Prendersi cura del contorno occhi con rughe e borse

15.297 views

In un giorno sbattiamo gli occhi almeno 15mila volte. Il risultato negli anni sarà la comparsa di microrughe su tutto il contorno occhi. Se poi consideriamo che la pelle in questa zona è molto sensibile poiché non possiede ghiandole sebacee, oltre che sottilissima (oltre 7 volte più sottile rispetto alle altre zone del viso poiché priva di derma), capiamo quanto sia delicata.

Nella zona perioculare frequenti sono poi i ristagni di liquidi e spesso la microcircolazione è lenta. Se poi ci sommiamo i fattori esterni come: raggi UV, fumo, alcol, caffè e poco sonno, ecco che possiamo così comprendere come mai si “segni” con rughette, borse e cerchi scuri, con molta facilità.

Per poter intervenire, prima di tutto dobbiamo riconoscere i principali inestetismi.

Le rughette intorno agli occhi (le famose zampe di gallina), sono rughe “d’espressione” proprio perché spesso compaiono anche in giovane età e sono dovute alla mimica facciale: come si sorride, si “strizzano”gli occhi o consuetudini dell’espressione del volto. Un’ottima abitudine è quindi utilizzare quotidianamente creme ricche di acido ialuronico dall’effetto riempitivo e tensore

Le cause delle borse sotto gli occhi sono il ristagno dei liquidi nella zona perioculare. Le combatti con prodotti a base di caffeina, oppure 50 gocce in un litro d’acqua di Lymphomyosot, un efficace drenante omeopatico. Come rimedio veloce, passa un cubetto di ghiaccio per stimolare la microcircolazione. La sera, evita i pasti pesanti e dormi con un cuscino abbastanza alto, per stimolare il drenaggio. Ecco qui una ricetta naturale antigonfiore: prepara una camomilla ristretta o un tè verde e lascia raffreddare. Bagna leggermente due garze di cotone, mettile in frigo per un’ora, applicale sugli occhi per almeno dieci minuti. Ripeti 3 volte la settimana.

I segni bluastri sotto gli occhi sono accumuli di melanina e di sangue venoso, che colorano di blu la zona perioculare. Un rimedio è smettere di fumare, non bere caffè, dormire almeno otto ore per notte e applicare un siero dall’effetto schiarente (il Ruscus Aculeatus o rusco è un ottimo depigmentante). La sera applica un’emulsione con flavonoidi e vitamina C, che proteggono i capillari e la microcircolazione, ed estratti botanici, come le alghe blu-verdi, ricche di vitamina K, che attenuano l’aspetto grigiastro dato dai depositi di emosiderina (ferro) del sangue. Al mattino, indicate le crema a base di arnica, che favorisce il microcircolo.

Per camuffare l’antiestetico effetto “panda” usa un correttore fluido, da applicare con precisione sui segni scuri. Ecco qui una ricetta naturale per le occhiaie: prepara una tazza di infuso con un pizzico di menta acquatica, uno di achillea, uno di rosmarino e di arancio (in erboristeria). Filtra e bevi la sera prima di coricarti.

In erboristeria puoi anche farti preparare una lozione naturale contenente i principi attivi che fanno al caso tuo (da distribuire con un batuffolo di cotone). Tieni presente che:

–       la centella è un rinforzante e riattiva la circolazione

–       il tiglio è un decongestionante, ideale per gli occhi sensibili

–       l’hamamelis è un lenitivo rinfrescante, che tonifica e riduce l’affaticamento

–       la malva è lenitiva ed elimina le irritazioni.

La cura del contorno occhi:prodotti e ginnastica facciale

La zona perioculare quotidianamente ha bisogno di cure e attenzioni beauty. Dopo aver steso su tutto il viso (evitando la zona perioculare) la crema abituale (da giorno o da notte), bisogna ricordarsi di applicare mattina e sera sul contorno occhi, il prodotto specifico picchiettando con i polpastrelli con tocchi leggeri fino a quando non risulta del tutto assorbito (ecco perché in molte creme c’è un roll-on per “spalmare” ). Perfette anche le creme con vitamina E e oligoelementi, antiossidanti, energizzanti e di stimolo per la produzione di elastina. Ecco qui anche una ricetta naturale anti rughette: emulsiona 30 ml di olio di jojoba, 10 ml di acqua di rose e 2 gocce di olio essenziale di rose. Picchietta la miscela con i polpastrelli sulla zona perioculare.

Ottima abitudine è praticare una costante ginnastica perioculare. Poco importa se di mattina o di sera, sedute o sdraiate, purché si svolga in uno stato di totale rilassamento, ecco perché la respirazione è fondamentale: inspirare ed espirare lentamente per cinque volte prima di iniziare la ginnastica.

Per combattere le zambe di gallina e tonificare le palpebre: ad occhi chiusi dirigere lo sguardo verso la radice del naso, mantenendo questa posizione cinque secondi poi riaprire lentamente gli occhi e fissare un punto preciso seguendo una linea retta. Ripetere almeno 5 volte.

Per contrastare le borse e le occhiaie: appoggiare le due dita anulari sotto entrambe le palpebre inferiori e tirare verso il basso mentre si cerca di chiudere gli occhi strizzandoli.

Per attenuare i segni tra le sopracciglia detti “da smartphone”: appoggiare il dito medio e l’anulare di entrambe le mani al centro della fronte tirando leggermente verso le tempie, poi cercate di chiudere gli occhi e mantenere questa posizione per circa cinque secondi. Ripetere almeno 5 volte.

Importante anche che la pelle sia struccata e ben pulita, perché la stimolazione dei muscoli aiuta anche a eliminare le tossine, quindi è bene che i pori siano il più possibile liberi. Per facilitare il massaggio perioculare la pelle deve essere leggermente “unta”, meglio quindi applicare un’emulsione, un gel idratante o una crema specifica per il massaggio del contorno occhi.

Se si vuole ricorrere alla medicina estetica mini invasiva per ottenere uno sguardo più giovane e riposato, ottimo l’acido ialuronico, che consente di eliminare le borse sotto agli occhi.
Senza dover ricorrere all’intervento chirurgico (come la blefaroplastica), è una soluzione immediata per riempire le occhiaie infossate, sia eliminare l’effetto nero sotto agli occhi.
Come tutti i filler riassorbibili, l’acido ialuronico ha una durata limitata nel tempo, poiché viene riassorbito dall’organismo. Con un trattamento di venti minuti si può quindi arrivare a cancellare le occhiaie anche per un anno intero. Il “post operatorio” sarà solamente un gonfiore per circa tre giorni.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.