Aloni bianchi dopo la lavatrice? Ecco perché…

250
aloni-bianchi-vestiti

Quante volte avete notato residui bianchi sui vostri vestiti appena lavati?

Immagino molte volte!

Possono essere delle vere e proprie macchie bianche, delle strisce lasciate sui vestiti scuri o dei residui blu e verdi lasciati sui vestiti di colore più chiaro.

Insomma, in ogni caso, queste macchie sono non sono proprio belle da vedere, perché non ci permettono di indossare la nostra maglietta pur avendola lavata.

Ma come mai si formano gli aloni bianchi sui vestiti? Scopriamolo insieme!

N.B Vi ricordiamo sempre di consultare prima le etichette di lavaggio dei vostri capi prima di provare i seguenti rimedi

Detersivo per bucato in polvere

Se utilizzate il detersivo per bucato in polvere, potrebbe essere la causa.

A volte, infatti, il detersivo non riesce a dissolversi completamente e tende, quindi, ad accumularsi.

Perciò, vi consigliamo sempre di versare il detersivo in polvere nella lavatrice vuota prima ancora di caricare i vostri vestiti.

In questo modo, il detersivo avrà più tempo per dissolversi e non accumularsi.

Se invece state facendo un lavaggio a freddo, vi consigliamo di sciogliere prima il detersivo in polvere in una tazza di acqua calda prima di aggiungerlo alla lavatrice.

Infatti, la polvere del detersivo potrebbe non sciogliersi completamente nell’acqua fredda.

Detersivo liquido

Allo stesso modo, pure i detersivi liquidi potrebbero comportare la presenza di strisce blu sui vostri indumenti.

Questo avviene perché è probabile che versiate il detersivo nel modo sbagliato.

Infatti, non dovete mai versare il detersivo liquido direttamente sugli indumenti asciutti e non dovete mai sovraccaricare la vaschetta della lavatrice.

Anche in questo caso, infatti, il consiglio è quello di aggiungere il detersivo e un po’ di acqua prima di aggiungere il bucato così da farlo disperdere nell’acqua ed evitare che si accumuli.

Le macchie blu sulle vostre magliette saranno solo un brutto ricordo!

Troppo detersivo

Un’altra motivazione alla base degli aloni e le macchie sui vostri indumenti è l’utilizzo di molto detersivo.

La quantità eccessiva, infatti, tende ad accumularsi.

Riducete, quindi, la quantità e ricordatevi che… mettere più detersivo non significa assolutamente bucato più pulito!

Troppo ammorbidente

Molte di noi, dopo il lavaggio con il detersivo, sono abituate ad aggiungere l’ammorbidente per rendere i capi più morbidi e profumati.

Ma sapevate che troppo ammorbidente tende ad appiccicarsi sui vostri capi e a provocare gli aloni tanto indesiderati?

Ebbene sì. Perciò, evitate di versare l’ammorbidente direttamente sui vestiti e utilizzate la quantità minima consigliata.

Pompa dell’acqua intasata o guasta

In caso, laviate i vostri capi con la lavatrice e vi compaiono frequentemente questi aloni, potrebbe essere la pompa dell’acqua intasata o guasta.

La lanugine, il detersivo non disciolto e lo sporco, infatti, possono depositarsi nuovamente sui vestiti se l’acqua fuoriesce dalla lavatrice troppo lentamente.

Perciò, se avete provato tutti i rimedi precedenti ma il problema degli aloni continua a persistere, vi consigliamo di contattare un tecnico per valutare se c’è un problema alla pompa.

A volte la pompa, infatti, può essere intasata a causa di lanugine o altri piccoli oggetti che possono impedire il flusso dell’acqua durante il risciacquo.

Lavatrice sovraccaricata

Anche se a volte preferiamo sovraccaricare la lavatrice il più possibile per risparmiare tempo e denaro, ciò non è sempre una buona idea.

Lavare, infatti, molti capi insieme non lascia abbastanza spazio per lavare via lo sporco e i residui.

Il detersivo, infatti, si impregna negli indumenti senza avere la possibilità di essere risciacquato correttamente.

Quindi, cercate sempre di caricare la lavatrice in modo corretto e di non sovraccaricarla.

Lavatrice sporca

La lavatrice sporca potrebbe essere l’ennesima causa degli aloni che si creano sulle vostre maglie.

Se, quindi, non avete mai pulito la lavatrice, potrebbero esserci dei residui di sporco e detersivo che si riversano sui vestiti.

Quindi, cercate di ripulire la vostra lavatrice con dei lavaggi a vuoto, così da eliminare tutte le tracce di detersivo accumulato.

Calcare

Il calcare può reagire con i detersivi utilizzate e lasciare, così, alcuni depositi minerali che si impregnano sui vestiti.

Quindi, avviate un lavaggio senza indumenti a 60 gradi, aggiungendo nella vaschetta del detersivo bicarbonato e aceto.

In caso il calcare sia troppo incrostato, vi consigliamo di consultare un tecnico.

Come fare per togliere le macchie

In caso abbiate appena fatto il bucato e vi ritroviate le macchie sui vostri abiti, invece, seguite questi consigli!

L’unico modo per eliminare quei residui è di risciacquare i vestiti. Perciò, lavate nuovamente i capi macchiati nell’acqua tiepida ma non aggiungete detersivo.

Aggiungete, poi, una tazza di aceto bianco per aiutare le fibre a rilasciare i residui.

Se, invece, avete già asciugato i vestiti con gli aloni e le striature, allora vi conviene rilavarli.

Riempite una bacinella con acqua calda con aceto e immergete la vostra maglia. Lasciatela in ammollo per una notte.

A questo punto, rilavatela secondo i consigli suggeriti e non aggiungete alcun detersivo.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di lavaggio dei vostri capi prima di provare i rimedi suggeriti.

Inoltre, vi raccomandiamo di consultare un tecnico o uno specialista in caso di problemi che persistono: potrebbero, infatti, esserci dei guasti.

Infine, evitate l’utilizzo degli ingredienti consigliati in caso di allergia o ipersensibilità.

Consigli per il bucato

Se siete in vena di scoprire altri segreti per un bucato sempre perfetto, vi consigliamo altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.