Rimedi naturali per eliminare le cicatrici della pelle

609
cicatrici rimedi naturali

Cicatrici e ferite sono al pari della smagliature dei problemi della pelle (per lo più antiestetici). Le cicatrici in particolare sono tessuti non lineari di collagene che si formano sulla superficie più eterna della cute (derma). Le ragioni della formazione delle cicatrici sono diverse:

  • ustioni
  • traumi
  • lesioni
  • punture di insetti
  • acne
  • incisioni chirurgiche

Eliminare le cicatrici della pelle non è semplice. La maggior parte dei chirurghi plastici optano per il laser come rimedio definitivo alle cicatrici, alcune persone sono scettiche ad andare sotto i ferri per un motivo così “banale” e scelgono altre strade. Quali? La medicina alternativa propone dei rimedi naturali per appianare le cicatrici della pelle, gli effetti non sono rapidissimi, ma è una strada meno invasiva e con vantaggi sul lungo termine.

Vediamo insieme quali sono questi rimedi naturali, quali sono le tipologie di cicatrici che è possibile trattare con le sostanze naturali e in più vi daremo qualche consiglio utile per ottimizzare l’eliminaizone  del tessuto cicatriziale.

Cicatrici da acne

Brufoli, pustole, couperose e pelle acneica sono le cause principali della formazione e permanenza delle cicatrici cutanee. Questo tipo di cheloide è uno dei più diffusi e fastidiosi inestetismi che colpiscono soprattutto la fascia adolescenziale. Come trattare le cicatrici da acne? Con la paraffina.

La paraffina medicale può essere acquistata in farmacia e preparata in casa facendola scaldare in un pentolino. Successivamente, con l’aiuto di un bastoncino di legno, applicatela sulle cicatrici e fate solidificare. Appena diventa solida rimuovere dalla cute. Ricordate di proteggere la pelle con una crema idratante, sia prima che dopo il trattamento alla paraffina. Evitate di usarla in caso di:

  • allergia o intolleranza alla sostanza medicale
  • pelle con la presenza di reticolo vascolare

Cicatrici da intervento chirurgico

Per il trattamento e la cura delle cicatrici della pelle da post-operazione chirurgica è molto utile l’olio di canfora (un rimedio popolare della nonna). Basta applicare l’olio immergendo una benda nella sostanza e applicarla sulla ferita. Fate agire per più tempo possibile. Non usate in caso di allergie o ferite sanguinanti.

Curare l’alimentazione

Anche nel caso delle cicatrici cutanee, il cibo ha la sua importanza. In particolare bisogna curare i nutrienti base dell’alimentazione, inserendo più proteine e vitamine. Lo zinco, in particolare, è considerato il microelemento fondamentale per andare a ridurre lo spessore delle fibre di collagene della pelle.

Lo zinco è contenuto in diversi alimenti come: semi di zucca, formaggio, carne magra e arachidi. Con l’arrivo della primavera e della stagione calda, non dimenticate di proteggere la pelle dai raggi solari e prestate maggiore attenzione a coprire con una protezione molto alta la zona interessata dalle cicatrici per evitare che si possano ustionare al sole.

Impacchi naturali

Gli impacchi sono una delle soluzioni preferite per combattere le cicatrici della pelle. Gli impacchi derivano dall’estrazione di sostanze benefiche di erbe e piante officinali, utili per ammorbidire e ripianare i tessuti cicatriziali cutanei.

Oltre agli impacchi naturali ( e vedremo nel prossimo paragrafo i più diffusi ed efficaci) è importante nutrire quotidianamente la cute con della crema idratante da massaggiare delicatamente per qualche minuto. Altri tre rimedi vincenti sono:

  • cheloide della Vitamina E, da strofinare sulla cicatrice e acquistabile in farmacia sotto forma di olio
  • tintura di amanita bulbosa a base di olio di oliva da strofinare sulla cicatrice
  • tintura di celidonia da strofinare direttamente sulla cicatrice cutanea

Impacchi all’olio di centocchio

Il centocchio è una pianta da cui si ricava dell’olio molto efficace per praticare degli impacchi emollienti sulle cicatrici. Come fare? Basta pestare la pianta in un barattolo e  miscelarla con olio di oliva ( leggi crema di Romina Power) o girasole e conservare in frigorifero.

Dopo circa 15 giorni scolate l’olio e travasate in un contenitore ermetico sigillato e deporre in frigo (si conserva per almeno 6 mesi). Per appianare le cicatrici cutanee, applicare l’olio con una garza di cotone direttamente sulla cicatrice una volta al giorno e far assorbire per 20 minuti. Proseguite con l’operazione tutti i giorni fino a quando si schiarisce la cicatrice.

Impacchi di calendula e iperico

Entrambe queste sostanze naturali sono efficaci per ripianare le cicatrici della pelle. L’olio di iperico, in particolare, serve per alleviare il dolore provocato dalle fibre di collagene grazie alle sue proprietà antisettiche e analgesiche.

L’olio di iperico, come quello di calendula, è reperibile in farmacia e va applicato due volte al giorno direttamente sulle cicatrici cheloidi.

Oli essenziali

Per schiarire e rimuovere le cicatrici della pelle vengono utilizzati anche gli oli essenziali, ricchi di proprietà benefiche e già impiegati per diversi usi di bellezza del corpo e della pelle. Tra gli oli essenziali più efficaci per le cicatrici ci sono:

Basta applicare l’olio essenziale direttamente sulla cicatrice con l’aiuto di una garza sterile di cotone o un cotton fioc. E’ possibile anche miscelare più oli per aumentare l’efficacia del trattamento (ad esempio, tea tree insieme a legno di rosa e incenso in rapporti quantitativi 1:1:1).

L‘olio essenziale di neroli, in particolare, conosciuto anche come olio ai fiori d’arancio, aiuta la rigenerazione cellulare e migliora l’elasticità della pelle. E’ molto utile anche in caso di smagliature della cute. Stesso discorso di efficacia anche per l’olio essenziale di rosa mosqueta e olio di germe di grano.