Come stendere i panni per non stirarli

204596
come-stendere-panni-per-non-stirarli

Una delle faccende domestiche più noiose e a volte stancante è di sicuro stirare. Molto spesso aspettiamo che ci sia una pila indefinibile di vestiti che sembra non finire mai.

Per quanto sia una faccenda in alcuni casi necessaria, è possibile avere dei piccoli accorgimenti per evitare di stirare i nostri vestiti.

Questi accorgimenti sono in realtà semplicissimi ma che vi daranno un aiuto importante per evitare di stirare il più possibile!

Analizziamo del diverse fasi per comprendere tutti i consigli utili per panni meno sgualciti e più facili da “trattare”.

Fase del lavaggio

Temperature basse

Uno dei primi accorgimenti che troverete in realtà utilissimo riguarda la temperatura che scegliamo per i lavaggi in lavatrice.

Quando si fanno lavaggi ad alte temperature, i capi tendono ad avere maggiori grinze e di conseguenza dovremo per forza stirarli.

Ovviamente, vi sono dei capi (come la biancheria intima, ad esempio), che hanno necessariamente bisogno di essere lavati ad alte temperature, per questioni igieniche.

Ma uno dei segreti per non stirare i panni è proprio quello di preferire temperature più basse!

Centrifuga

La fase della centrifuga è fondamentale per eliminare l’acqua in eccesso e per “strizzare” meccanicamente i nostri vestiti.

Il punto è che, più li strizza, più i nostri panni tendono a stropicciarsi.

Perciò, quando scegliete il programma che fa per voi, diminuite i cicli della centrifuga. Avrete panni meno strizzati, ma anche meno sgualciti.

Importanza dei tessuti

Non dimentichiamo che è molto importante seguire le indicazioni di lavaggio che troverete sull’etichetta, in modo da lavare i panni senza rovinarli.

Ma anche la composizione del tessuto è molto importante. Meglio prediligere capi in cotone o anche jersey.

Inoltre, soprattutto riguardo al discorso delle camicie, esistono in alcuni negozi specializzati dei tessuti “non-stiro”, che ci danno la possibilità di evitare questa odiatissima faccenda domestica.

Da evitare sono i capi in poliestere, che tendono ad avere grinze molto facilmente, ma allo stesso tempo sono molto difficili da rimuovere.

Quando si stendono

Veniamo ora alla fase più importante, che ci permette di stendere i nostri vestiti senza avere il bisogno di stirarli. Ecco i nostri consigli per voi!

Stenderli subito

Sembra banale, ma quando il programma della lavatrice è giunto ormai al termine, non lasciamo i panni nel cestello.

Il problema si riscontra perché, quando li abbandoniamo per un po’ in lavatrice, non solo possono presentare del cattivo odore, ma allo stesso tempo si “accartocciano” e avranno delle pieghe maggiori.

Quindi, con un po’ di pazienza e organizzazione, tirate subito i vostri vestiti e procedete con lo stenderli.

Come stendere i panni

Questi metodi sono antichi e allo stesso tempo efficaci. Ricordate che le nostre nonne usavano “sbattere” letteralmente i panni prima di stenderli?

Beh, questo gesto che ci riporta a bellissimi ricordi è in realtà uno step fondamentale per “stirare” i vestiti da bagnati.

C’è poi un altro problema: il segno delle mollette! Spesso nemmeno il ferro da stiro riesce ad eliminare quei segni.

Ma niente paura, abbiamo la soluzione: disponete le mollette in punti nascosti di maglie e pantaloni. Potete farlo in prossimità delle cuciture, per esempio sotto le ascelle o lateralmente.

Ma se i vostri panni ve lo permettono, evitate proprio di utilizzarle!

In più, per alcuni capi come le polo o anche le camicie, vi aiuterà moltissimo a stenderli dopo averli riposti sulle grucce.

In questo modo, non avranno alcun segno e di distenderanno senza doverli stirare!

Attenzione! Quando stendiamo i panni, stendiamoli alla rovescia, questo ci faciliterà il lavoro anche quando li pieghiamo.

Asciugatura

Quando i panni si saranno asciugati, toglieteli dallo stendibiancheria e non lasciateli per troppo tempo a “marcire” sulla sedia!

Questo piccolo errore (un po’ come lasciare i panni in lavatrice), vi porterà alla formazione di nuove pieghe. In questo caso, stirare sarà inevitabile!

Un altro piccolo accorgimento è stirarli con le mani quando li pieghiamo. Sembra un gesto automatico e di poco conto, ma “accarezzare” i vestiti ci aiuterà a non stirarli successivamente.

Stiratrice verticale

Questo elettrodomestico, anche se non conosciuto da tutti, può fare la differenza se avete bisogno di un vestito all’ultimo momento e senza alcuna grinza.

Se ne trovano di tutti i tipi e di diverse fasce di prezzo. La stiratrice verticale è una validissima alternativa al classico ferro da stiro.

Risulta per molti più veloce e meno faticosa, senza rinunciare a un risultato ottimale!

Per chi ha l’asciugatrice

Un ulteriore consiglio va a coloro che utilizzano l’asciugatrice. Questo grandissimo alleato in casa può contribuire a limitare la fase dello stiro dei nostri capi.

Alcune presentano una vera e propria funzione “anti-stropiccio”, oppure decidete di avviare programmi più delicati.

Avvertenze

Ricordiamo che è importantissimo leggere l’etichetta dei nostri vestiti, in modo da lavarli secondo le giuste modalità e senza fare errori.

Altri consigli utili

Per le pulizie e la cura della casa, vogliamo lasciarvi altri consigli:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.