Crescione

200
crescione erba

Il crescione (Lepidium Sativum) è un termine che sta ad indicare un gruppo di erbe aromatiche dal sapore acidulo e piccante appartenente alle Crucifere, impiegate soprattutto in cucina. La varietà più comune e conosciuta è il crescione d’acqua che cresce spontaneamente lungo i ruscelli e i corsi d’acqua.

Altre varietà del crescione è quello d’orto o inglese. anch’esso commestibile e fresco. Quali sono le caratteristiche del crescione? Quali sono le proprietà benefiche dell’erba? Come sceglierla e soprattutto quali e quanti usi ha in cucina? Scopriamolo insieme.

Caratteristiche del crescione

Il crescione è una pianta perenne caratterizzata da una crescita molto rapida (solo 24 ore) tanto da essere considerata l’erba di controllo della fertilità di un terreno. Si presenta con foglie di forma ovale,di consistenza cerosa, di colore verde brillante con fiori bianchi che sbocciano in estate.

Il crescione viene raccolto nel periodo della sua completa fioritura (da maggio a luglio) ed è considerata sia un’erba aromatica che una pianta medicinale.

Tipologie di crescione

Le piante erbacee definite con il termine crescione sono principalmente 3:

  • crescione d’acqua (o agretto): con foglie verdi dal sapore amarognolo e leggermente piccante che si consuma solo fresco
  • crescione d’orto (inglese o comune): con foglie glabre e fiori bianco-rosa a grappolo che può essere raccolto anche in inverno
  • crescione dei prati: con foglioline semiglabre ottime per insalata

Anche le foglie di crescione d’acqua sono ottime per insalate e verdure se fresche, grazie alle proprietà benefiche. L’importante è consumarle in quantità limitata (soprattutto per chi soffre di alcune patologie che vedremo successivamente).

Proprietà benefiche del crescione

Il crescione è un’erba aromatica nota per le sue proprietà benefiche e terapeutiche. Già gli antichi conoscevano la pianta per i suoi straordinari effetti positivi. I Romani gli attribuivano un effetto afrodisiaco, i Persiani sostenevano che aiutasse la crescita dei bambini mentre nel Medioevo era conosciuto come l’erba della salute del corpo.

Il crescione è ricco di:

  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Vitamina PP
  • minerali (ferro, manganese, rame, zinco, fosforo, iodio e calcio)
  • acido folico

Grazie alle vitamine e minerali, il crescione è anche considerato un antibiotico naturale usato per problemi polmonari e per sciogliere il catarro. La pianta perenne non ha solo questi benefici, ma è efficace anche per altri effetti positivi su corpo e organismo:

  • ha potere disintossicante (da fumo e smog)
  • ha proprietà digestive
  • ha proprietà diuretiche
  • combatte la ritenzione idrica
  • combatte l’ipertensione
  • è un antiossidante naturale
  • aiuta la salute delle ossa
  • ha proprietà depurative a livello intestinale e renale
  • aiuta l‘anemia microcitica ipocromica (ovvero una particolare anemia caratterizzata da globuli rossi pallidi e piccoli)

Proprietà cosmetiche del crescione

Il potere terapeutico e medicale del crescione abbiamo visto essere conosciuto sin dai tempi antichi, dove addirittura era usato per combattere lo scorbuto, per proteggere le gengive sanguinanti e per completare il fabbisogno alimentare nei bambini,

In pochi però conoscono anche usi efficaci del crescione in cosmetica per il benessere e la salute del corpo. In caso di pelli impure e grasse il crescione funge da ottimo detergente per una profonda e completa pulizia della cute.

Effetti collaterali del crescione

Il crescione pur contenendo vitamine e sali minerali ottimi per la salute, è un’erba aromatica che non deve essere consumata i grandi quantità e solamente da coloro che godono di buona salute, Perchè? Il crescione è controindicato in coloro che sono affetti o soffrono di recidive infiammazioni alle vie urinarie.

Prima di consumarlo chiedere il parere a nutrizionisti o specialisti del settore.

Come scegliere il crescione?

Il crescione fresco e buono deve avere le foglie di un bel verde brillante e dall’odore caratteristico, forte e inebriante. Non bisogna consumare erba che presenta foglie ingiallite dall’odore di muffa o smorzato. Se non siete pratici di crescione chiedere consigli agli addetti ai lavori.

Come conservare il crescione?

La conservazione delle spezie e delle erbe aromatiche, come anche le verdure, sono da sempre oggetto di dibattiti culinari. Il crescione è di facile mantenimento, basta metterlo in frigorifero con i gambi immersi in un bicchiere d’acqua (un po’ come si fa con gli asparagi) e conservarlo per un massimo di 12 ore (altrimenti perde le sue caratteristiche organolettiche e le sostanze nutritive. Leggi come mantenere fresca frutta e verdura.

Usi in cucina del crescione

Il crescione va consumato fresco com’è, ovvero basta semplicemente sciacquarlo senza cuocerlo per evitare di fargli perdere le sostanze nutritive. In cucina viene impiegato soprattutto come erba aromatica grazie al suo sapore molto forte e pungente e impiegato in:

  • insalate
  • zuppe
  • salse per formaggi
  • antipasti
  • minestre (in questo caso si usano anche i gambi)

Torta di formaggio e crescione

Se amate le torte rustiche dal sapore intenso, ecco la ricetta che fa per voi: la torta di formaggio e crescione. Il sapore inconfondibile del formaggio e l’aroma pungente dato dal crescione inebrieranno la vostra tavola di un’esperienza culinaria unica. I commensali apprezzeranno e vi chiederanno la ricetta! Ecco cosa vi occorre:

  • 250 gr di pasta di pane pronta
  • 100 gr di formaggio Leerdammer o altro a piacimento
  • panna fresca da cucina
  • 1 uovo
  • 75 gr di ricotta di bufala (o anche di mucca)
  • 1 cipollotto
  • un mazzetto di crescione
  • sale e pepe q.b

Preparazione

Prima di amalgamare gli ingredienti, vi consigliamo di accendere il forno a 180° e infornare una teglia (precedentemente imburrata) foderata con la pasta di pane. Fate cuocere per circa 10-15 minuti. Nel frattempo sbattete in un recipiente l’uovo, il formaggio grattugiato e i cipollotti affettati.

A questo punto amalgamate il composto ottenuto a panna, ricotta e foglie di crescione. Insaporite con sale e pepe e versate il tutto nella teglia per circa 30-40 minuti. A cottura ultimata sfornate e lasciate intiepidire. A questo punto ornate con altre foglioline fresche di crescione.