Come pulire il fornetto elettrico in modo naturale?

319
come-pulire-fornetto

Non tutte ci serviamo del forno tradizionale per preparare pietanze super gustose tutte da assaporare: c’è, infatti, chi preferisce avere un fornetto elettrico.

Questo piccolo elettrodomestico, indicato soprattutto per cucinare poche porzioni, ha il vantaggio di essere più pratico e versatile.

Tuttavia, come il forno tradizionale, tende a sporcarsi facilmente e a presentare incrostazioni di grasso. Quindi, vediamo insieme come pulirlo in maniera facile e veloce!

Pulizia parti removibili

Il fornetto, così come il forno, è composto da parti removibili quali la leccarda o il vassoio inferiore utilizzato per raccogliere le briciole.

Pertanto, partiamo prima dalla pulizia di queste componenti, in quanto più semplice e immediata. Vediamo in che modo!

Limone

Per pulire queste componenti removibili, potete utilizzare un agrume dalle proprietà sgrassanti e disincrostanti molto efficaci: il limone!

Inoltre, è noto anche per la sua capacità di rimuovere le macchie di grasso dalle superfici e di profumare tutto ciò con cui viene a contatto!

Prendete, quindi, un limone e tagliatelo a metà. Nel frattempo, cospargete la leccarda o il vassoio con il bicarbonato.

Lasciate agire il bicarbonato per 10 minuti, dopodiché utilizzate la metà del limone come se fosse una spugna abrasiva e passatela sulle macchie ostinate. Lasciate agire altri 10 minuti, poi risciacquate il tutto.

In alternativa, potete anche utilizzare il succo di limone. Mettete in ammollo la leccarda o il vassoio in acqua calda e aggiungete il succo di un limone. Lasciate, quindi, agire per circa 20 minuti.

Infine, passate una spugna e risciacquate la teglia. Addio macchie di grasso e incrostazioni!

N.B Ricordatevi sempre di lasciare raffreddare il fornetto elettrico prima di procedere con la pulizia e di staccare la presa dalla corrente.

Bicarbonato

Un altro ingrediente che potete utilizzare per pulire a fondo la leccarda e i vassoi del forno consiste nell’utilizzare il bicarbonato di sodio.

Questo ingrediente, infatti, è un disincrostante naturale e svolge una leggera azione abrasiva in grado di rimuovere tutti i residui di cibo incrostato.

Iniziate, quindi, con il prendere una manciata di bicarbonato e distribuitelo lungo tutta la superficie della leccarda fino a formare uno strato uniforme in grado di garantire una pulizia efficace.

A questo punto, aggiungete acqua molto calda fino a coprire tutte le parti che presentano le incrostazioni.

Lasciate agire per circa mezz’ora. Dopodiché, utilizzate una spugna per rimuovere le incrostazioni ormai ammorbidite.

Il bicarbonato, infatti, essendo lievemente abrasivo tenderà ad ammorbidire l’incrostazione e a far sì che la possiate rimuovere passando solo una spugna.

Infine, risciacquate la leccarda e procedete al comune lavaggio con un detersivo ecologico per piatti. Per un effetto più efficace ed ottimale, potete anche combinare il bicarbonato di sodio con l’aceto bianco.

Cospargete, quindi, la leccarda con bicarbonato e aggiungete, poi, l’aceto sopra. Lasciate agire per qualche ora o per tutta la notte in caso di macchie di grasso davvero ostinate.

Il giorno dopo, utilizzate una spugnetta abrasiva, strofinate sulle macchie e risciacquate la teglia sotto l’acqua corrente.

Pulizia pareti interne

Una volta pulite la leccarda e il vassoio, è ora di passare alla pulizia delle pareti interne del fornetto, ovvero il “vano forno”. Ecco gli ingredienti naturali da utilizzare!

N.B Prestate attenzione alle resistenze presenti nel fornello e ricordatevi sempre che non devono bagnarsi. Perciò, non spruzzate su questa parte alcun prodotto.

Aceto

L’aceto è un ingrediente che vanta proprietà sgrassanti, disincrostanti e anti odore. Per questo, è l’ideale per rimuovere lo sporco e le incrostazioni dalle pareti interne del fornetto.

Aggiungete, quindi, mezzo bicchiere di aceto (aceto bianco o aceto di mele) in 1 litro di acqua e mescolate gli ingredienti. Versate, poi, il tutto in un flacone spray.

A questo punto, spruzzate la miscela sulle pareti e insistete, in particolare, sulle parti in cui sono presenti maggiormente le macchie.

Infine, strofinate con una spugnetta imbevuta di acqua fino a rimuovere tutto lo sporco e risciacquate con un panno inumidito.

In alternativa, potete anche portare a ebollizione 2 bicchieri di aceto bianco di alcool e versarli, poi, idue ciotole.

Riponetele, quindi, nel forno quando sono ancora fumanti e lasciatele agire per circa 30 minuti. Durante questo tempo di posa, infatti, i fumi ammorbidiranno lo sporco e le incrostazioni presenti.

A questo punto, aprite lo sportello e risciacquate con acqua e aceto bianco lavando via gli ultimi residui e ottenendo, così, un forno pulitissimo.

N.B Utilizzate sempre una spugna ben strizzata così da non far colare l’acqua all’interno del fornetto.

Sale e bicarbonato di sodio

Un altro rimedio efficace consiste nel combinare insieme il sale e il bicarbonato.

Entrambi, infatti, svolgono una leggera azione abrasiva pulente, in grado di rimuovere le macchie di olio bruciato più ostinate.

Prendete, quindi, una ciotola e riempitela per metà di sale grosso e per metà di bicarbonato di sodio. Aggiungete un po’ d’acqua tiepida (non troppa) e mescolate, così da ottenere un composto pastoso.

Applicate il composto direttamente sulle macchie, fino a ricoprirle completamente. Lasciate agire per almeno un’ora. Poi, con una spugnetta imbevuta, strofinate, rimuovendo la patina del composto e l’incrostazione.

Altri consigli utili

Ora, il vostro fornetto è pulito e privo di macchie. Vale la pena, però, conoscere altri accorgimenti utili per mantenerlo pulito più a lungo.

Innanzitutto, vi consigliamo di rivestire la teglia di carta d’alluminio, in modo tale da evitare che gli schizzi di grasso e di unto la sporchino. Vi basterà, infatti, rimuovere il rivestimento e risciacquare la teglia con un po’ di acqua e sapone.

Inoltre, è consigliabile pulire il fornetto dopo ogni utilizzo così da non far fissare le incrostazioni e velocizzare, quindi, le operazioni di manutenzione.

Per la pulizia del vetro dello sportello, potete utilizzare gli stessi prodotti utilizzati per la pulizia delle pareti interne; tuttavia, ricordatevi sempre di utilizzare una spugna non abrasiva per non graffiarlo.

Avvertenze

Durante la pulizia dell’elettrodomestico, assicuratevi che non sia collegato alla corrente.

Fate attenzione durante la pulizia interna; è consigliabile, infatti, consultare le indicazioni del produttore così da evitare di danneggiare il prodotto.

Pulizia elettrodomestici

Se volete altri consigli per avere i vostri elettrodomestici sempre puliti, vi suggeriamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.