Gerani in vaso: ecco come averli sempre belli!

39124
gerani-giardino

Colori sgargianti e profumo delicato: i gerani sono una delle piante più amate da chi vuole decorare un giardino o un balcone.

La loro fioritura dura a lungo, sono resistenti, hanno bisogno di poca cura. Inoltre, i gerani sono repellenti naturali contro le zanzare: un motivo in più per scegliere questa pianta!

Capita, però, che la nostra pianta di gerani non voglia sbocciare o che le sue foglie siano ingiallite: si tratta di sintomi del fatto che non stiamo adottando i comportamenti giusti.

Vediamo insieme quali sono i segreti per una pianta sana e per una fioritura perfetta!

Luce

I gerani hanno bisogno di tanta luce, soprattutto se volete che fioriscano! Perciò esponeteli alla luce, se potete verso sud o sud-est.

La temperatura ottimale per la pianta è tra i 15 e i 25 gradi. I gerani odiano il freddo e il vento: perciò, in inverno, è importante tenerli al riparo, mettendoli in un punto luminoso ma poco ventoso del nostro giardino o del nostro balcone.

Se le temperature sono molto rigide, potete coprire i gerani con un telo in nylon.

Acqua

Innaffiate spesso, soprattutto in estate!
I gerani hanno bisogno di molta acqua: il terreno deve essere sempre umido. Perciò, con le alte temperature, innaffiate una o più volte al giorno.

Con il freddo, invece, innaffiate solo una volta ogni tanto, stando attenti che il terreno non secchi.

A volte l’acqua che normalmente utilizziamo può essere poco adatta ai gerani perché presentano un troppo alto contenuto di calcio.

Potete risolvere, lasciando l’acqua nell’annaffiatoio per una notte insieme a un po’ di torba sul fondo che darà all’acqua un pH ottimale per la nostra pianta.

Attenzione: quando innaffiate, non create ristagni d’acqua, altrimenti le radici potrebbero marcire. Inoltre, evitate di bagnare le foglioline che, se umide, possono sviluppare funghi o muffe.

Vasi

Uno dei segreti per una pianta sana è anche il vaso in cui andiamo a piantarla.
Per i gerani vanno bene vasi di ogni forma, bisogna fare attenzione solo alle dimensioni.

L’ideale è un vaso di almeno 20 cm di diametro e almeno 15/20 cm di profondità: sono queste le dimensioni migliori per permettere alle radici della pianta di crescere in libertà.

Se la pianta di gerani è, però, molto grande, scegliete vasi più ampi, fino a 40 cm di diametro.

Sul fondo del vaso potete stendere della ghiaia che, oltre a costituire un strato drenante, darà peso evitando che il vento possa ribaltare la pianta.

Terreno

I gerani amano i terreni un po’ acidi.
Pur avendo radici forti, che si adattano a ogni tipo di terriccio, la pianta cresce meglio in terreni leggeri e porosi, ricchi di argilla e torba: nei vivai troverete terricci adatti per i vostri gerani.

La pianta va normalmente rinvasata, con nuovo terriccio fresco, a fine inverno o inizio primavera.

Prima di ripiantarle, pulite le radici dal terriccio vecchio.

Concime

Non dimenticate di concimare la vostra pianta!

Il periodo migliore è quello della fioritura, quindi dalla primavera fino ad autunno inoltrato e i concimi più adatti sono quelli a base di azoto, fosforo e potassio.

Un concime fai da te sono i fondi di caffè: ne basteranno due, fatti seccare al sole, per regalare alla nostra pianta un importante nutrimento!

Nei periodi più caldi, se volete una fioritura abbondante, potete concimare la pianta anche ogni 15 giorni. Sempre con moderazione!

Pulizia

Nella pulizia dei gerani dovete prestare un po’ di attenzione, in particolare nell’eliminazione dei fiori e delle foglie secche.

Perché nascano fiori e foglie nuove dovete infatti eliminare le vecchie servendovi di forbicine: prima di usarle, ricordate però di disinfettarle con alcol per evitare alla pianta rischi di infezione.

Malattie e parassiti

Come molte piante, anche i gerani attirano parassiti che possono danneggiarli e portarli alla morte.

Se le foglie appaiono ingiallite e la superficie della pianta sembra appiccicosa, la colpa può essere degli afidi o degli acari.

In tal caso potete combatterli con un rimedio naturale a base di sapone di Marsiglia oppure mettendo qualche goccia di olio essenziale di cannella nell’acqua per l’innaffiatura.

Uno dei pericoli maggiori per i gerani è, però, la licenide dei gerani, detta anche farfalla dei gerani: si tratta di un parassita che può infestare la pianta e portarla alla morte in poco tempo.

Tra i rimedi naturali c’è quello di passare sulle foglioline e i rami dei gerani un batuffolo di cotone imbevuto di acqua e aglio per eliminare eventuali larve.

Contro la cocciniglia, invece, esistono diversi rimedi naturali, tra cui l’utilizzo di olio di lino diluito in acqua, alcol denaturato o sapone di Marsiglia.

Consigli preziosi!

Volete un giardino pieno di piante rigogliose? Leggete i nostri articoli per scoprire come fare!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".