Sarcopenia

67
sarcopenia

Sarcopenia è un termine medico introdotto nel 1988 da Irvin Rosenberg della Tufts University per indicare la “scarsità di massa muscolare“. Con l’avanzare dell’età si va incontro non solo alla comparsa delle rughe, di qualche capello bianco, o dei primi segni di stanchezza, man mano che si invecchia anche i nostri muscoli cominceranno a perdere forza e funzionalità e dovremo fare i conti proprio con la sarcopenia.

La sarcopenia più che una malattia è una condizione fisiologica che si manifesta con l’avanzare dell’età, di solito si presenta intorno ai 45 anni, soprattutto se si ha una vita sedentaria, o si è soggetti a malnutrizione o qualche malattia.

Tuttavia una costante attività fisica, un’alimentazione sana ed equilibrata e soprattutto proteica, possono rallentare lo sviluppo della sarcopenia e limitarne i danni. Una cosa è certa, se si vuole evitare di andare incontro all’invecchiamento precoce dei muscoli si deve migliore lo stile di vita sin da quando si è giovani.

Si stima che la sarcopenia colpisca circa il 30% degli anziani over 60 e addirittura il 50% degli over 50, è dunque una malattia abbastanza diffusa che forse non tutti conoscono. Per poterla prevenire è importante prima di tutto informarsi e capire bene di cosa si tratta.

Sarcopenia: sintomi e cause

La sarcopenia è a tutti gli effetti la malattia dell’invecchiamento, che colpisce in particolar modo gli anziani che fanno fatica a muoversi e che quindi vanno incontro ad un indebolimento della massa muscolare che finisce col diventare patologico.

Quest’indebolimento patologico è una delle principali cause d’invalidità nelle persone anziane e purtroppo oltre che peggiorare la qualità di vita, ne riduce anche le aspettative, poiché non potendo più contare su tutte le proprie forze muscolari, l’organismo non riesce a sorreggersi, cosa che porta a una progressiva riduzione dell’attività motoria generale.

Cause:

Tra i fattori di rischio della sarcopenia però non c’è solo l’avanzare dell’età, ci sono soggetti che sono più predisposti alla comparsa di questo indebolimento della massa muscolare. Tra le cause della sarcopenia infatti troviamo:

  • alimentazione inadeguata: insufficiente apporto di proteine e creatina
  • malattie croniche: che colpiscono le ossa o le articolazioni come il Parkinson
  • vita sedentaria: quando non si è mai svolto un minimo di attività fisica
  • immobilità forzata: quando si è costretti a non muoversi per lunghi periodi a causa di cadute o incidenti
  • malnutrizione legata a malattie: ad esempio a causa di malattie intestinali si compromette l’assorbimento di alcuni principi nutritivi importanti per la salute delle ossa come la vitamina D e le vitamine del gruppo B
  • cambiamenti ormonali: il testosterone e gli estrogeni in particolare gioca un ruolo centrale rispetto alla sarcopenia
  • diminuzione dei motori neuroni legati alla morte delle cellule: porta ad una decrescita delle fibre muscolare e quindi ad una perdita dei muscoli
  • allattamento
  • patologie infiammatorie o endocrine
  • tumori
  • stress ossidativo

Sintomi:

La perdita progressiva di massa muscolare diciamo che è una condizione fisiologica inevitabile quando si avanza con l’età (sarcopenia senile), ma che può essere contrastata con uno stile di vita attivo e un’alimentazione sana. Quando però l’indebolimento dei muscoli e della loro funzionalità si presenta precocemente e in maniera repentina, allora è certo che si tratta di una condizione patologica che prende il nome appunto di sarcopenia.

I sintomi della sarcopenia possono essere diversi, sono tutti legati all’affaticamento muscolare e alla perdita di forza, per cui non è facile rendersi conto che si tratta di sarcopenia, soprattutto se si è anziani. In generale i sintomi che si manifestano sono: un lento indebolimento della forza nelle braccia, nelle gambe, che rende man mano sempre più difficile salire le scale, portare i sacchi della spesa, o addirittura aprire bottiglie di acqua, oppure una maggiore fatica nel compiere qualsiasi gesto che comporti uno sforzo muscolare anche minimo.

Sarcopenia: come colpisce la massa muscolare ?

