Mai più puzza in lavastoviglie con questi trucchetti naturali!

1671
lavastoviglie-che-puzza

Niente è più sgradevole che aprire la lavastoviglie e sentire odori strani o sgradevoli.

Eppure molte lavastoviglie tendono ad accumulare sporcizia ovunque e diventano, così, il covo dei batteri e di microorganismi.

La cosa più fastidiosa, poi, è ritrovarsi quella stessa puzza sulle stoviglie lavate e “pulite”.

Ma non c’è più bisogno di disperarsi, perché esistono dei rimedi naturali per pulire a fondo ed efficacemente la lavastoviglie, così da eliminare i cattivi odori.

Siete curiose di sapere quali sono?

Scopriamoli insieme!

N.B Vi consigliamo di seguire sempre le etichette di produzione prima di seguire i rimedi suggeriti e di consultare un tecnico.

Cause del cattivo odore

I cattivi odori provenienti dalla lavastoviglie sono dovuti, in particolare, ai ristagni di acqua e all’eccessiva umidità.

Queste, infatti, aiutano le muffe, i batteri e i germi a rigenerarsi e a causare, così, i cattivi odori.

Quindi, è necessario seguire i nostri rimedi costantemente nel tempo, per liberarsi totalmente della puzza.

Lavaggi a vuoto

Per rimuovere i cattivi odori dalla vostra lavastoviglie, è necessario azionare un lavaggio a vuoto almeno una volta al mese.

Per il lavaggio a vuoto, potete affidarvi a rimedi naturali ed economici quali aceto di mele o aceto bianco, succo di limone e bicarbonato.

Acido citrico

Uno dei metodi più efficaci per eliminare i cattivi odori in lavastoviglie è l’acido citrico.

Questo composto, contenuto anche negli agrumi, si presta a molteplici usi ed è un potete detergente ecologico!

Ha proprietà anticalcare ed elimina tutti i cattivi odori presenti in lavastoviglie e anche in lavatrice.

In più, usarne un po’ ogni giorno fa di lui un potente brillantante per le nostre stoviglie, che non saranno mai più rovinate!

Il procedimento è semplicissimo: sciogliete 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua demineralizzata. Meglio ancora se tiepida.

Se dovete fare il lavaggio a vuoto, versate l’intero liquido nella lavastoviglie e fare partire un lavaggio ad alte temperature.

Se invece vorrete usarlo come brillantante, una tazzina da caffè ad ogni lavaggio nell’apposita vaschetta.

Aceto bianco o aceto di mele

L’aceto è un potente sgrassante in grado di deodorare i cattivi odori e di rimuovere resti di cibo e grasso.

Tutto ciò che dovete fare, quindi, è mettere un bicchiere di aceto sul cestello superiore della lavastoviglie prima di azionare un ciclo di lavaggio a vuoto ad alta temperatura.

Attenzione! C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto a contatto con alte temperature. Sembra che il suo approccio non sia propriamente ecologico, perciò l’ideale sarebbe prediligere metodi alternativi, primo tra tutti l’acido citrico.

Succo di limone

Un altro rimedio molto efficace per sgrassare la lavastoviglie è il succo di limone.

Vi basterà solo aggiungere il succo di limone in un bicchiere e posarlo nel cestello del lavaggio, oppure direttamente un mezzo limone senza semi.

A questo punto, azionate il ciclo ad alta temperatura a vuoto.

Inoltre se mettete mezzo limone in lavastoviglie ad ogni lavaggio, potrete profumarla in modo naturale. I piatti saranno ben sgrassati!

Bicarbonato di sodio

Infine, potete utilizzare il bicarbonato di sodio che, oltre ad eliminare il cattivo odore, è anche un brillantante naturale.

Per pulire la lavastoviglie con il bicarbonato, vi basterà cospargerlo all’interno della lavastoviglie e avviare il lavaggio a vuoto e ad alta temperatura.

Il suo alto potere sgrassante pulirà a fondo la lavastoviglie ed eliminerà i cattivi odori!

Per un’azione ancora più sgrassate e pulente, potete combinare insieme l’aceto e il bicarbonato.

Come pulire la lavastoviglie

Una volta visto come eliminare i cattivi odori, vediamo ora insieme come pulire la lavastoviglie.

Eliminare i cattivi odori, infatti, non è una soluzione definitiva perché tende solo a coprire il problema. La vera soluzione, quindi, è pulire a fondo la lavastoviglie ed eliminare i resti di cibo attaccati.

Il primo step, quindi, per pulire la vostra lavastoviglie in modo efficace ed evitare che emani cattivi odori è quello di smontare il filtro di scarico.

Togliete, quindi, il filtro (se è rimovibile) e lavatelo con acqua calda e sapone. Il filtro, infatti, è il punto in cui si accumulano tutti i residui di cibo.

Allo stesso modo, smontate le eliche e utilizzate una spazzola per pulirle accuratamente.

Pulite, poi, i cestelli lasciandoli in ammollo in una bacinella con acqua e aceto.

Infine, immergete una spugna nell’aceto bianco e passatela sulla parte interna dello sportello e le pareti della lavastoviglie.

N.B Per la pulizia della lavastoviglie, vi consigliamo di attenervi sempre alle indicazioni del produttore e consultare un tecnico prima di cimentarvi nella rimozione dei filtri e delle eliche.

Altri consigli utili

Vi consigliamo, inoltre, di far controllare i tubi di scarico periodicamente. A volte, infatti, i cattivi odori provengono da lì.

Consultate, quindi, un tecnico per vedere se è il vostro caso.

Inoltre, è consigliabile non lasciare i piatti sporchi dentro per molto tempo e di non inserire piatti sporchi ancora di cibo.

Cercate di azionare il lavaggio a vuoto almeno una volta al mese così da eliminare ogni detrito e ogni resto di cibo.

Se l’odore dell’aceto non vi piace, potete aggiungere nel bicchiere alcune gocce di olio essenziale per rendere ancora più profumata la vostra lavastoviglie.

Per prevenire i cattivi odori, è necessario che seguiate questi accorgimenti e li ripetiate costantemente nel tempo.

Le alte temperature della lavastoviglie, l’umidità e il contatto con i resti di cibo, infatti, la rendono il ricettacolo di batteri.

Avvertenze

Vi consigliamo di seguire sempre le etichette di produzione del vostro elettrodomestico e i consigli di pulizia suggeriti.

Consultate un tecnico in caso di cattivi odori persistenti e prima di cimentarvi nella pulizia di filtri ed eliche.

Evitare l’utilizzo degli ingredienti suggeriti in caso di allergia o ipersensibilità.

Pulizia degli elettrodomestici

Se avete voglia di pulire i vostri elettrodomestici, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.