Vai al contenuto

Come Sgorgare il Lavandino Otturato con questo Metodo facile e che funziona

Maddy Cimmino
scarico-lavandino-cucina-otturato

State lavando i piatti e notate che l’acqua scende a fatica nello scarico. Quante volte vi è successo? Immagino spesso.

Il lavandino otturato è davvero una bella gatta da pelare perché ci costringe a trovare subito una soluzione per poterlo utilizzare di nuovo.

Ma non temete! Oggi, infatti, vedremo insieme come sgorgare il lavandino otturato con un metodo facile e veloce da provare! Vediamolo insieme!

Come si fa

Il metodo che vi suggeriamo di provare prevede l’utilizzo di due ingredienti che sicuramente avrete già in dispensa o, in ogni caso, molto facili da reperire. Di cosa stiamo parlando? Dell’aceto e del bicarbonato, noti per essere dei disgorganti naturali.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è versare una tazza di bicarbonato nello scarico e, aggiungere subito dopo una tazza di aceto, in modo che i due prodotti possano venire a contatto tra loro e frizzare grazie alla reazione chimica effervescente che avviene.

Si produrrà, quindi, una sorta di schiumetta che andrà a corrodere tutto ciò che ha intasato il vostro lavandino, come i capelli, peli, residui di alimenti e così via. Infine, dovrete semplicemente versare un po’ di acqua molto calda per togliere gli ultimi residui e…l’acqua tornerà a defluire facilmente!

N.B! C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto negli scarichi, in quanto sembra che il suo approccio non sia propriamente ecologico. Perciò, l’ideale sarebbe prediligere metodi alternativi, primo tra tutti l’acido citrico

Altri trucchetti per sturare il lavandino

Sebbene il metodo con aceto e bicarbonato sia quello più noto, in realtà esistono altri ingredienti naturali in grado di sturare il vostro lavello otturato. Vediamoli insieme!

Sale grosso

Dopo l’aceto e il bicarbonato, non poteva mancare all’appello il sale grosso, il quale è in grado di ridurre la durezza dell’acqua ed è efficace, quindi, soprattutto in casi di blocchi di calcare.

In questo caso, quindi, vi suggeriamo di versare nello scarico circa 500 ml di aceto bollente, attendere qualche secondo e aggiungere, poi, una miscela composta da 5 cucchiai di sale grosso in un litro di acqua bollente.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

In alternativa a questo rimedio, potete anche versare nello scarico un bicchiere contenente metà quantità di sale e metà quantità di bicarbonato, aspettare qualche secondo e aggiungere, poi, 1 litro di acqua bollente.

N.B Fate molta attenzione a maneggiare sia l’aceto caldo che l’acqua calda.

Acido citrico

Se non volete usare l’aceto negli scarichi, potete provare un sostituto più ecologico: l’acido citrico, il quale vanta proprietà anticalcare in grado di pulire a fondo elettrodomestici come la lavastoviglie e lavatrice!

In questo caso, quindi, dovrete semplicemente sciogliere 150 grammi di acido citrico in un litro d’acqua bollente e versare, poi, tutta la soluzione nello scarico. A questo punto, fate agire per un’intera notte e il giorno dopo il vostro lavandino sarà come nuovo!

Lievito di birra

Infine, vediamo un ultimo trucchetto che prevede l’utilizzo del lievito da birra, il quale è una manna dal cielo non solo per liberare il lavandino otturato ma anche per eliminare la puzza di fogna. Vi ricordiamo, infatti, che viene utilizzato per togliere la puzza dallo scarico del wc!

Versate, quindi, un bicchiere d’acqua di 200 ml in un pentolino e portatelo ad ebollizione, dopodiché aggiungete un pezzetto di lievito di birra fino a farlo sciogliere. A questo punto, non vi resta che aggiungere la soluzione così ottenuta nello scarico, lasciarla agire per tutta la notte e il gioco è fatto! 

E se volete lucidare il lavello?

Se dopo aver liberato il lavandino dall’otturazione, volete approfittarne per lucidare il lavello, ecco un video per voi!

Avvertenze

Ricordiamo che in caso di guasti è sempre meglio chiedere un parere di un tecnico. Fate molta attenzione quando maneggiate acqua o aceto bollenti.

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.
Condividi

COSA SCOPRIRAI