Forse non sapevi che basta l’Acqua Ossigenata per avere la Lavatrice come Nuova

111
acqua-ossigenata-usi-in-lavatrice

Sebbene non sia un ingrediente propriamente naturale, vanta comunque un approccio ecologico e può, quindi, essere utilizzato in casa per risolvere alcuni problemi. Di cosa parliamo? Dell’acqua ossigenata! 

La sua funzione sbiancante, pulente e anti-muffa, infatti, è nota a partire dalle nostre nonne. E perché non sfruttare queste proprietà in lavatrice spesso soggetta a sporco e cattivi odori?

Oggi, quindi, vedremo insieme come usare l’acqua ossigenata in lavatrice per pulirla e renderla come nuova!

Prima di iniziare

Prima di vedere insieme i trucchetti da provare in lavatrice con l’acqua ossigenata, è bene ricordare di utilizzare sempre quella a concentrazioni basse, ovvero a 10 volumi o massimo 12, in quanto non è tossica.

A concentrazioni più elevate, infatti, l’acqua ossigenata ha un alto livello di irritabilità e tossicità soprattutto se ingerita. Perciò, comprate sempre l’acqua ossigenata diluita al 3% o al 3,6%. Ora passiamo a vedere a cosa serve!

Per eliminare i cattivi odori

Innanzitutto, l’acqua ossigenata può essere utilizzata in lavatrice per eliminare i cattivi odori che spesso troviamo in questo elettrodomestico a causa dell’accumulo di sporco, dei residui di detersivo e dell’eccesso di umidità.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è aggiungere una tazza di acqua ossigenata nel cestello della lavatrice e avviare, poi, un ciclo di lavaggio a vuoto a 60 gradi. Vi ricordiamo di impostare sempre una temperatura superiore ai 40°, in quanto sono necessarie temperature alte per liberare l’ossigeno e rendere questo prodotto pulente e disinfettante.

Terminato il ciclo di lavaggio, noterete che l’acqua ossigenata sarà stata in grado di pulire e igienizzare a fondo le componenti interne, come il cestello e i tubi!

N.B Per mantenere la vostra lavatrice sempre pulita, vi consigliamo di ripetere questa operazione almeno una volta al mese.

Per contrastare la formazione di muffa

La lavatrice, purtroppo, è soggetta anche alla formazione della muffa che tende a depositarsi soprattutto sulla guarnizione o nella vaschetta del detersivo. Per questo, vi consigliamo di ricorrere all’acqua ossigenata, la quale è in grado di rimuovere la muffa anche dalle pareti!

In caso, quindi, di macchie di muffa sulla guarnizione, potete mescolare il sale grosso e il bicarbonato in parti uguali e aggiungere, a poco a poco, l’acqua ossigenata fino a creare un composto cremoso. A questo punto, applicatelo sulla guarnizione e strofinate con uno spazzolino da denti. Lasciate agire per un po’, dopodiché risciacquate con un panno imbevuto in sola acqua.

Se le macchie di muffa, invece, sono presenti nella vaschetta del detersivo, allora potete passare un panno imbevuto di acqua ossigenata e qualche goccia di limone per rendere più efficace il rimedio: la muffa sarà solo un brutto ricordo! Questo prodotto, infatti, sprigiona ossigeno e riesce, quindi, a contrastare la diffusione di batteri e muffe!

N.B Nel caso in cui le macchie di muffa siano ostinate e non vadano via con i rimedi naturali, contattate chi di competenza. Ricordatevi di procedere con la pulizia di queste componenti solo dopo aver spento l’elettrodomestico.

Per sbiancare il bucato

Con il passare del tempo, i nostri capi potrebbero ingiallirsi e perdere tutto il loro candore iniziale. E quale ingrediente migliore dell’acqua ossigenata, nota proprio per la sua funzione sbiancante?

Vi basterà, quindi, aggiungere 1 cucchiaio di acqua ossigenata in mezzo bicchiere di acqua e versare la soluzione così ottenuta nel cestello della lavatrice prima di mettere gli indumenti. A questo punto, aggiungete, poi, il sapone di Marsiglia nella vaschetta e avviate il ciclo di lavaggio.

Non solo i vostri capi saranno bianchi come la neve, ma saranno anche deodorati, in quanto l’acqua ossigenata sarà in grado anche di rimuovere quella puzza di umidità che spesso si deposita sui vestiti nel periodo invernale. Se volete, poi, pretrattare delle macchie sui vostri capi, allora dovrete semplicemente spargere un po’ di prodotto sulla zona interessata, strofinare in maniera molto delicata con un panno e mettere, poi, il capo in lavatrice.

N.B Vi consigliamo di non esagerare con le quantità e con l’utilizzo dell’acqua ossigenata e di utilizzare questo rimedio solo su capi bianchi.

Mai più calcare

Infine, vediamo come utilizzare l’acqua ossigenata per rimuovere il calcare che spesso si forma in lavatrice a causa del continuo contatto con l’acqua.

In questo caso, quindi, vi consigliamo di procedere come già visto sopra, ovvero effettuando un lavaggio a vuoto aggiungendo 1 tazza di prodotto nel cestello e impostando una temperatura di 60 gradi. Addio calcare dal vostro elettrodomestico!

Avvertenze

Vi raccomandiamo di utilizzare sempre l’acqua ossigenata a volumi bassi e leggere le etichette di lavaggio.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.