Come non far puzzare i panni stesi in casa

90423
panni-stesi-puzzano

Quando c’è il sole e lasciamo asciugare il nostro bucato all’aperto, è facile renderlo fresco e profumato come vogliamo.

La situazione, però, cambia in inverno.

In questa stagione, infatti, la pioggia e l’umidità fanno sì che, a volte, l’unica soluzione che abbiamo per lasciare asciugare i nostri capi è di stenderli in casa.

Ma se in casa i nostri capi possono asciugarsi più velocemente, d’altra parte tendono spesso a puzzare.

L’assenza di vento e del ricambio di aria, l’umidità e la mancanza di calore sufficiente in casa, infatti, provocano spesso un cattivo odore sui vestiti appena lavati.

E quando è spiacevole quella puzza di umidità e di muffa sui nostri abiti?

Tantissimo!

Perciò vediamo insieme dei trucchetti per asciugare i vestiti in casa senza farli puzzare mai più!

Centrifuga

Il primo trucco per asciugare il vostro bucato in casa senza farlo puzzare è di programmare una centrifuga ad alta velocità.

Questo, infatti, vi permetterà di eliminare tutta l’acqua in eccesso dal vostro bucato.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Nel caso, poi, non siate soddisfatte, potete procedere con una doppia centrifuga così da strizzare bene i capi.

I capi umidi ma non bagnati, infatti, richiedono meno tempo per asciugarsi.

N.B Vi raccomandiamo di non azionare la doppia centrifuga in caso di capi delicati.

Posizionare lo stendino vicino a un calorifero

Un altro metodo per prevenire i cattivi odori dai vostri capi asciugati in casa è quello di stenderli vicino a un calorifero o una qualsiasi altra fonte di calore.

Potete, per esempio, metterlo vicino a un termosifone, a un forno acceso o davanti al camino.

Per questo, vi consigliamo di stendere sempre il bucato in cucina, poiché solitamente è la stanza più riscaldata della casa.

Gli indumenti di piccole dimensioni, invece, possono essere direttamente posizionati sul termosifone.

In questo modo, i vostri panni si asciugheranno velocemente e non avranno cattivi odori.

Assorbire l’umidità della stanza

Uno dei motivi per cui il bucato asciugato in casa emette un cattivo odore è la presenza di umidità.

Ciò che potete, quindi, fare è cercare di assorbire l’umidità in eccesso nella vostra stanza.

Perciò, se avete un deumidificatore, posizionate il vostro stendino con i capi da asciugare nelle sue vicinanze.

Il deumidificatore aiuterà ad assorbire l’umidità e a facilitare l’asciugatura senza far perdere l’odore al vostro bucato.

Se non avete un deumidificatore, potete anche crearne uno fai da te.

Vi basta, infatti, aggiungere del riso o del sale grosso all’interno di un contenitore o di una ciotola aperta.

Posizionare, poi, questi contenitori nei vari angoli della vostra casa e cambiateli ogni settimana.

Il riso e il sale, infatti, sono degli umidificatori naturali in grado di assorbire l’umidità in eccesso e prevenire anche la formazione di muffe.

Stanza arieggiata

Cercate di riprodurre in casa un ambiente il più simile possibile all’ “aria aperta”.

La presenza di aria, infatti, consente di ottenere un’asciugatura ottimale dei nostri capi lavati.

Vi consigliamo, quindi, di asciugare il bucato in una stanza il più areata possibile e di distanziare al massimo i capi tra loro così da permettere alle singole fibre di essere asciugate perfettamente.

Aprite, quindi, le finestre e lasciate che entri il vento.

In alternativa, potete utilizzare anche un ventilatore o un termoventilatore in prossimità dello stendibiancheria.

Collocate, quindi, lo stendino vicino a questi elettrodomestici e vedrete che nel giro di qualche ora i vostri capi saranno asciutti, freschi e profumati!

Riso

Come già detto prima, il riso è molto utile per assorbire l’umidità in eccesso, causa principale dei cattivi odori sui nostri vestiti appena lavati.

Se, quindi, non avete fonti di calore, stanze ventilate o termoventilatori, riempite dei sacchetti con del riso e distribuiteli nella stanza dove avete collocato lo stendino.

Questo rimedio della nonna è noto, infatti, proprio per la sua capacità di assorbire l’umidità negli ambienti chiusi.

Altri consigli utili

Ci sono altri accorgimenti che potete seguire per evitare lo spiacevole odore di muffa che si accumula sul bacato asciugato in casa.

Innanzitutto, vi ricordiamo di non posizionare mai gli indumenti in maniera troppo ravvicinata.

In questo modo, infatti, tendono a impregnarsi dell’umidità dei capi vicini. Perciò, distanziateli il più possibile.

Inoltre, appendete camicie e maglie sulle grucce così che possano asciugarsi più velocemente.

Utilizzate, poi, un phon per asciugare alcuni piccoli indumenti o alcuni tessuti sottili.

Infine, fate arieggiare la vostra casa e le vostre stanze quanto più potete.

La circolazione di aria, infatti, è importante non solo per aiutare i vostri capi a non puzzare di umidità ma anche per la vostra salute.

Avvertenze

È consigliabile sempre consultare le etichette di produzione dei vostri capi.

Evitate di dormire nelle stanze in cui stendete il vostro bucato; potreste, infatti, assorbire la loro umidità.

Per un bucato sempre al top!

Se siete in vena di conoscere altri trucchetti per un bucato sempre al top, vi suggeriamo altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.