Come togliere le macchie dal legno con il trucchetto del phon!

4811
phon-macchie-legno

Niente rovina l’aspetto dei mobili o dei tavoli in legno quanto una macchia d’acqua.

Anche se vi può sembrare strano, infatti, l’acqua può davvero creare delle antiestetiche macchie sulle vostre superfici di legno.

Questo avviene, per esempio, quando dimentichiamo di utilizzare i sottobicchieri sul nostro tavolo e l’acqua finisce, così, per bagnarlo.

Ed ecco le macchie!

Oggi, però, vi vogliamo consigliare un ottimo trucchetto per togliere le macchie d’acqua dal legno: il Phon!

Vediamo insieme come fare!

N.B Vi ricordiamo sempre di consultare le indicazioni di produzione per non danneggiare le vostre superfici. Provate sempre prima in un angolino nascosto per verificare la tollerabilità.

Come fare

Le superfici di legno, si sa, sono molto delicate.

Queste, infatti, tendono ad assorbire l’umidità, perciò presentano molto spesso gli aloni bianchi tanto temuti.

La bella notizia, però, è che questi aloni possono essere eliminati utilizzando semplicemente un phon!

Prendete, quindi, un asciugacapelli e impostatelo sul getto di aria calda.

A questo punto, puntate la macchia e spostate l’asciugacapelli avanti e indietro sulla macchia così da evitare di surriscaldare un unico punto.

Mantenete il phon a circa 5 cm dalla macchia così da non essere troppo aggressive.

Dovete sempre accertarvi, infatti, che non ci sia calore diretto e che il legno non si surriscaldi perché potrebbero formarsi le macchie scure.

Quest’operazione può richiedere dai 10 ai 30 minuti, perciò munitevi di tanta pazienza!

Prendete, quindi, un panno e un tovagliolo e strofinate sulla macchia finché la superficie non sarà libera dalla macchia.

Infine, applicate un po’ di olio d’oliva sul legno per idratarlo.

Questo metodo risulta molto efficiente, ma vi ricordiamo di agire sempre tempestivamente altrimenti non sarà facile rimuovere la macchia.

È consigliabile, infatti, agire sulla macchia ancora “fresca”.

Se, invece, notate macchie scure sulla vostra superficie, significa che l’acqua è ormai penetrata nel legno ed è andata troppo in profondità per poter essere rimossa.

Altri trucchetti

Le macchie di acqua dalla superficie di legno, però, possono essere rimosse utilizzando anche altri rimedi semplici e veloci.

Vediamo insieme quali sono!

Ferro da stiro

Seguendo lo stesso principio del phon, è possibile utilizzare anche il ferro da stiro per rimuovere gli aloni di acqua.

Iniziate, quindi, con l’accertarvi che il tavolo o il mobile di legno sia perfettamente asciutto.

A questo punto, appoggiate sulla macchia un canovaccio e utilizzate un ferro da stiro svuotato di acqua.

Impostatelo sulla temperatura minima e passatelo direttamente sul panno. Assicuratevi che non sia impostato sulla modalità a vapore.

Di tanto in tanto, spostate il canovaccio così da controllare se la macchia sta sbiadendo e continuate fino a quando la macchia non sarà scomparsa.

Ricordatevi, però, di asciugare la superficie con un canovaccio ad ogni passata di ferro così da eliminare ogni traccia di umidità e condensa.

N.B Utilizzate questo metodo con molta attenzione per non rischiare di rovinare la superficie.

Dentifricio

Un altro rimedio che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare il dentifricio.

Questo ingrediente sembra essere efficiente anche in caso di aloni bianchi vecchi e più resistenti.

Mettete, quindi, un po’ di dentifricio su un panno asciutto e strofinatelo, poi, sulla macchia.

Lasciatelo agire per qualche minuto, poi, prendete un panno umido e non bagnato e sfregatelo delicatamente sulla macchia.

Potete ripetere l’operazione anche più volte, se necessario.

Noterete la macchia sbiadire sempre più fino a quando sarà totalmente scomparsa!

N.B Accertatevi sempre di non utilizzare dentifrici sbiancanti che potrebbero scolorire la superficie.

Inoltre, cercate di essere caute e di non strofinare troppo forte sulla macchia.

Bicarbonato di sodio

Infine, l’ultimo rimedio, che può essere molto di aiuto in questi casi, è il bicarbonato di sodio.

Questo ingrediente che sicuramente avrete in dispensa, infatti, è noto per la sua proprietà anticalcare e pulente.

Prendete, quindi, una piccola ciotola e versate al suo interno un po’ di acqua con bicarbonato.

A questo punto, immergete un panno pulito e morbido nella soluzione e strizzatelo per rimuovere l’acqua in eccesso.

Inumidite, quindi, la macchia da trattare e strofinate con delicatezza.

Infine, utilizzate un panno pulito per pulire.

E voilà: la macchia sarà solo un brutto ricordo!

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di produzione delle superfici da trattare prima di cimentarvi nella pulizia con i nostri rimedi.

Occorre provare prima in un angolino nascosto onde evitare di danneggiare le superfici!

Addio aloni

Se volete altri consigli su come eliminare aloni e macchie di calcare, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.