Come pulire la lavatrice che puzza?

532
come-pulire-lavatrice-che-puzza

La lavatrice è l’elettrodomestico nostro alleato di cui proprio non possiamo fare a meno! È grazie ad essa, infatti, che possiamo permetterci di sfoggiare capi sempre freschi, puliti e profumati senza molti sforzi.

Purtroppo, però, necessita di molta cura e attenzione, perché tende facilmente a sporcarsi e puzzare a causa dell’accumulo di detersivo, di calcare o di sporco.

Oggi, quindi, vogliamo svelarvi tutti i metodi per pulire la lavatrice che puzza e tornare ad avere un bucato profumato più che mai!

Pulizia componenti

Innanzitutto, la puzza potrebbe essere dovuta a una pulizia non adeguata dell’elettrodomestico e alla formazione di sporco e di calcare nelle componenti.

Per tale ragione, iniziamo dalla loro pulizia!

Cestello

Il cestello è la componente della lavatrice che dovrebbe essere lavata più spesso, perché è qui che appoggiamo i nostri capi ed è qui che i nostri capi vengono a contatto con sporco e calcare.

Perciò, è molto importante tenerlo pulito per evitare di trasferire i cattivi odori e lo sporco sul nostro bucato.

Per la sua pulizia, potete utilizzare il bicarbonato, un ingrediente in grado di sgrassare e limitare la proliferazione batterica e di neutralizzare i cattivi odori.

In un secchio contenente acqua tiepida, aggiungete 3 cucchiai di bicarbonato e immergete al suo interno un panno in microfibra.

Passatelo, poi, sulle pareti interne del cestello e risciacquate con un panno inumidito.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

In alternativa, potete procedere con i lavaggi a vuoto, che vedremo di seguito.

Guarnizione

La guarnizione tende spesso a presentare sporco e cattivi odori dovuti all’ accumulo di detersivo o ai ristagni d’acqua in quanto trattiene l’umidità.

Inoltre, può essere anche soggetta anche a formazione di muffe o deterioramento. Per la sua pulizia, potete utilizzare questi due trucchetti.

Il primo consiste nell’utilizzare l’aceto di mele, il quale ha proprietà anti-odore e antibatteriche ed è in grado di pulire in profondità.

Vi basterà versare qualche goccia di aceto di mele su un panno in microfibra umido e passarlo direttamente sulla guarnizione. Per potenziarne l’efficacia, provate a combinarlo con del tea tree oil, un olio essenziale noto soprattutto per la sua capacità di prevenire la formazione della muffa.

Il secondo trucchetto, invece, può essere utilizzato in caso di sporco più incrostato e prevede l’utilizzo di ingredienti quali il limone, il bicarbonato e l’aceto.

Mescolate un po’ ad occhio, quanto basta per formare una pasta. Con l’aiuto di uno spazzolino umido, poi, distribuite il composto su tutto l’interno della guarnizione.

Infine, risciacquate e asciugate.  La vostra guarnizione sarà pulita e profumata!

Oblò

L’oblò è la “porta di ingresso” della lavatrice, su cui spesso si accumula polvere e sporco.

Per pulirlo, vi basterà preparare una soluzione formata da circa 100 ml di aceto bianco500 ml di acqua e 1 cucchiaio di bicarbonato.

Mescolate, quindi, gli ingredienti e versate il tutto in un flacone spray. Spruzzate la soluzione così ottenuta sulle pareti esterne della lavatrice e sull’oblò e passate, poi, una spugna morbida non abrasiva.

Filtro

Il filtro della lavatrice è una componente che tende a sporcarsi e ad intasarsi a causa dello sporco, del calcare e dei residui di detersivo. Per rimuovere tutto lo sporco da questa componente, dovete estrarla.

Prendete, quindi, una piccola bacinella che possa raccogliere tutta l’acqua sporca che fuoriesce dal filtro. Poi, svitatelo e sciacquatelo sotto l’acqua corrente.

