Come profumare la Cucina in Inverno dopo che hai cucinato e non puoi aprire le finestre?

238
come-profumare-cucina-inverno

Durante l’inverno la prima cosa che facciamo è chiudere finestre e balconi per accendere i termosifoni e spargere il calore in tutta la casa!

Questa, senza dubbio, è una delle sensazioni più belle e rilassanti, in particolar modo dopo un’intensa giornata di lavoro o in generale di stress.

Tuttavia, ci sono delle circostanze in cui tenere gli ambienti aperti risulta quasi necessario. Pensiamo, ad esempio, a quando si cucina: la puzza di frittura, di arrosto o di cibi dall’aroma intenso si espande in casa e non sappiamo come rimuoverla senza congelarci!

Bene, oggi vi dirò tutto su come profumare la cucina in inverno dopo che avete cucinato e non potete aprire le finestre!

Togliere i cattivi odori

Prima di vedere qualche trucchetto semplice e veloce per profumare, bisogna capire anzitutto come togliere i cattivi odori. Questa fase è molto semplice, nonché estremamente utile in inverno quando avete le finestre e i balconi chiusi.

Aceto

Primo tra i rimedi che vi dirò è l’aceto! Come ben saprete, quest’ingrediente ha tante diverse proprietà: sgrassa, pulisce, lucida l’acciaio e soprattutto neutralizza gli odori!

Dunque, perché non sceglierlo in cucina per dire addio alla puzza?

Il metodo è facile, dovrete soltanto riempire mezzo bicchiere d’aceto, posizionarlo sul piano cottura e lasciarlo lì un’intera notte, di modo che riesca a “mangiare” i cattivi odori.

Se vi capita di dover neutralizzare la puzza dopo il pranzo e lo stesso non volete aprire le finestre, potete mettere il bicchiere per tutto il pomeriggio e vedrete che risultato!

Bicarbonato

Quando si tratta di rimuovere qualsiasi tipo di odore mal gradito, non possiamo fare a meno di pensare al bicarbonato!

In cucina, tra l’altro, viene adoperato spesso e volentieri per le puzze all’interno del frigo o per pulire il forno. Quindi, non vi pentirete di sceglierlo come rimedio in questo caso!

Come per l’aceto, si tratta di compiere un semplice passaggio, riempite un bicchiere di bicarbonato e mettetelo sempre sul piano cottura o nelle zone critiche della cucina dove avvertite la puzza.

Lasciatelo tutta la notte o tutto il pomeriggio, a seconda del momento della giornata in cui necessitate di neutralizzare gli odori!

Spargere un buon profumo

Una volta che abbiamo lasciato alle spalle i cattivi odori, non ci resta che spargere un buon profumo in cucina! In che modo? Se siete curiosi di saperlo, scoprite i seguenti rimedi naturali!

Oli essenziali

Gli oli essenziali in cucina possono risultare dei validi alleati, data la loro fragranza molto intensa che contrasterà la comparsa di varie puzze.

Dal momento che la cucina è un ambiente molto vissuto, dove occorre un profumo forte, vi consiglio di adoperare oli essenziali agli agrumi!

Tutto quello che dovrete fare è prendere un batuffolo di ovatta o un disco di cotone e inumidirlo con 5/6 gocce di olio essenziale. Posizionateli poi negli angoli dei mobili in cucina e in poco tempo sentirete un fantastico profumo!

Succo di limone

Se non avete degli oli essenziali, ma non volete rinunciare a profumare la cucina, non vi resta che scegliere il succo di limone!

Quando questo agrume viene premuto, subito ci accorgiamo dell’inebriante odore che sparge in cucina e in casa!

Per questo metodo, ciò che bisogna fare è filtrare il succo di 3 o 4 limoni, metterlo in un vaporizzatore spray con 1 bicchiere di acqua calda e spruzzarlo in tutta la cucina!

Potete anche spruzzare la miscela dopo aver lavato il lavello e il piano cottura in acciaio: vaporizzate su tutta la superficie e dopo passate un panno in microfibra, vedrete che saranno lucidi!

Pot pourri

Infine, se vogliamo prediligere qualcosa che ci riporti alle stagioni autunno/inverno, la scelta giusta è il pot pourri!

Questo di solito lo si mette in soggiorno per abbellire i centrotavola o i posacenere, ma anche in cucina potrà spargere un bellissimo profumo!

Createne uno tutto vostro, oppure procuratevi quello che più vi piace e posizionatelo in un vaso da mettere poi su un mobile in cucina: avrete adornato e profumato il vostro ambiente!

Avvertenze

Non utilizzare le fragranze descritte in caso di ipersensibilità o allergie. Inoltre se notate cattivi odori che fuoriescono dalla cappa o dai vari elettrodomestici, valutate di sentire il parere di un esperto.