I rimedi naturali per coprire i capelli bianchi

253
tintura capelli

Scoprire i primi capelli bianchi innesca reazioni diverse a persona a persona, così c’è chi non se ne preoccupa, chi lo accetta come segno del tempo che sta passando e chi, al contrario, va in crisi e già si vede sulla strada del declino.

Nonostante siano diverse le cause di comparsa dei capelli bianchi e nella tradizione popolare siano considerati un simbolo di saggezza, oltre che tornati di moda soprattutto se grigi o “sale & pepe” chi desidera coprirli senza ricorrere a tinte e parrucchieri può trovare nella natura tanti rimedi efficaci e utilizzati da tempo.

Uno dei più conosciuti ed apprezzati è senza dubbio l’hennè ma ci sono numerosi impacchi a base di cacao, tè nero, caffè  in grado di scurire i capelli e coprire quelli bianchi.

Hennè, Indigo e Mallo di noce

L’hennè è una pianta di origine  nord africana che viene fatta essiccare e ridotta in polvere; per capelli scuri ne esistono di diverse tonalità tendenti tutte al rosso-castano, scegliendo in erboristeria o nei negozi specializzati quella che più si avvicina al proprio colore naturale (sui capelli totalmente bianchi si possono ottenere sfumature che vanno dal dorato al ramano). La polvere di hennè va sciolta con acqua bollente fino ad ottenere un composto cremoso e senza grumi da applicare sui capelli asciutti e lasciato in posa.

L’effetto coprente e scurente (o riflessante) dell’hennè  può essere potenziato mescolando questa polvere con altri prodotti naturali come l’indigo (capelli molto scuri), il mallo di noce (sfumature castano-dorate) e l’alcanna (colorazioni rosso-mogano); queste combinazioni sono utili anche per prolungare la durata della colorazione.

L’indigo puro tinge di nero e con il variare della base di capelli può conferire sfumature violacee o mogano; solitamente si usa in combinazione con l’hennè mescolando le due polveri nella miscela ma in alternativa, soprattutto se i capelli bianchi da coprire sono numerosi, si procede con una doppia applicazione: la prima solo a base di hennè e la seconda con indigo puro.

Il mallo di noce è al pari di hennè e indigo una polvere colorante e può essere utilizzata sia da sola che in combinazione con l’hennè per coprire capelli bianchi di una chioma molto scura. Il mallo di noce, reperibile in erboristeria, va miscelato con acqua calda fino a creare un composto cremoso per ottenere delle sfumature castano-dorate o per scurire  e rendere più intenso e duraturo l’hennè.

Cacao,  Tè nero e Caffè

Per coprire i capelli bianchi si può anche ricorrere alla dispensa della propria cucina e creare degli impacchi in grado di scurire i capelli. Unendo in pari quantità cacao e miele (3 cucchiai ciascuno) si ottiene un composto cremoso da lasciare in posa sui capelli asciutti per almeno 1 ora prima di procedere con un normale shampoo.

Il tè nero è ricco di antiossidanti e di pigmenti in grado di scurire i capelli o ravvivarne il colore: lascia in infusione le foglie di tè nero in 1 litro di acqua, lascia bollire per 30 minuti e lascia raffreddare il composto per una giornata intera; dopo 24 ore filtra il tè nero e utilizzalo per risciacquare i capelli ad ogni shampoo.

Un rimedio molto semplice prevede l’utilizzo del caffè preparando una comune moka con cui bagnare i capelli prima di procedere con lo shampoo.

Per chi invece ha fatto la scelta di portare i capelli bianchi ma teme l’antiestetico colore tendente al giallo basta aggiungere due cucchiaini di aceto di mele in mezzo litro di acqua e utilizzarlo per il risciacquo che precede l’applicazione del balsamo.