Pasta Shirataki

120
spaghetti shirataki

Sei a dieta e no vuoi rinunciare ad un buon piatto di pasta? Imparerai subito ad amare la pasta shirataki, anche se non hai mai sentito questo nome. La shirataki è una pasta senza carboidrati, con tante fibre e pochissime calorie. Si tratta in particolare di spaghetti (shirataki) senza glutine perfetta per chi è a dieta e anche per chi è celiaco.

Pasta shirataki: origini e benefici

Innanzitutto chiariamo cosa significa il termine shirataki, in riferimento agli spaghetti il termine di derivazione orientale vuol dire “cascata bianca”. La shirataki è una pasta che arriva dal Giappone (leggi i benefici dello stile alimentare giapponese), viene prodotta dalla radice di Konjac (pianta asiatica), ricchissima di glucomanna, la fibra principale che permette alla pasta di avere tutte le proprietà benefiche. Tra le caratteristiche principali:

  • no glutine
  • ricca di fibre-assorbono acqua e aumentano la massa
  • poche calorie (10-20 ogni 100 gr di prodotto)
  • no carboidrati
  • alto potere saziante

La radice di Konjac, oltre a contenere il polisaccaride idrosolubile (glucomanna) è composta da:

  • 6 tipi di amminoacidi
  • ferro
  • calcio
  • fosforo
  • zinco
  • rame
  • cromo

In Italia la pasta è conosciuta con il solo nome di shirataki, all’estero invece con il termine “shirataki noodles” (proprio per la loro forma di spaghetti sottilissimi molto simili ai noodles). Il consumo di shirataki è utile per coloro che soffrono di:

  • colesterolo, aiuta a mantenerlo nella norma
  • intestino pigro
  • stipsi (aiuta il trasnsito intestinale)

Pasta shirataki: usi in cucina

Gli spaghetti della dieta si cucinano in modo semplice. Ti occorre una pentola con acqua bollente, in cui immergere la quantità di pasta da cucinare. Lascia in immersione per circa 7/8 minuti e scolali sotto l’acqua corrente. Questa operazione è necessaria per eliminare la patina di zucchero presente sulla superficie della pasta.

A questo punto puoi aggiungere il sugo o gli ingredienti scelti per il condimento, basta aggiungerli in pentola o farli saltare per qualche minuto in una padella sul fuoco. In questo modo gli shirataki assorbono totalmente il condimento e il sapore del sugo.

Un consiglio prima di misurare la quantità di pasta che desideri cucinare. Gli spaghetti shirataki hanno la caratteristica di raddoppiare il proprio volume, se quindi vuoi cucinare 30 grammi di pasta ricorda che dopo la cottura il volume sarà raddoppiato (otterrai 60 grammi di pasta).

La radice della pasta shirataki (konjac), come in Oriente, può essere impiegata per la preparazione di dolciumi come biscotti e gallette.

Pasta shirataki: dove trovarla

La pasta shirataki è attualmente facilmente reperibile nei migliori supermercati, la trovi nei reparti di cibi asiatici o etnici e alimenti dietetici oppure nei negozi di prodotti orientali. Puoi trovarla anche nelle migliori erboristerie, negozi biologici o online.

La trovi in forma secca o umida (vaschette piene d’acqua, in questo caso per cucinarla basta scolarla, scaldarla e condirla). Prima di acquistarla leggere bene l’etichetta e attenzione alle contraffazioni.