco.

Lasciate agire poi per un po’ di tempo e successivamente rimuovete il tutto con l’aiuto di uno spazzolino o di un cotton fioc, sempre senza strofinare.

Sapone di Marsiglia

Il Sapone di Marsiglia ha un’azione delicata ed ha un ottimo profumo, per cui potrebbe essere la scelta migliore!

Create un composto con 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido o a scaglie sciolte a bagnomaria e 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio. Mescolate fino ad ottenere un composto denso e un po’ spumoso.

Mettetelo poi sullo sporco degli angoli interessati e lasciate agire per qualche ora.

Dopodiché aiutatevi con uno spazzolino per rimuovere definitivamente le macchie e asciugate.

Acqua ossigenata

L’acqua ossigenata fa parte dei vecchi rimedi della nonna ed è anche il metodo più diffuso e usato quando ci sono queste macchie molto ostinate.

Inoltre è una soluzione estremamente efficace, in modo particolare quando è presente delle muffa anche sui muri o in altre zone.

Tutto quello che dovrete fare è semplicemente mettere l’acqua ossigenata su un batuffolo di ovatta o su un disco di cotone.

Posizionateli poi sulle zone interessate e fate passare diverse ore, dopodiché rimuovete i batuffoli o il disco tirando via anche lo sporco.

Se quest’ultimo persiste, aiutatevi passando delicatamente con un cotton fioc o uno spazzolino da denti.

Avvertenze

In casi di macchie particolarmente ostinate, sarebbe consigliabile sentire il parere di un esperto. Ricordate che questo tipo di sporco non deve essere mai strofinato, ma solo tamponato.