Le proprietà dei pistacchi, ideali per una dieta equilibrata

96
pistacchi

Avete mai pensato quante sostanze nutritive, antiossidanti e preziose vitamine sono contenuti in un frutto sano e facilmente reperibile come il pistacchio?

Questo frutto, da gustare in diverse ricette salate e dolci, è un alleato formidabile per il benessere dell’organismo: fornisce minerali, vitamine e fibre, tutti principi necessari per una buona alimentazione.

Proprietà dei pistacchi

Il pistacchio fornisce ben 3 grammi di fibre a porzione (circa 30 grammi), aiutando così la regolarità intestinale. Tenendo presente che il fabbisogno giornaliero è di circa 20-25 grammi, il calcolo è presto fatto: una porzione media al giorno di pistacchi fornisce circa il 10% del quantitativo necessario di fibre.

Il pistacchio contiene, poi, il 21% di proteine e preziosi aminoacidi come l’arginina, che attiva la produzione di ossido nitrico, regolatore di vitalità dei mitocondri, ovvero le centrali energetiche delle cellule.

Non finisce qui: i grassi contenuti nel pistacchio sono grassi “buoni“: tra i grassi monoinsaturi nella composizione del frutto troviamo l’acido oleico, lo stesso dell’olio d’oliva, mentre tra i polinsaturi spicca l’acido linoleico e arachidonico con un alto potere antinfiammatorio e protettivo del sistema nervoso, del fegato e del cervello. Insomma, un vero toccasana.

Infine, le vitamine e i sali minerali: il pistacchio contiene un gran quantitativo di alleati contro i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.

E le calorie? Una porzione di 30 grammi fornisce circa 180 kcal, più o meno le stesse di una brioche al cioccolato, con la differenza che la brioche contiene probabilmente più grassi (dovuti alla presenza di latte e burro) rispetto al pistacchio.

E infine come non citare il potere saziate della frutta secca? Mangiarne una porzione a merenda permette di restare sazi fino all’ora di cena senza patire attacchi di fame improvvisi.

Essendo un frutto abbastanza energetico può essere introdotto facilmente anche in una dieta ingrassante.

Le ricette a base di pistacchio

Ma come introdurre i pistacchi nella dieta con ricette originali e gustose? A merenda, possiamo consumare i pistacchi  al “naturale” così come sono, ovunque di troviamo, senza troppi problemi.

A pranzo e a cena, invece, possiamo scatenare la fantasia ideando ricette e preparazioni non troppo complesse a base di pistacchio.

Si può aggiungere, per esempio, al muesli della colazione, in modo da aumentare l’apporto proteico assunto nelle prime ore della giornata così da evitare i picchi di insulina.

Può essere consumato, poi, a pranzo in una ricca insalata (con 30 grammi di pistacchi, 30 grammi di formaggio light a dadini e un cucchiaio di noci) o per preparare una panatura a base di pistacchi tritati e germe di grano o the verde, al posto della solita panatura a base di uovo e pangrattato.

Si può inoltre utilizzare nell’impasto di dolci insieme ad uvetta, latte di soia e mele al posto di zucchero, latte e panna.