Come abbassare il cortisolo con i rimedi naturali

1.160 views
cortisolo ginseng

Chiamato anche “l’ormone dello stress”, il cortisolo è molto spesso uno dei responsabili di problematiche quali la difficoltà nell’addormentarsi, una stanchezza generalizzata, la mancanza di memoria e persino la tendenza a ingrassare.

Nei momenti di maggiore stress psico-fisico infatti, il nostro corpo tende ad aumentare la produzione di questo ormone creando non poche problematiche.

E’ importante quindi provare a tenerlo sotto controllo con rimedi naturali che possano al contempo aiutarci a risolvere la situazione senza provocare ulteriori disturbi.

Che cos’è il cortisolo?

Il cortisolo è come detto un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali che in condizioni normali è indispensabile per il nostro organismo.

Serve infatti a regolare il livello di zucchero nel sangue, oltre a controllare la pressione arteriosa e in generale mantenere un buon equilibrio del metabolismo.

Tuttavia in alcuni casi di forte stress psico-fisico, la sua produzione risulta eccessiva tanto da alterare proprio quegli stessi processi che è incaricato solitamente di tenere sotto controllo.

Diventa quinti fondamentale riuscire a riportare nella norma la sua produzione, partendo intanto da alcuni accorgimenti propri del nostro stile di vita.

Attività fisica

Stress, paure, emozioni represse, sedentarietà. Sono tutte condizioni che aumentano la produzione di cortisolo e che possiamo cominciare a combattere abituandoci a fare una qualche attività fisica in maniera costante.

Non serve fare allenamenti particolarmente lunghi e faticosi (anzi, rischiamo di creare ulteriore stress fisico), ma magari puntare su qualche esercizio “cardio” di durata anche breve.

Venti-trenta minuti di camminata o corsa leggera sono già importanti per “bruciare” un po’ di cortisolo in eccesso.

Lo stesso dicasi per attività dinamiche quali il nuoto o il ciclismo. E’ importante comunque adattare queste attività al proprio corpo, perchè diventino una routine da svolgere una o più volte al giorno senza appesantire troppo l’organismo, ma utili invece a smaltire la tensione in eccesso.

Idratazione

In quanto “tossina” in eccesso, per calare il nostro livello di cortisolo è importante anche mantenersi sempre ben idratati. Dovremo bere almeno due litri di acqua al giorno e possibilmente inserire tra le bevande anche qualche depurativo.

Il Tè nero e il Tè verde sono ottimi in questo senso, ma anche tisane più specifiche per ridurre le tensioni come quelle alla lavanda (utile per abbassare l’ansia) o il Timo (che serve anche come tonico per il sistema nervoso).

Dormire almeno 8 ore

Sembra scontato, ma uno dei rimedi migliori per rimettere il cortisolo in carreggiata è proprio quello di dormire bene. Dato però che proprio l’eccesso di cortisolo complica decisamente il sonno, diventa difficile agire direttamente su questo.

Dovrebbe essere l’insieme delle attività che stiamo svolgendo per tornare in equilibrio ad agevolare poi il nostro ritmo di riposo. Ma certo possiamo darci una mano con i soliti consigli per dormire meglio, validi comunque e a prescindere.

Magari aiutandoci anche in questo caso con qualche tisana sedativa (come quella di Valeriana, particolarmente utile in questi casi).

Alimentazione: pesce si, zuccheri no

Come sempre accade, anche mantenere un’alimentazione equilibrata è fondamentale. In particolare in questi casi è necessario evitare quasi completamente gli zuccheri e i derivati, così come la caffeina e i carboidrati semplici (pane, riso bianco, pasta).

Viceversa, sono sempre molto consigliati gli alimenti ricchi di Omega3 e olio di pesce. Via libera quindi a salmone, sgombro, sardine e branzino, che già da soli possono agevolare molto la riduzione di cortisolo.

E’ poi importante cercare di mangiare poco e spesso, evitando totalmente le grandi abbuffate così come il digiuno (in entrambi i casi avremmo reazioni che portano ad aumentare ancora la produzione di cortisolo).

Mangiare qualcosa ogni 3 ore per evitare picchi di ipoglicemia, sarebbe l’ideale.

Gli integratori

Si possono poi utilizzare degli specifici integratori per aiutare il nostro organismo a combattere l’eccesso di cortisolo. In particolare è possibile utilizzare due elementi che si sono dimostrati molto efficaci in questi casi: olio di pesce e ginseng.

Gli acidi grassi (Omega3) possiamo come detto attingerli direttamente dalla nostra tavola, ma in certi casi è possibile anche avvalersi direttamente di integratori che concentrino la loro azione benefica.

Possiamo però anche utilizzare il ginseng indiano (Ashwagandha), che in base ad alcuni studi si è rivelato ancora più efficace per la riduzione del cortisolo.

Ridurre lo stress

In generale però, è altrettanto necessario che svolgiamo alcune azioni per ridurre a monte il volume di stress che ci avvolge.

Compito di ognuno è trovare le motivazioni e gli interessi che possano portare a uscire da questo ciclo vizioso, magari approfondendo sistemi e tecniche di rilassamento (meditazione, respirazione, yoga).

Molto spesso è sufficiente circondarsi di amici veri con cui passare qualche momento tranquillo, ridere in compagnia facendo due chiacchiere o guardando un film divertente. Insomma, mantenere costantemente un approccio mentale sereno quanto più possibile.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.