Croste nel naso: cause e rimedi

1128
croste nel naso

All’interno delle narici del naso, a volte capita che si formino delle crosticine di mucosa o di sangue, molto fastidiose e dolorose soprattutto quando soffiamo o semplicemente tocchiamo il naso. Quasi sempre però tendiamo a non dare molto peso al problema, e semplicemente lasciamo che con il tempo queste crosticine spariscano.

Ma ci siamo mai chiesti quali siano le effettive cause della comparsa di croste nel naso? In realtà non c’è assolutamente motivo di allarmarsi, poiché non siamo di fronte ad una malattia, né tanto meno ad una condizione patologica o ad un grave problema alle cavità nasali.

Le croste nasali infatti, altro non sono che un evidente sintomo di eccessiva secchezza della mucosa, determinata da diversi fattori come ad esempio: ambienti dal clima troppo secco e con livelli di umidità bassissimi, o semplicemente si manifesta in seguito ad un forte raffreddore, oppure in casi più seri può essere dovuta ad una rinite.

Insomma le cause della formazione di croste nasali sono diverse, ma fortunatamente sono doversi anche i rimedi e le soluzioni a questo piccolo ma fastidioso problema.

Vediamo quindi nel dettaglio, quali sono le cause delle croste nel naso e soprattutto i possibili rimedi per eliminarle o evitare che si formino.  

Croste nel naso: perché si formano?

Le croste nasali si formano sulla cute all’interno delle narici, in seguito ad una secchezza della mucosa nasale eccessiva, che genera a sua volta un’incrostazione. Queste crosticine, creano di conseguenza diversi fastidi ed inconvenienti a seconda dei casi.

Infatti, anche se non si tratta di una patologia o di una condizione grave, inevitabilmente le croste nasali, che sono solitamente formate da mucosa ma a volte anche da sangue, vanno ad incrementare la secchezza delle membrane nasali e possono causare emorragie, o in casi più gravi, delle piaghe da epitassi.

Ma quali sono le cause della formazione di queste piccole, ma fastidiose e talvolta dolorose, croste nasali? Le cause sono varie, e dipendono da molti fattori, come ad esempio: 

  • clima troppo secco
  • aria condizionata
  • riscaldamento eccessivo
  • inquinamento 
  • fumo
  • polvere
  • rinite secca
  • forte raffreddore
  • reazione allergiche
  • menopausa: periodo di cambiamento del corpo delle donne, in cui anche le mucose nasali tendono a modificarsi e a subire un disseccamento naturale.
  • uso prolungato ed eccessivo di farmaci per la decongestione nasale, che può causare rinite secca

Cos’è la rinite?

Una delle cause più importanti e serie, della formazione di croste nasali, è sicuramente la rinite, in particolare la rinite cronica secca. La rinite nasale, chiamata anche coriza o congestione nasale, è in pratica una forte infiammazione o irritazione della mucosa nasale, che può essere di natura infettiva, allergica, vasomotoria o irritante.

È causata in genere da fattori allergici, non allergici, ormonali, infezioni o altro.  

La rinite solitamente è accompagnata da sintomi come la rinorrea, ossia da un’eccessiva secrezione di muco, per cui il naso cola in continuazione, oppure si hanno continui starnuti o porta ad avere il naso sempre chiuso.

Altri sintomi tipici di una rinite sono: cefalea, percezione alterata del gusto dei cibi, lacrimazione, congiuntivite, croste nasali, russamento, malessere dentro e intorno al naso. 

Inoltre la rinite può perdurare nel tempo o avere una durata limitata, infatti possiamo avere una rinite acuta o cronica a seconda dei casi e della natura di tale patologia.

Alla base della formazione di croste nasali e di secchezza della mucosa all’interno del naso, c’è senza dubbio una rinite cronica secca, di natura vasomotoria. Con questo tipo di rinite, infatti, il processo infiammatorio parte da una dilatazione eccessiva dei vasi sanguigni (vasodilatazione) della mucosa nasale, e da un accumulo nelle cavità nasali di grosse quantità di sangue e di fluidi.

Croste nel naso: consigli e rimedi

Quando vediamo che nel nostro naso si stanno creando delle croste nasali, o percepiamo una secchezza delle vie respiratorie e della mucosa nasale, il consiglio è quello di agire immediatamente, correndo ai ripari con piccoli accorgimenti e con l’aiuto di rimedi efficaci.

Per ripristinare la corretta funzionalità delle membrane nasali e delle vie respiratorie, bisogna innanzitutto evitare quei fattori ambientali sopra citati, che determinano la secchezza della mucosa e quindi la formazione di croste. Quindi sarebbe meglio evitare: l’uso di aria condizionata, stare in ambienti con eccessivo riscaldamento, evitare il fumo sia in maniera attiva che passiva, evitare ambienti pieni di polvere etc.

Esistono poi diversi rimedi che possono aiutare a contrastare la secchezza della mucosa nasale e di conseguenza la comparsa di croste nasali. Ecco quindi alcuni dei migliori rimedi per prevenire e contrastare le croste nel naso: 

  • frequenti risciacqui delle fosse nasali con acqua fisiologica
  • applicare creme nasali 
  • prodotti specifici a base di cloruro di sodio (sale da cucina, o meglio ancora sale estratto dal Mar Morto) e concentrazione fisiologica. 
  • assumere magnesio, calcio e potassio
  • suffumigi, a base di eucalipto e bicarbonato di sodio, per liberare le vie respiratorie
  • applicare gocce di olio di sesamo, direttamente sulle narici.
  • bere tisane con zenzero e limone
  • bere tisane alla menta 
  • mangiare brodo di verdure 
Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.