Come pulire i termosifoni per le pulizie di Primavera?

167
come-pulire-termosifoni-fine-stagione

Durante la stagione invernale, i termosifoni diventano i nostri alleati per avere una casa calda e riparata dalle basse temperature di fuori.

Che li accendiamo in una sola stanza o in tutta la casa, una cosa è certa: ricorriamo tutte alla loro accensione ogni giorno per riscaldarci!

Anche se di solito provvediamo alla pulizia dei nostri caloriferi prima del loro utilizzo in inverno, dopo la lunga pausa estiva, la pulizia di primavera post-utilizzo è altrettanto importante.

In questo modo, infatti, possiamo liberarli da tutte le tracce di polvere ed evitare che si accumuli troppo sporco durante l’estate.

E siccome l’inverno sta per lasciarci, oggi vi vogliamo dare dei suggerimenti per pulire i vostri termosifoni con rimedi naturali durante le pulizie di primavera così da averli pronti l’anno prossimo!

N.B Vi ricordiamo di attenervi sempre alle indicazioni di produzione prima di cimentarvi nella pulizia.

Rimuovete la polvere

Innanzitutto, la prima cosa da fare è rimuovere la polvere che si è accumulata nei e sui vostri caloriferi.

Per questa operazione, tutto ciò di cui avrete bisogno è un phon.

Iniziate, quindi, con il mettere un panno umido dietro il termosifone e un altro sul pavimento così da raccogliere la polvere.

A questo punto, azionate il vostro phon sul getto di aria fredda e lasciate che l’aria sia diretta verso i punti in cui c’è più polvere.

Noterete che tutto lo sporco andrà a posarsi direttamente sugli stracci umidi evitando di cadere sul pavimento e di sporcare le pareti. In alternativa, potete anche utilizzare un’aspirapolvere.

Infine, utilizzate un piumino, una spazzola cattura polvere o un panno antistatico per eliminare i piccoli residui di polvere che il phon e l’aspirapolvere non riescono ad eliminare.

Pulite la superficie esterna

Una volta spolverato i nostri termosifoni, è ora di procedere con la pulizia, importante per rimuovere non solo ulteriori tracce di polvere, ma anche eventuali macchie.

Sebbene i termosifoni di ghisa siano più difficili da pulire perché hanno una superficie “a fisarmonica”, potete utilizzare, per la loro pulizia, gli stessi ingredienti con cui pulirete i termosifoni di alluminio o altro metallo.

Bicarbonato

Il primo rimedio per pulire i vostri caloriferi consiste nell’utilizzare il bicarbonato, ingrediente noto per le sue proprietà smacchianti e sgrassanti.

Il bicarbonato, inoltre, si rivela molto efficace in caso di macchie gialle e, in più, ha il potere di prevenire ed evitare la formazione della polvere.

Per questo rimedio, vi occorrono 3 cucchiai di bicarbonato di sodio diluiti in 1 litro di acqua. Mescolate, quindi, tutti gli ingredienti in un secchio e immergete al suo interno una spugna.

Poi, strizzatela e passatela sulla superficie del vostro termosifone. Infine, risciacquate con un panno imbevuto di acqua e asciugatela accuratamente con un panno asciutto.

Per un effetto più efficace, potete anche aggiungere al composto 2 cucchiai di aceto.

Aceto

Un altro ingrediente che potete utilizzare per pulire i vostri termosifoni è l’aceto. Come il bicarbonato, infatti, anche l’aceto ha proprietà pulenti molto efficaci.

Versate, quindi, in un secchio contenente 1 litro di acqua, 1 bicchiere di aceto e un bicchiere di alcol.

Mescolate, poi, tutti gli ingredienti e immergete un panno nella soluzione così ottenuta. Passatela sulla superficie del termosifone e risciacquate con acqua. Infine, asciugate con un panno asciutto.

I vostri termosifoni saranno puliti come non mai!

Attenzione! Vi ricordiamo di procedere con quest’operazione di pulizia solo quando il termosifone è completamente raffreddato.

Lasciate sfiatare la valvola

Dopo aver pulito la superficie esterna del termosifone, è importante che controlliamo che sia pulito anche all’interno.

Talvolta, infatti, si formano delle bolle d’aria all’interno dei nostri caloriferi che compromettono il buon funzionamento dell’impianto.

Per risolvere il problema, iniziate con l’aprire la valvola di sfiato, posta a lato. Potete anche utilizzare una pinza, se non riuscite con le mani.

Mantenete, quindi, aperta la valvola e lasciatela sfiatare fino a quando non inizierà a scorrere l’acqua. A quel punto, potete richiuderla.

Il vostro calorifero è finalmente pronto per riscaldare le vostre case il prossimo anno!

Attenzione! Se non avete dimestichezza, fatevi aiutare da chi è di competenza in questo passaggio!

Copriteli

A questo punto, eccoci arrivati all’ultimo passaggio per preparare i nostri termosifoni al prossimo anno.

Vi consigliamo di utilizzare dei copri termosifoni di stoffa durante la stagione estiva così da evitare che la polvere si attacchi nelle fessure.

Avendo, infatti, la parte superiore coperta, la maggior parte della polvere si depositerà sulla stoffa del copritermosifone invece che sul radiatore stesso.

In questo modo, quando dovrete riaccenderli il prossimo inverno, non dovrete di nuovo procedere con la pulizia profonda, ma vi basterà una pulizia veloce.

Inoltre, i copritermosifoni di stoffa sono anche utili per decorare ed abbellire la casa!

Avvertenze

Vi consigliamo, sempre di evitare questi rimedi in caso di allergia o ipersensibilità rispetto a uno dei prodotti elencati.

Inoltre, vi consigliamo di valutare con chi è di competenza lo stato dei vostri caloriferi prima di intervenire.

Altri trucchetti casalinghi!

Tempo di pulizie domestiche? Non disperate! Scoprite tutti i segreti dei nostri rimedi naturali:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.