Come pulire i peluche a secco o con acqua

221
pulire peluche

Il peluche è un giocattolo che non conosce età,  tra i  più amati e regalati (un classico di San Valentino), compagni di giochi o di sonno con tanto di rito della scelta al momento della messa a letto. Belli e morbidosi i peluche purtroppo possono trasformarsi in un ricettacolo di polvere, macchie e simili sia che vengono portati sempre in giro come dei compagni inseparabili sia che restano in camera su letto, poltrona o mensola.

L’accumulo di polvere sui peluche non solo cambia il colore e li rende meno morbidi ma diventa anche un problema di salute perchè può innescare allergie di vario tipo essendo fatti di un tessuto con fibre sintetiche o non del tutto naturali che attirano maggiormente la polvere. Se spazzolare o “sbattere” il peluche non basta più a pulirlo ci sono varie possibilità tra cui scegliere: il lavaggio a secco o quello con acqua e, in quest’ultimo caso, a mano o in lavatrice e successivamente l’asciugatura.

Lavaggio a secco

Non tutti i peluche  possono essere lavati con acqua per la presenza di parti elettroniche (basta pensare a quelli parlanti) o per il tipo di tessuto, altre volte è il clima a rendere poi difficoltosa l’asciugatura: in questi casi bisogna ricorrere al lavaggio a secco. Per pulire i peluche senza acqua occorrono una busta, bicarbonato di sodio e sale, volendo anche qualche goccia di tea tree oil per avere una maggior azione disinfettante.

Il peluche va inserito nella busta di plastica con un cucchiaio di bicarbonato di sodio e uno di sale grosso, si chiude il sacco e si inizia a scuotere energicamente (come quando si mette lo zucchero a velo sul pandoro) per permettere al mix di bicarbonato e sale di posarsi su tutta la superficie del peluche. Lasciando la busta chiusa bisogna far riposare per almeno un paio d’ore (fino a 24) per dare modo al bicarbonato di agire, poi il peluche va tolto dal sacchetto e spazzolato così da eliminare tutti i residui di polvere, volendo si può usare anche un’aspirapolvere leggera.

Lavaggio in lavatrice

Un peluche può essere lavato in acqua e in lavatrice se è indicato sull’etichetta che va sempre controllata prima del lavaggio per non rovinare i pupazzi preferiti del piccolo di casa o il tenero regalo della propria metà. Così come si fa per un normare lavaggio in lavatrice è bene raggruppare più capi, in questo caso peluche, e di colori simili per evitare degli scambi di colore; la temperatura di lavaggio di solito è massimo 30° C con programma delicato e senza centrifuga per non rovinare il tessuto, si consiglia sempre di utilizzare un detersivo liquido, per evitare residui di quello in polvere, e di aggiungere l’ammorbidente.

Una volta terminato il lavaggio il peluche va fatto asciugare all’aria aperta ma non esposto al sole forte, appoggiato sullo stendino e appeso solo se piccolo e quindi più leggero. In base alle dimensioni del peluche e al clima varia il tempo di asciugatura ma in genere non meno di 3-4 giorni.

Lavaggio a mano

Se il numero di peluche da lavare è basso rispetto al carico della lavatrice o se il tessuto è estremamente delicato si può optare per il lavaggio a mano, sempre se indicato sull’etichetta la possibilità del lavaggio con acqua. Il peluche va messo in una bacinella con acqua fredda e una quantità di detersivo moderata tale da non fare eccessiva schiuma. Dopo aver lasciato il peluche a mollo nell’acqua per circa 1 ora si passa al risciacquo con l’aggiunta di ammorbidente e senza strizzarlo all’asciugatura all’aria aperta in una zona ombreggiata.

Per pulire i peluche con acqua ma in maniera rapida si può strofinare con una spazzola bagnata con acqua e bicarbonato così da inumidire soltanto il tessuto e avere un’asciugatura più rapida.