Come stendere i panni senza mollette o se c’è vento?

291
stendere-panni-senza-mollette

Tutte noi siamo spesso tentate dal non voler utilizzare le mollette quando stendiamo il bucato per non avere segni, poi evitiamo sempre di farlo perché temiamo che una folata di vento possa portare via i nostri capi.

Ma quante volte vi è successo, però, di essere in vacanza o magari al campeggio e di non avere le mollette a vostra disposizione?

A tal proposito, oggi vedremo insieme alcuni trucchetti per stendere il bucato senza mollette e senza paura del vento!

Jeans, pantaloni, t-shirt e camicie

Innanzitutto, partiamo dai capi più grandi e ingombranti quali i jeans, i pantaloni, le t-shirt e le camicie.

Se siete in vacanza e non avete mollette, non temete, perché vi basterà utilizzare l’attaccapanni e i fili dello stendino in maniera strategica.

Tutto ciò che dovrete fare, infatti, è far passare i fili stesso dello stendino, che solitamente sono smontabili, all’interno della manica delle maglie, delle camicie o nella gamba dei pantaloni e dei jeans.

In questo modo, infatti, sarete sicure che i vostri capi non voleranno via e, in più, non si formeranno quegli antiestetici segni dovuti alle mollette.

Ovviamente, se non avete lo stendino e vi è impossibile reperirlo, potete tranquillamente utilizzare una corda e procedere allo stesso modo, ovvero inserendola tra le maniche e le gambe degli indumenti, in modo tale da “incastrarli“.

Se, poi, avete portato con voi delle grucce, allora procedete in questo modo!

Appendete gli abiti sulle grucce, come fate normalmente quando li volete riporre nell’armadio, e chiudete, poi, le cerniere e i bottoni, in modo tale da “fermare” il capo e dargli anche una forma.

A questo punto, appendetele sulla corda, tirate il tessuto per stirarlo con le mani, lasciate asciugare i vostri capi e il gioco è fatto!

Biancheria e costumi

Una volta visto come stendere i capi più ingombranti, vediamo insieme ora come stendere la biancheria intima e i costumi da bagno senza le mollette.

In questo caso, il procedimento è ancora più semplice da provare, in quanto tutto ciò che dovrete fare è annodare questi capi ad uno ad uno lungo il filo dello stendino o la corda.

In caso di reggiseni, invece, agganciate i chiusini intorno al filo e voilà: non avrete più paura che possano volare via!

Teli ed asciugamano

In questo caso, l’impresa potrebbe essere più difficile, in quanto la loro lunghezza e il fatto che non abbiano spazi in cui inserire il filo potrebbe essere un problema. Al contempo, però, il fatto che siano più pesanti, potrebbe giocare a loro favore.

Piegate, quindi, il telo o l’asciugamano in due, in modo tale che la piegatura faccia da naturale sostegno e bilanci il peso. Se, poi, utilizzate uno stendino, allora ancora meglio, perché la struttura stessa dello stendino tende ad “incastrare” gli indumenti.

Ovviamente, però, questo consiglio vale solo per giornate non particolarmente ventose e se avete la possibilità di “controllare” i vostri teli e asciugamano. In caso contrario, invece, potrebbe essere non sufficiente.

Perciò, dopo aver messo il telo piegato sul filo, provate a ripassare il filo sopra come a voler creare un “fermo”. In breve, dovrete quasi attorcigliare il filo intorno al punto di piegatura dell’asciugamano o del telo.

In caso, invece, utilizziate uno stendino, provate a stendere l’asciugamano o il telo al centro e a chiudere, poi, le ali dello stendino, se le avete.

E voilà: stendere i panni senza mollette non vi farà più paura.

Altri consigli per la casa

Ecco altri consigli che vi saranno utili in casa:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.