Rimedi naturali per i capillari in evidenza

5.010 views
gambe gonfie ritenzione idrica

I capillari fragili, rotti o in evidenza – che prendono il termine medico di teleangectasie – sono un disturbo molto comune, specialmente nelle donne, e tende a peggiorare durante la stagione estiva.

Consistono in una dilatazione dei capillari o dei vasi sanguigni superficiali che poi, a livello estetico, sfocia in una ragnatela di vene blu o rosse molto visibili. Spesso sorgono sulle gambe ma è possibile trovarle anche in altre parti del corpo come, ad esempio, il viso.

Da cosa dipendono i capillari in evidenza?

Nella maggior parte dei casi, il problema delle vene in evidenza dipende da problemi di tipo ormonale, di norma degli squilibri che alternano la permeabilità delle pareti dei vasi del microcircolo.

Motivo per il quale, le teleangectasie compaiono soprattutto durante il ciclo mestruale e la gravidanza, in menopausa o quando si assumono contraccettivi ormonali.

In alcuni casi, però, questo fenomeno sorge per motivazioni diverse: può essere anche un sintomo di un’insufficienza venosa, perché il sangue non riesce a fluire dai piedi al cuore e ristagna nelle gambe.

A ciò sono spesso associati altri sintomi, come gonfiore, pesantezza e formicolii.

A volte, infine, la teleangectasia può dipendere anche da una predisposizione familiare e, in questo caso, anche fattori apparentemente innocui – come il calore e l’esposizione diretta al sole – possono favorire la comparsa del problema, visto che i vasi sanguigni risultano già fragili.

In ogni caso, prima di incominciare qualsiasi tipo di cura – che si tratti di un rimedio naturale, farmaceutico o di un trattamento estetico – è importante chiedere il parere di un medico per scoprire quale sia la causa del nostro problema.

Consigli utili per le vene in evidenza

Prima di capire quali siano i rimedi naturali che si possono adoperare per aiutarsi contro questo inestetismo, dobbiamo parlare di qualche piccolo accorgimento utile a prevenire e dare sollievo dalle teleanfectasie.

E’ importante, innanzitutto, non condurre una vita sedentaria e praticare attività fisica in maniera costante, seguendo nel contempo una dieta equilibrata, priva di grassi e ricca di vitamina C per restare nel proprio peso forma. Lo sport, invece, serve a stimolare il flusso sanguigno e ad evitare ristagni di sangue nelle gambe.

Anche l’abbigliamento è importante: i tacchi troppo alti aggravano la situazione e perciò sono favorite scarpe basse e comode. Bocciati anche vestiti eccessivamente attillati, perché ostacolano la circolazione sanguigna.

Inoltre, anche fumare peggiora la situazione, perché il fumo – a causa dell’alto contenuto di radicali liberi – ha un’azione negativa sui vasi sanguigni.

Infine – come abbiamo già accennato – il calore è dannoso per i vasi sanguigni già fragili. Per questa ragione, è bene evitare fonti di calore diretto come stufe e caminetti, ma anche lampade abbronzanti e bagni di acqua calda. Durante la doccia, sarebbe meglio alternare getti di acqua fredda con getti di acqua calda per migliorare la circolazione.

Rimedi naturali per capillari in evidenza

Nei casi più gravi, i capillari possono essere curati con dei trattamenti specifici e mirati alla risoluzione del problema.

Ne esistono di vario tipo: quello più efficace risulterebbe essere il laser vascolare, che emette energia in grado di distruggere il sangue ristagnante senza danneggiare la pelle.

Molto utilizzata anche la scleroterapia, che sarebbe una tecnica a base di punture con cui si inietta una soluzione sclerosante – cioè in grado di danneggiare le pareti interne – che fa ostruire il capillare e cicatrizzarlo.

Ma passiamo ora ai migliori rimedi naturali, sia di uso esterno che interno, con cui è possibile riscontrare miglioramenti o comunque prevenire il problema nei casi di teleangectasia.

Rimedi ad uso esterno

Le vene in evidenza possono essere curate agendo dall’esterno attraverso una crema o un olio che permetta di ridare elasticità alla pelle. In farmacia si possono comprare moltissime creme rivolte al trattamento di questo inestetismo, ma si può preferire anche un’alternativa naturale.

In questo caso, molto consigliate sono le creme a base di mirtillo o ribes nero oppure qualche olio essenziale da applicare senza fare particolare pressione sulla zona interessata.

Infatti, non è consigliabile agire con dei massaggi direttamente sulla parte colpita dalla teleangectasia, ma è importante invece massaggiare con movimenti circolari delle zone distanti dagli arti interessati, in modo da favorire la circolazione sanguigna.

Rimedi ad uso interno

Per cercare di risolvere il problema internamente, è importante assumere integratori naturali o alimenti che contengono collagene, vitamina C e flavonoidi, tutte sostanze che aiutano a preservare la salute dei capillari.

Via libera, quindi, ai frutti rossi – tra cui troviamo more, lamponi, ciliegie, uva, mirtillo e ribes – che sono antiossidanti e vitaminici e possono essere consumati sia freschi che secchi, sotto forma di decotti e infusi da bere durante la giornata, lontano dai pasti.

Anche la vite rossa, pianta ricca di flavonoidi, vitamine e acidi grassi, ha un’azione vasoprotettrice, antiossidante e antinfiammatoria e per questo motivo può essere assunta come rimedio naturale per i vasi in evidenza, sotto forma di infuso o tintura madre.

Altro rimedio naturale per questo inestetismo è rappresentato dalla centella asiatica, una pianta poco conosciuta (molto utile anche per potenziare la memoria) che presenta un alto contenuto di flavonoidi e per questo elasticizza le pareti dei vasi sanguigni e favorisce la circolazione.

Anche in questo caso, può essere assunta sotto forma di infuso o di tintura madre .

 

 

Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.