La dieta Lemme

40

Oggi parliamo di un’altra dieta “famosa”, la dieta Lemme, ideata dal medico Alberico Lemme. Questa dieta non è intesa nel vero significato del termine, o meglio, corrisponde ad un regime alimentare indetto a far perdere peso, ma al contempo è ritenuta una vera filosofia di vita.

Vediamo nel dettaglio in che cosa consiste questa dieta Lemme. Il Dottor Lemme è un farmacista che l’ha ideata nel 2000 e promette con questa dieta la perdita di numerosi chili in poco tempo, si stima circa 7/10 chili in un mese circa. Questa dieta Lemme come tutti i regimi alimentari che portano una drastica riduzione di peso in poco tempo, ha attirato a sé l’attenzione di molti nutrizionisti e medici che hanno duramente criticato la dieta Lemme.

Il suo fondatore al contrario vanta la sua dieta proprio per le diversità che presenta rispetto gli altri tipi di diete. Il principio delle calorie per esempio è del tutto superato, lui afferma che per perdere peso basta combinare una serie di parametri che permette all’organismo di gestire al meglio gli alimenti che si assumono. Questi sono i parametri su cui si basa la dieta Lemme:

  • L’indice glicemico dei vari cibi e la loro correlazione all’insulina;
  • L’impatto chimico del cibo stesso;
  • L’insieme enzimatico di ogni singola persona, che è destinato a variare nel corso del tempo.

In base a questi principi, la giusta armonizzazione degli alimenti permette di ottenere un buon equilibrio del fisico e al contempo di perdere senza troppo sacrificio i chili di troppo accumulati. La dieta Lemme per funzionare deve seguire le due fasi principali su cui si basa: la prima è quella che interessa la perdita di peso in poso tempo, e dura in base alle esigenze personali e al raggiungimento dello scopo prefissato.

La seconda fase invece riguarda l’educazione alimentare, dura circa tre mesi e durante questo periodo di tempo, si possono inserire gli alimenti che sono stati vietati dalla dieta Lemme. Detto questo, scopriamo quali sono gli alimenti concessi e quali vietati. Considerando che ogni individuo deve avere la propria dieta Lemme personalizzata, tuttavia è incentrata su alcuni alimenti specifici.

Sono vietati:

  • zucchero
  • dolcificanti
  • aceto
  • pane
  • latte con i derivati
  • sale che non può essere usato nemmeno per la pasta.

Alimenti concessi:

  • pasta
  • carne
  • pesce (limitati anche frutta e verdura).

Gli orari hanno una loro importanza per la dieta Lemme, il farmacista consiglia di eseguire i pasti nei seguenti orari: colazione mai oltre le 9,30; pranzo tra le 12 e le 14, e la cena tra 19 e le 21.

Questa dieta è criticata perché non segue i canonici principi della sana alimentazione considerando i limitati alimenti concessi, compresi frutta e verdura, che sono indicati in quantità limitata e aumentati successivamente solo nella seconda fase della dieta Lemme.