Le patate al forno hasselback

589
patate hasselback al forno

Le patate sono un ingrediente base di molte preparazioni in cucina ed anche uno dei contorni più amati: vi presentiamo un piatto tipico della cucina svedese che, una volta provato, diventerà anche un classico della vostra tavola per il gusto e la preparazione non troppo impegnativa che richiedono. Le patate hasselback sono cotte a forno e si riconoscono per la tipica forma a fisarmonica che le ha rese famose nel ristorante  di Stoccolma Hasselbacken (da cui prendono il nome) dove furono preparate la prima volta nel Settecento.

Ingredienti patate hasselback

La ricetta tradizionale prevede l’uso di burro fuso per la cottura che può essere sostituito con olio extra vergine d’oliva con cui spennellare le patate (o abbondare se la dieta lo permette) per renderle croccanti e gustose. Gli ingredienti per la preparazione di questo piatto sono davvero pochi:

  • patate (in numero variabile in base ai commensali)
  • burro o olio extra vergine di oliva
  • erbe aromatiche (ad esempio rosmarino, timo, origano, salvia)
  • sale e pepe

Procedimento

Una prima domanda nella prima domanda relativa alla preparazione delle patate hasselback è: con o senza buccia? La ricetta tradizionale svedese prevede di lasciare la buccia ma non tutti la gradiscono quindi a voi la scelta di pelare o meno le patate che vanno, in ogni caso, lavate con cura e asciugate. Il taglio che conferisce l’aspetto a fisarmonica è la caratteristica principale del piatto per cui con il coltello si vanno ad incidere le patate in fette sottili, fermandosi a circa 1 cm dalla base della patata: per aiutarsi nell’operazione si può inserire uno spiedo nel tubero, proprio a circa 1 cm dalla base, così da avere un limite fisico all’incisione del coltello.

Dopo aver creato tutte le fettine sottili lavate nuovamente le patate così da togliere l’amido e lasciatele sgocciolare su un colino; nel frattempo preparate il trito di erbe aromatiche, ancor più gustose e profumate se colte al momento se coltivate in casa, che andranno ad insaporire il piatto, salate e pepate a piacere.

Cospargete le patate con i trito, facendolo penetrare anche tra le fessure delle fette (si può sfilare lo spiedino) e posizionatele su una teglia, precedentemente foderata con carta forno, spennellando le patate con l’olio fuso o l’olio extra vergine d’oliva. In forno già caldo cuocete a 200° per 45 minuti, fin quando le patate non saranno dorate e croccanti all’esterno.

Una variante gustosa del piatto, che va servito caldo-tiepido, prevede di aggiungere a pochi minuti dalla cottura del formaggio sulle patate, che andrà a fondere e penetrare tra le fette dove se c’è anche della pancetta o dello speck è una vera prelibatezza!