Le proprietà delle Bacche di Acai

101

Piccole, dalla forma tondeggiante e il colore blu/nero le bacche di acai, molto simili ai mirtilli, sono il frutto di una palma che popola la foresta pluviale (Euterpe oleracea) conosciuto e utilizzato soprattutto per le sue  – vere o presunte – proprietà dimagranti oltre a quelle antiossidanti. Si tratta di un frutto ad altissima deperibilità per cui in Italia è disponibile solo liofilizzato o sotto forma di integratori, succhi e altri derivati.

Le popolazione indigene dell’America meridionale hanno per secoli inserito nella propria dieta quotidiana le bacche di acai, credendo che potessero infondere forza e coraggio ed in effetti proprio i muscoli sono in grado di beneficiare degli effetti di questi piccoli frutti: durante l’attività fisica il processo di respirazione delle cellule si accelera così come la produzione di radicali liberi ma la grande quantità di polifenoli (antiossidanti) presenti nelle bacche di acai previene eventuali danni ai tessuti e, al tempo stesso, conferisce energia a tutto l’organismo; per questi motivi, in generale,  combattono l’affaticamento e lo stress.

Utili per proteggere il cuore e l’apparato cardiocircolatorio (favorendo la circolazione sembrano essere anche un afrodisiaco naturale che aiuta la performance degli uomini tra le coperte) le bacche di acai sono ricche di fibre ed hanno proprietà disintossicanti utili per migliorare la funzionalità intestinale e depurarsi dalle tossine. La presenza di vitamina C conferisce proprietà antifiammatorie e di supporto al sistema immunitario.

La grande diffusione delle bacche di acai è però collegata alle proprietà dimagranti che vengono riconosciuto a questo frutto tropicale. Essendo, come detto, ricco di fibre favorisce il senso di sazietà e contenendo anche molti amminoacidi essenziali le bacche di acai riescono ad accelerare il metabolismo ma considerarle un frutto miracoloso che da solo riesce a far dimagrire è un’esagerazione, così come è un estremismo assolutamente sbilanciato la dieta fatta sola di bacche e frutti rossi.

Le bacche di acai possono dunque essere inserite, come integratori,  in un regime dietetico ipocalorico ed equilibrato e solo così possono apportare dei benefici all’organismo e sprigionare tutti i loro effetti benefici.

La ricchezza di antiossidanti rende questo frutto anche un’ingrediente base di creme e prodotti di bellezza anti-age per ritardare i segni dell’invecchiamento, migliorare la microcircolazione e, di conseguenza, l’aspetto e la salute della pelle; per questo stesso motivo gli integratori di bacche di acai e l’olio per massaggi sono utili anche per combattere la cellulite e il ristagno di liquidi.

In erboristeria e nei negozi specializzati è possibile acquistare le bacche di acai liofilizzate, la polvere (va disciolta in acqua o in altre bevande), i preparati per infusione, l’olio, le capsule e il succo che è ricco di omega 3 e 6. Come tutta la frutta anche con le bacche di acai non bisogna esagerare perchè troppe fibre possono avere effetti collaterali (meteorismo e diarrea) sulla flora intestinale; inoltre non è consigliata l’assunzione durante la gravidanza e l’allattamento.