Da giovani la massa muscolare costituisce il 40% del nostro peso, è quindi chiaramente una parte molto importante del nostro corpo poiché è la massa muscolare a dare forza a gambe e braccia e ad assorbire la maggior parte dell’energia che ricaviamo da ciò che mangiamo.

La massa muscolare è il complesso dei muscoli del nostro corpo e rientra nella massa magra, che rappresenta circa il 60% dell’intera massa corporea che è fatta di acqua, minerali, glucidi, proteine e grasso primario.

Il meccanismo che fa contrarre i muscoli è abbastanza complesso, in pratica basta sapere che la placca motrice con cui terminano i nervi comanda i muscoli rilasciando una sostanza, l’acetilcolina, questa a sua volta innesca tutta una serie di reazioni chimiche che si concludono con la liberazione degli ioni di calcio e con la contrazione del muscolo.

Da questo capiamo quanto sia importante l’assorbimento di micronutrienti e un minimo ma costante esercizio muscolare. La vita sedentaria, lo stress ossidativo, e la formazione di radicali liberi sono i principali fattori che anticipano e peggiorano la perdita di massa muscolare  e quindi la sarcopenia.

La perdita di massa muscolare intorno ai 50 anni di età, aumenta velocemente e inevitabilmente, e a questo si associa la morte dei neuroni motori legati alle fibre muscolari. Questi sono due meccanismi negativi che si rinforzano a vicenda e che sono alla base della sarcopenia, per cui le fibre muscolari già ridotte a causa dell’invecchiamento, accelerano il processo che le compromette. Inoltre la diminuzione di ormoni come il testosterone negli uomini e gli estrogeni nelle donne, contribuiscono alla perdita di massa muscolare e quindi alla comparsa della sarcopenia.

Sarcopenia: come si può contrastare?

Non esistono cure farmacologiche per la sarcopenia, l’unico modo per contrastarla, per rallentarla e renderla meno precoce è una modifica del proprio stile di vita. È importante capire che per costruirsi una vecchiaia serena bisogna impegnarsi sin da giovani, solo così possiamo contrastare non solo la sarcopenia, ma anche tutti gli altri segni del tempo.

Una vita attiva, fatta di sport o semplice attività fisica, unita ad un buon regime alimentare è la soluzione ideale per invecchiare bene e in salute. Per difendere i nostri muscoli e combattere la sarcopenia quindi, attività motoria e alimentazione sono fondamentali, vediamo come:

Alimentazione:

Innanzitutto per prevenire la sarcopenia la cosa più importante per quanto riguarda l’alimentazione è un adeguato apporto proteico, quindi una dieta per la massa muscolare. Le proteine infatti sono essenziali per creare e riparare i tessuti muscolari. Inoltre alcuni studi hanno dimostrato che anche l’assunzione di amminoacidi uniti alle proteine può contrastare la patologia.

Quindi anche se la  sarcopenia è una condizione inevitabile negli anziani e non si può eliminare semplicemente mangiando sano, seguendo delle norme alimentari è comunque possibile migliorare questa condizione fisiologica.

Prima di tutto occorre dosare bene le porzioni e soprattutto variare i piatti che mettiamo in tavola, per consentire di assumere tutti i nutrienti necessari. È fondamentale consumare ogni giorno due o tre frutti di medie dimensioni e idratarsi bene. Bisognerebbe cercare di bere anche quando non si avverte la sete, magari rendendo gradevole il sapore dell’acqua, aggiungendo un goccio di limone o consumando tisane alla frutta senza zucchero. Notevole è l’efficacia della curcuma, per combattere i radicali liberi che ossidano le molecole organiche e sono una delle principali cause dell’invecchiamento.

Attività fisica:

Non è necessario fare attività fisica in palestra, o dedicarsi ad uno sport in particolare, per evitare una perdita accelerata di massa muscolare è sufficiente camminare molto con un andamento veloce. Inoltre una costante attività aerobica è in grado di limitare fortemente il processo sarcopenico.

Quindi qualsiasi tipo di attività fisica è importante,una passeggiata, una camminata veloce, nuotare, andare in bicicletta, sollevare dei piccoli pesi in palestra, tutto ciò che implica un esercizio muscolare fa bene e aiuta a prevenire la sarcopenia. Non meno importante è quando si è anziani, uscire spesso di casa, frequentare ambienti socialmente attivi per migliorare fattori psicologici e sociali.

Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.