Come pulire bene le PORTE per le pulizie di primavera?

646
porte-in-legno

Con l’arrivo della primavera, è giunto il tempo delle grandi pulizie!

E tra queste non può mancare la pulizia delle porte, un’operazione importante per proteggere questo elemento d’arredo e conservarlo al meglio.

Anche se ci sembra assurdo, infatti, le porte sono molto soggette allo sporco in quanto sono continuamente esposte al contatto con le mani, con le scarpe e con tutta la sporcizia che tende a depositarsi sul pavimento.

Il loro lavaggio non è semplice come sembra e, soprattutto, bisogna tenere conto delle differenti finiture per evitare di danneggiarle con prodotti troppo aggressivi.

Per questo, oggi vedremo insieme alcuni rimedi per lavare le porte a fondo senza rovinarle!

Scopriamoli insieme.

N.B Vi consigliamo di consultare le indicazioni di produzione prima di cimentarvi nella pulizia seguendo i nostri rimedi.

Prima di iniziare

Innanzitutto, prima di iniziare con l’operazione di pulizia vera e propria, è consigliabile rimuovere la polvere sulle vostre porte.

Prendete, quindi, un panno morbido in microfibra o un panno elettrostatico e passatelo sulla porta effettuando movimenti dall’alto verso il basso.

In questo modo, iniziate con il rimuovere lo sporco più accentuato, soprattutto nelle scanalature.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Dopodiché, prendete una scopa e passatela alla base della porta per eliminare eventuali batuffoli di polvere o capelli.

Una volta spolverate le porte, passiamo ora al loro lavaggio!

Ovviamente, gli ingredienti da utilizzare cambiano in base alla tipologia di materiale, perciò vediamo insieme come fare!

Porte di legno

Le porte di legno sono eleganti e rendono le nostre case più accoglienti, ma sono anche molto delicate.

Ma non dovete temere, perché basta il giusto rimedio per averle pulite come non mai: l’aceto bianco. Questo ingrediente, infatti, coniuga proprietà sgrassanti a quelle pulenti.

Per usarlo, vi basterà mescolare un bicchiere di aceto bianco con due litri d’acqua, per poi applicare il composto con un panno in microfibra. Infine, risciacquate con acqua tiepida.

All’effetto dell’aceto volete aggiungere un risultato lucidante? Semplice! Vi basterà aggiungere al composto un bicchiere di olio di oliva che nutre, protegge e lucida tutti i tipi di legno.

E le vostre porte saranno pulite e brillanti come se fossero nuove!

Porte laccate

Se, invece, avete porte laccate, allora questo è il rimedio che fa per voi! Per il loro lavaggio, la soluzione proviene dalle nostre nonne che erano solite usare una patata.

Tagliate, quindi, una patata a metà e sfregatela sulla porta come se fosse una spugnetta. Lasciate agire per un po’, dopodiché, passate un panno umido. Infine, asciugate accuratamente.

In caso di laccato bianco, la questione è più delicata perché questa tipologia di materiale è molto soggetta agli aloni.

Perciò, vi consigliamo di immergere un panno di microfibra in una miscela composta da aceto e acqua.

Dopodiché, strizzatelo e passatelo sulla porta. Infine, asciugate. Vi raccomandiamo di asciugare sempre bene le porte.

Porte in laminato

Le porte in laminato sono quelle più semplici da pulire perché resistenti e perché non soggette all’alterazione del colore nel tempo.

Sebbene, però, non ci sia bisogno di particolari accorgimenti per il lavaggio di queste porte, è sempre bene utilizzare prodotti giusti.

Realizzate, quindi, una miscela composta da acqua calda e un po’ di sapone per piatti biologico. Immergete un panno morbido nella soluzione così ottenuta, strizzatelo e passatelo sulla porta più volte.

Risciacquate bene ed eliminate ogni traccia di schiuma, dopodiché asciugate.

E voilà: le vostre porte saranno brillanti!

Porte in vetro

Le porte in vetro sono sicuramente quelle più delicate e più soggette all’usura, in quanto tendono a graffiarsi e a presentare aloni continuamente.

Ma anche in questo caso non dovete disperare perché esiste una soluzione casalinga in grado di rendere le vostre porte di vetro pulite come non mai!

Aggiungete, quindi, mezzo bicchiere d’aceto e mezzo bicchiere di alcol in un litro di acqua tiepida. Immergete, poi, il panno e strizzatelo bene fino a renderlo solo un po’ umido.

Passatelo sulla porta e seguite dei movimenti circolari soprattutto sulle macchie più insistenti. Infine, asciugate con dei vecchi giornali.

Potete utilizzare questo rimedio anche per pulire le vetrate centrali delle porte (solitamente in legno).

Altri consigli utili

Una volta visto come lavare le porte in base alla finitura, vediamo altri accorgimenti utili per mantenerle più a lungo.

Innanzitutto, è importante che ricordiate di non bagnare troppo le porte e di usare sempre piccole quantità di liquido.

Asciugate, quindi, eventuali ristagni o sgocciolamenti.

Inoltre, è bene non usare mai prodotti molto aggressivi come acidi o diluenti perché potrebbero corrodere la superficie delle vostre porte e renderle vecchie.

Infine, procedete con la pulizia delle porte una volta al mese così da evitare che si accumuli troppo sporco.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni di produzione prima di procedere con la pulizia seguendo i nostri rimedi.

Indossate sempre i guanti durante le faccende di casa, per preservare le vostre mani.

Superfici sempre lucenti

Con i rimedi naturali e i trucchetti casalinghi è possibile avere un superfici sempre lucenti! Ecco, quindi, altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.