Come aiutare la fioritura dell’orchidea?

23370
come-far-fiorire-orchidea

Belle, dalle forme sinuose ed esotiche: le orchidee sono tra le piante più amate, ma anche tra le più difficili da coltivare.

Ne esistono più varietà, ma la più diffusa nel nostro Paese è la Phalaenopsis.

Esigenti quanto affascinanti, non è sempre semplice mantenere la bellezza che hanno quando le compriamo.

Appassiscono, a volte perdono fiori e foglie, le radici possono marcire: tutti problemi che chi abbia mai avuto a che fare con le orchidee conosce bene.

In particolare, nel periodo autunnale, le orchidee formano il corpo del fiore, una sorta di radice aerea che tende pian piano ad allungarsi.

A gennaio, questo dovrebbe svilupparsi e produrre fiori: ma non sempre accade

Ma quali sono i trucchetti per far fiorire le orchidee ed averle rigogliose e belle? Scopriamolo insieme.

Attenzione: se avete dubbi, rivolgetevi sempre al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Dare aria alla pianta

I ristagni d’aria possono inibire la fioritura della vostra orchidea.

Anche se aprire le finestre comporta spesso un abbassamento del tasso di umidità (che, invece, le orchidee amano), far cambiare un po’ d’aria alla stanza è necessario.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Almeno una volta al giorno, aprite le finestre per favorire il ricambio d’aria.

Favorire l’escursione termica

Perché le orchidee sviluppino gli steli (che a gennaio danno poi vita ai fiori), è necessaria un’escursione termica.

Di solito, questo si verifica in modo naturale in autunno, quando le giornate si accorciano.

Spesso, però, con il freddo, portiamo le orchidee in casa dove la temperatura è costante. Questo, in realtà, blocca la fioritura delle orchidee.

Cosa fare?

Nel periodo precedente a gennaio bisognerebbe, in realtà, favorire quest’escursione termica, mettendo le orchidee fuori per alcune ore (a una temperatura non inferiore ai 10 °C).

Innaffiare correttamente

Se è vero che l’orchidea ama l’acqua, non bisogna per questo esagerare!

Normalmente, bisogna innaffiare quando il terreno perde la sua umidità.

Il modo migliore per farlo è per immersione, cioè immergendo il vaso dell’orchidea in una bacinella o un lavandino con pochi centimetri d’acqua. In questo modo, la pianta assorbirà solo l’acqua di cui ha bisogno.

Importante è ricordarvi, nel periodo autunnale, di innaffiare a intervalli più lunghi.

Concimare nel modo giusto

Anche il concime è fondamentale per garantire alle nostre orchidee abbondanti fioriture.

Sono tanti i concimi e i fertilizzanti in commercio specifici per questa pianta: in alcuni casi la dose raccomandata è mensile (quando il concime è a rilascio graduale) oppure settimanale.

I fertilizzanti più adatti per le orchidee sono a base di azoto, fosforo e potassio, con una certa percentuale di ferro.

Nel periodo autunnale, diminuite la concimazione, riducendola a circa la metà del dosaggio consigliato.

Controllare l’umidità

In molti dimenticano che le orchidee sono piante tropicali e che, quindi, amano un tasso di umidità piuttosto elevato.

Di norma, l’orchidea ama un tasso di umidità che va tra il 40% e il 70%.

Nei mesi invernali, se l’umidità è troppo bassa, provate a cambiare stanza per la vostra pianta: di solito, il bagno è la stanza della casa con l’umidità più adatta.

In alternativa, potete vaporizzare regolarmente un po’ d’acqua sulla chioma dell’orchidea o acquistare dei vassoi specifici che aiutano a mantenere alto il tasso di umidità.

Trovare la giusta luce

Il giusto apporto di luce è fondamentale per la fioritura delle nostre orchidee.

Queste piante amano la luce, anche se non quella diretta del sole: l’ideale è metterla sul davanzale di una finestra con un vetro opacizzato o una tendina filtrante.

Se le tenete all’aperto, assicuratevi di non tenerle in pieno sole.

Ovviamente, molto dipende anche dalla varietà di orchidea che possedete.

Queste regola valgono per la Phalaenopsis. Altre specie, come la Cattleya e il Dendrobiums, amano invece una luce molto intensa e diretta.

E per le altre piante?

Consigli su come coltivare altre piante? Leggete i nostri suggerimenti per avere piante sempre rigogliose e verdi!

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".