Come pulire tutta la Vetrinetta della Cucina per le Pulizie di Primavera!

188
pulire-vetrinetta-cucina-pulizie-primavera

Per chiunque abbia una vetrinetta da esposizione nel proprio salone, sa bene quanto questa riesca a conferire un tocco di eleganza all’ambiente.

Dal momento, però, che solitamente mettiamo al suo interno servizi di piatti e di bicchieri, elementi decorativi e l’argenteria, la vetrinetta tende ad accumulare molta polvere e spesso la sua pulizia diventa davvero faticosa.

Ma sapevate che ci sono dei rimedi casalinghi e naturali per pulirla in maniera facile e veloce? E perché non approfittarne in questo tempo di pulizie di primavera? Scopriamoli insieme.

Vetro

La vetrinetta, solitamente, presenta un pannello di vetro, che può essere aperto, e vari scaffali. Vediamo, quindi, innanzitutto, come pulire il pannello in vetro.

Aceto bianco

Per lavare il vetro della vetrinetta, il primo rimedio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare l’aceto, noto proprio per le sue proprietà lucidanti!

Versate, quindi, 3 cucchiai di aceto in 500 ml di acqua e travasate, poi, il tutto in un flacone spray.  Dopodiché, agitate energicamente così da mescolare tra loro gli ingredienti e spruzzate la miscela sul vetro della vetrinetta. A questo punto, utilizzate dei fogli di giornale per strofinare e il gioco è fatto!

L’inchiostro dei fogli di giornale, infatti, attira la polvere, mentre la consistenza della carta è in grado di eliminare gli aloni.

Borotalco

Forse non tutte lo sanno, ma il borotalco, oltre ad essere la polverina bianca profumata in grado di lenire le irritazioni della pelle dei bambini, è efficace anche per la sua capacità di sgrassare a fondo e assorbire le macchie, grazie alla sua leggera azione abrasiva.

Mescolate, quindi, 2 cucchiai di borotalco in 700 ml d’acqua, affinché la polvere si sciolga completamente e immergete, poi, un panno nella soluzione così ottenuta.

In alternativa, potete anche travasare il tutto nel solito spruzzino e applicare la soluzione su vetri. Il vetro della vostra vetrinetta sarà sgrassato e lucente! Inoltre, il borotalco aiuterà anche a portare un buon profumo in tutta la casa!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Limone

Un ultimo rimedio prevede l’utilizzo del limone, il quale vanta proprietà sgrassanti, pulenti e lucidanti. Non a caso, infatti, viene utilizzato anche per rendere lucido l’acciaio della cucina!

Filtrate il succo di due limoni e versatelo in una bacinella o in un contenitore spray se preferite. Dopodiché, aggiungete l’acqua, immergete un panno in microfibra al suo interno e passatelo sul vetro. Infine, asciugate con un panno asciutto, effettuando dei movimenti circolari così da non produrre aloni.

Scaffali

Una volta puliti e tolta la polvere dai vetri della vetrinetta, vediamo insieme come pulire gli scaffali, i quali solitamente accumulano molta polvere. Innanzitutto, rimuovete tutto ciò che c’è sugli scaffali, quali piatti, bicchieri, ecc e prendetevi il giusto tempo per spolverare e lavare tutti questi oggetti uno alla volta.

Poi, passiamo alla pulizia dell’interno della vetrinetta!

Panni antistatici e in microfibra

Prima di passare alla pulizia vera e propria, vi conviene rimuovere la polvere utilizzando dei panni antistatici o in microfibra, in grado di attirare ed assorbirla, senza graffiare o danneggiare le superfici.

In questo modo, infatti, inizierete a rimuovere gran parte della polvere ed eviterete che si sposti da una parte all’altra della superficie o che si indurisca con l’acqua.

Vecchi indumenti

In alternativa ai panni in microfibra, potete utilizzare anche vecchi indumenti come per esempio i calzini in spugna o i capi di lana. Mentre, infatti, i calzini di spugna (o anche asciugamani) hanno fibre morbide e lunghe che permettono di catturare facilmente la polvere, la lana è un materiale naturalmente antistatico, pertanto riesce ad attirarla.

Vi basterà passarli sulle superfici e vedrete che la polvere scomparirà in un batter d’occhio!

Miscele antipolvere

Una volta visto come rimuovere la polvere senza bagnare la superficie, vediamo insieme come pulire gli scaffali dopo averli spolverati. Ma sapevate che è possibile realizzare delle miscele antipolvere in grado non solo di eliminarla ma anche di prevenire la sua formazione? Ebbene sì, vediamo insieme come fare!

La prima miscela può essere realizzata sciogliendo due cucchiai di bicarbonato in un litro d’acqua e mettendo il tutto in uno spruzzino. La seconda, invece, prevede l’utilizzo dell’aceto. Mescolate, quindi, parti uguali di aceto e di acqua e vaporizzate questa soluzione antipolvere sulle superfici che desiderate pulire.

Sia il bicarbonato che l’aceto, sono molto efficaci sia per eliminare la polvere in casa sia per evitare che si attacchi facilmente.

N.B Vi ricordiamo di non utilizzare l’aceto su superfici quali pietra naturale o marmo perché potrebbe corroderle.

Avvertenze

Ricordiamo che è molto importante seguire le istruzioni fornite dal produttore nella cura, pulizia e conservazione delle varie componenti della casa. Consultate sempre un medico se siete soggetti allergici alla polvere.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.