Usi originali del miele in cucina

65
miele-usi

Il miele è un ingrediente utilissimo e importante nel nostro regime alimentare, e non solo perchè degno sostituto dello zucchero, ma per i diversi usi originali e interessanti in cucina. E’ un dolcificante particolare, aromatico e nutriente, che può essere impiegato:

  • in ricette dolci
  • in ricette salate
  • in ricette agrodolci

Vediamo come sfruttarlo al meglio, dalla glassatura delle carni al pollo allo spiedo, da abbinare ai formaggi fino alla preparazione di gustose bevande. Sapevi che il miele è ottimo anche per la cura di mani e piedi?. 

Miele nelle ricette dolci

Il miele è molto adatto per la preparazione di dolci che non richiedono la cottura (vedi 5 tipi di cottura sana) oppure quelle in cui viene aggiunta a cottura ultimata. Pensate per esempio agli struffoli campani (dolce tipico natalizio) oppure alle castagnole o le cartellate pugliesi.

In base al cibo o alla bevanda che decidiamo di preparare bisogna scegliere la tipologia di miele adatta come aroma e sapore. Per la preparazione di dolci è consigliato il MIELE MILLEFIORI, per ottenere torte e biscotti più soffici e dalla colorazione dorata.

Mele nelle bevande

Quante volte avete usato il miele per dolcificare il latte, tisane e camomilla. Una scelta giusta per sostituire lo zucchero (meno salutare e più dannoso per la salute). E’ bene sapere che ogni tipologia di miele è adatto per la preparazione di una particolare bevanda.

  • miele di eucalipto: sciolto in acqua fresca e limone diventa una bevanda dissetante e rinfrescante
  • miele di lavanda: ottimo se sciolto nel latte
  • miele d’arancio: da preferire per le bevande a limone e agrumi
  • miele di tiglio: usato per le tisane e infusi
  • miele di montagna: usato per yogurt aspri

Miele nelle ricette salate

In cucina le ricette salate e agrodolci sono l’ultima tendenza di chef e casalinghe appassionate di fornelli. Per questo tipo di piatti è opportuno usare miele millefiori o miele alle erbe aromatiche. Se dovete glassare le carni arrosto al forno è importante irrorare con il miele la carne durante la cottura.

In questo modo la superficie della carne risulterà dorata e croccante. Il miele è ottimo anche per marinare carne di maiale e selvaggina, le renderà morbide e dolci se cotte alla griglia  o fatte allo spiedo. Il miele viene impiegato anche nella preparazione di verdure in agrodolce. L’unica accortezza sono le dosi (basta diminuire del 10/20 % la dose rispetto allo zucchero perchè il miele è molto più dolce).

Miele con i formaggi

Abbinare il miele ai formaggi è un’usanza tipica greca e nelle regioni del Nord Est Italia ed europeo. Fate lavorare la fantasia ricordandovi delle regole basilari di accoppiamento. Esempi:

  • miele d’acacia: si sposa bene con il gorgonzola, provolone e pecorino
  • miele d’eucalipto: con i formaggi saporiti
  • miele millefiori: con i formaggi stagionati
  • miele di castagno: caciotte
  • miele di corbezzolo: con la ricotta

Come si conserva il miele?

Innanzitutto dobbiamo dire che la scelta del miele è importante, optate sempre per quello 100 % italiano. Evitate miele di provenienza estera (fuori dalla Comunità europea) dove la legislazione non è severa nel controlli e ci sono più rischi di contaminazione del prodotto.

Per quanto riguarda la conservazione, il miele è un alimento che non viene attaccato molto facilmente da batteri e muffe e si conserva molto bene. Sulle confezioni c’è una data di scadenza (in genere dopo circa 2 anni dal confezionamento) dopo la quale il miele può perdere qualità organolettiche e nutritive (senza essere nocivo alla salute).

Tenetelo sempre in un luogo fresco (temperatura media di 20 °C), asciutto e ben chiuso ermeticamente al riparo da fonti di luce. Quando non è buono i miele? Il miele va gettato se nell’aprire la confezione notate una patina schiumosa con bollicine, perchè vuol dire che ha fermentato.

Esistono tante altre tipologie di miele con gusto e sapore diverso: miele di bosco, miele di girasole, miele di erica, miele di melata d’abete, miele di quercia, miele di tarassaco, miele di timo, miele di rododendro, miele di ginepro, miele di manuka.