Dopodiché, utilizzate uno spazzolino e una sorta di pasta formata da bicarbonato e acqua e strofinate sul filtro per disincrostare i residui di calcare e di sporco.

N.B Prima di pulire il filtro, ricordatevi di chiudere l’acqua e non tenere in funzione la lavatrice.

Vaschetta detersivo

Ovviamente, per concludere, non poteva mancare la vaschetta del detersivo.

Per lavarla in maniera efficace, conviene sempre estrarla dalla lavatrice premendo il bottone apposito, di solito posto accanto o sopra lo scomparto dell’ammorbidente.

A questo punto, riempite una bacinella con metà aceto bianco e metà acqua calda e mettete la vaschetta in ammollo al suo interno per qualche minuto.

Dopodiché, utilizzate uno spazzolino da denti vecchio e strofinate su tutta la superficie del cassettino.

Infine, concludete con una sciacquata sotto l’acqua corrente, lasciate asciugare bene e voilà, è fatta!

Lavaggi a vuoto

Una volta visto come pulire le singole componenti, è il caso di procedere con i lavaggi a vuoto, in grado di pulire il cestello e gli scarichi da cui potrebbe derivare il cattivo odore.

Bicarbonato

Tra gli ingredienti naturali più utilizzati per il lavaggio a vuoto in lavatrice ricorre il bicarbonato.

Un lavaggio a vuoto con il bicarbonato, infatti, può rivelarsi utile se abbiamo bisogno di “purificare la nostra lavatrice”.

Per provare questo trucchetto, vi basterà aggiungere 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio nel cassetto della lavatrice e avviare il lavaggio a vuoto ad alte temperature.

Vi consigliamo di diluire il bicarbonato in un po’di acqua per evitare di intasare i tubi. In alternativa, potete anche spargere il bicarbonato direttamente nel cestello.

Questo rimedio può essere ripetuto spesso per prevenire la formazione di sporco, di calcare e di residui di detersivo.

Inoltre, vi permetterà di dire anche addio ai cattivi odori!

Acido citrico

Un altro metodo molto efficace per pulire il cestello è fare un lavaggio a vuoto in lavatrice con l’acido citrico.

Si tratta di un composto derivante dagli agrumi che è un potente anticalcare ed elimina tutti gli odori.

Grazie al suo approccio eco-friendly, inoltre, potete usarlo per fare un efficace lavaggio a vuoto in lavatrice senza inquinare l’ambiente.

Tutto ciò che dovrete fare è sciogliere 150 gr di acido citrico in 1 litro d’acqua tiepida, meglio se demineralizzata.

Versate, poi, l’intera miscela nel cestello e fate partire il ciclo di lavaggio ad alte temperature. La vostra lavatrice sarà più pulita che mai!

Aceto

L’aceto per il lavaggio a vuoto è sicuramente il rimedio più noto e anche adoperato dalle nostre nonne, in quanto è un ottimo anticalcare, sgrassante e pulente ed elimina i cattivi odori.

Per effettuare un lavaggio a vuoto, potete versare circa 1 litro direttamente nel cestello.

Oppure, in alternativa potete versare l’intero contenuto su un asciugamano bello doppio e inserirla nel cestello.

Programma ad alte temperature e voilà… il gioco è fatto!

N.B: C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto in lavatrice, a causa del suo impatto non proprio ecologico sull’ambiente, sebbene sia meno inquinante di molti detersivi in commercio. Per questo, meglio prediligere l’acido citrico.

Avvertenze

Vi raccomandiamo di valutare con un professionista lo stato della vostra lavatrice per comprendere al meglio le cause del cattivo odore.

prodotti elencati sono del tutto naturali, ma è meglio assicurarsi di poterli utilizzare nella propria lavatrice. I modelli sono diversi e i materiali possono cambiare.

Altri consigli… in lavatrice!

Non è finita qui! Ecco tutto quello che dovete sapere sulla lavatrice e il bucato:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.