Dieta iposodica

16

Con il termine dieta indichiamo un regime alimentare restrittivo che ci faccia perdere peso. In verità parlare di dieta significa sì, dimagrire ma, anche avere cura della propria salute. Quando si verificano determinati problemi fisici, o particolari patologie, come il gonfiore alle gambe o complicazioni inerenti la pressione arteriosa e quindi l’ipertensione, la prima cosa da fare è adottare una dieta iposodica, ossia priva di sale.

Questa definizione non è propriamente esatta, in quanto il sale deve essere ridotto al minimo nei nostri condimenti, ma al contempo esistono diversi tipi di cibi che dovrebbero essere eliminati dall’alimentazione.

Per esempio quando decidi di fare una dieta iposodica, i cibi in scatola non vanno bene, devi preferire sempre alimenti freschi da lavare e condire nel momento in cui devono essere consumati. Lo stesso vale per cibi sotto sale, e tutte quelle categorie di alimenti nutritivi particolarmente ricchi di sodio.

Il sale è utilizzato come condimento atto a insaporire gli alimenti, l’idea di mangiare senza sale, può spaventare all’inizio, il segreto è imparare a gestire le numerose spezie che per fortuna esistono in ambito culinario. Ricordiamo per esempio l’origano, il timo e il peperoncino rosso, che sono dei profumi particolari della cucina, grazie ai quali potete imparare benissimo a gustarvi le vostre pietanza senza sale. Con il tempo il vostro palato si abituerà a questi nuovi sapori.

Oltre agli alimenti sopra citati anche il pane e generalmente tutti i prodotti da forno andrebbero eliminati, allo stesso modo anche la pasta se pensate all’acqua di cottura contenente sale; inoltre perfino i cereali per il loro contenuto di sodio.

Seguire una dieta iposodica non indica necessariamente un’alimentazione completamente priva di sale, dipende sempre dai diversi casi e dalle differenti condizioni per cui è richiesta una dieta iposodica. Se il vostro problema è perdere peso, il sale sappiamo che causa ritenzione idrica, quindi va sicuramente ridotto così come i cibi sopra citati. Invece quando il problema è più serio, quando esiste un grave pericolo per la tua salute, legato per esempio alla pressione alta o patologie altrettanto gravose, la dieta iposodica deve essere seguita alla lettera, eliminando il sale completamente.

Ovviamente quando si parla di questo genere di complicazioni legate alla salute, è sempre obbligatorio parlare con il proprio medico curante e un dietologo di fiducia. Entrambi sapranno indicarvi la giusta dieta povera di sodio studiata per il vostro singolo caso specifico.