Bicchieri opachi in lavastoviglie? Ecco come togliere tutti gli aloni!

1942
alone-bicchieri-lavastoviglie

Diciamocelo… Se non esistessero gli elettrodomestici, alcune faccende di casa richiederebbero ancora più tempo, non permettendoci di dedicarci ad altro.

La lavastoviglie è comoda proprio per questo. Provvede a lavare i piatti mentre noi siamo libere di occuparci di altre faccende domestiche.

Sarà capitato anche a voi che, a fine lavaggio, i bicchieri non siano brillanti. Anzi, il risultato è l’opposto: opachi, pieni di calcare, che sembrano sporchi.

In realtà, sono diversi i motivi per cui ciò accade e ne discuteremo oggi insieme e trovare le soluzioni migliori.

La domanda quindi è: perché i bicchieri diventano opachi in lavastoviglie?

N.B. Vi consigliamo di seguire sempre le indicazioni di produzione per il lavaggio dei vostri bicchieri, soprattutto in materiale pregiato e delicato.

Durezza dell’acqua

Causa

Uno dei primissimi fattori che incidono sulla brillantezza dei bicchieri è di sicuro la durezza dell’acqua.

Un’acqua troppo dura infatti porta con sé un enorme quantità di calcare, che aggredisce la superficie vitrea danneggiandola con il tempo. Inoltre lo stesso effetto si può ottenere anche se l’acqua è invece “troppo dolce”.

Perciò occorre agire non appena si notano le prime note di opacità.

Rimedio

Il metodo migliore per eliminare il calcare dalla lavastoviglie o dai bicchieri stessi è quello di utilizzare l’aceto, che può essere bianco o di mele.

C’è chi ne mette un po’ ad ogni lavaggio o chi usa una bottiglia intera come cura lavastoviglie. Potete anche riempire una bacinella con acqua e aceto in parti uguali e lasciare i bicchieri in ammollo per una notte.

In questo modo, l’azione anti-calcare dell’aceto ci permetterà di sciogliere gli aloni sui bicchieri in modo efficace.

N.B. Sull’aceto in lavastoviglie c’è un lungo dibattito circa il suo impatto sull’ambiente. Perciò potete usare in alternativa i rimedi che tra poco vi forniremo.

Troppo detersivo

Causa

Ci sono diverse tipologie di detersivo per lavastoviglie in commercio. Noi vi consigliamo di utilizzare sempre del detersivo ecologico nel pieno rispetto dell’ambiente.

Quando si usa un detersivo in polvere (specialmente) durante i lavaggi possono provocare leggerissime abrasioni alla superficie in vetro, che noteremo appunto non più lucida ma opaca.

In più, spesso si ricorre all’utilizzo del brillantante per la lavastoviglie tentanto di risolvere il problema. Il realtà il brillantante non elimina gli aloni, ma li copre.

Così facendo, c’è la possibilità che parte di questi detergenti rimangano sulle nostre stoviglie, che andranno a contatto con i nostri cibi.

Rimedio

Una soluzione sarebbe sicuramente utilizzare la giusta quantità di detersivo, prediligendo quello liquido o delle pastiglie per la lavastoviglie fai da te. “Troppo” non vuol dire “migliore”, perciò usandolo con moderazione potremmo notare dei miglioramenti.

Inoltre è possibile creare un brillantante fai da te usando l’acido citrico. Questo composto derivante dagli agrumi ha proprietà detergenti, brillantanti e anticalcare.

Sciogliamone 150 gr in 1 litro d’acqua tiepida. La soluzione può essere conservata in una bottiglietta e possiamo versarne una parte direttamente nella vaschetta della lavastoviglie.

Inoltre è una valida alternativa, e più ecologica, all’aceto. 250 gr di acido citrico in 1 litro d’acqua creano una soluzione “cura-lavastoviglie” naturale e che rispetta l’ambiente.

Temperatura e vapore

Causa

Non bisogna mai sottovalutare la potenza delle alte temperature. Anche i bicchieri più pregiati possono contenere una minima percentuale di materiale plastico che ad alte temperature sembra quasi “sciogliersi”, per intenderci.

Poi vi sono alcune tipologie di bicchieri, come quelli in cristallo, che non vanno mai lavati in lavastoviglie, ma sempre a mano, proprio perché le temperature alte tendono a rovinarli.

Vi consigliamo perciò di seguire attentamente le istruzioni fornite dal produttore.

Rimedio

Ovviamente, laddove possibile, cerchiamo di utilizzare temperature leggermente più basse che non rischiano di danneggiare i nostri bicchieri rendendoli opachi in lavastoviglie.

Inoltre può essere utile, a fine lavaggio, lasciare lo sportello aperto permettendo al vapore di fuoriuscire. Infatti anch’esso può essere indice di macchie opache sui bicchieri.

Decalcificatore

Il decalcificatore è una componente importante della lavastoviglie e può nel tempo essere soggetto a guasti o malfunzionamenti.

In tal caso è necessario rivolgersi a un tecnico per verificare l’entità del problema. Vediamo ora altri rimedi e metodi casalinghi per eliminare gli aloni dai bicchieri.

Altri rimedi

Dentifricio

Sembra che tra i trucchetti casalinghi per i bicchieri opachi ci sia anche il dentifricio. I suoi usi alternativi sono tanti, proprio perché pratica una leggerissima esfoliazione che può aiutarci a far brillare i bicchieri.

Prendete un po’ di dentifricio e massaggiatelo sui bicchieri, mentre lasciate agire riempite una bacinella con acqua, aceto bianco e un goccio di detersivo per i piatti.

Questa soluzione vi servirà per rimuovere il dentifricio e lucidare i bicchieri.

Sale e aceto

Ora passiamo a due prodotti casalinghi noti per le loro proprietà mangia-calcare!

Prendiamo del sale grosso e creiamo una miscela aggiungendo dell’aceto bianco. Applicare il composto ai bicchieri e lasciar agire tutta la notte. Al risciacquo non ci saranno aloni né cattivi odori.

Bicarbonato

Il bicarbonato è da sempre utilizzato per diverse pulizie di casa. Anche qui assistiamo a una leggerissima azione abrasiva che però non rovina le superfici con cui viene a contatto.

Preparate bicarbonato e acqua e a occhio create una pasta. Deve risultare molto densa, in modo da poter essere applicata sui bicchieri anche con uno spazzolino morbido.

Il tempo di attesa è di 15 minuti circa, poi potrete procedere al risciacquo.

Metodo della pentola

Se i vostri bicchieri in lavastoviglie sono risultati opachi, potete provare con il metodo della pentola!

Versate dell’acqua in una pentola e mettetela sul fuoco. Nel frattempo lasciate un po’ i bicchieri in ammollo, in acqua calda. La pentola nel frattempo avrà raggiunto la temperatura, perciò aggiungeremo mezzo bicchiere d’aceto e lasceremo bollire un altro po’.

Poi spegnete il fuoco e inserite i bicchieri, coprendoli col coperchio, e attendete circa una mezz’ora.

Nel frattempo preparare un catino in cui inserire acqua e succo di un limone. Quando la mezz’ora sarà passata (e facendo attenzione), passate i bicchieri nella soluzione di acqua e limone per qualche minuto.

Per asciugare, utilizzate un foglio di giornale, ottimo anche per i vetri.

Avvertenze

Ricordiamo che è necessario seguire sempre le indicazioni di produzione, onde evitare di rovinare i bicchieri e di non poter rimediare al danno.

Altri consigli utili

Ecco altri consigli che si riveleranno utili durante le vostre faccende domestiche:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.