8 Trucchetti per non rovinare i jeans e farli durare di più!

571
come-lavare-jeans

I jeans sono stati creati per dare alle persone la possibilità di indossare abiti più comodi a lavoro non rinunciando mai alla moda.

Da allora sono negli armadi di tutti. Per alcune di noi sono addirittura i pantaloni preferiti.

Ma la cosa più bella di questo indumento è che possono gestire praticamente qualsiasi tipo di attività noi vogliamo e, per questo, possono durare anche molti anni.

Ciò nonostante ci sono degli accorgimenti che possiamo seguire per mantenerli al meglio e farli durare ancora di più.

Vediamo insieme quali sono!

N.B. Leggete sempre le etichette di lavaggio prima di iniziare!

Non lavarli spesso

Vi consigliamo di non lavare spesso i vostri jeans così da non consumarli. Il jeans, infatti, non ha bisogno di essere lavato ogni volta che lo indossate.

Potete aspettare 3-4 volte prima di lavarli, a condizione, ovviamente, che non siano macchiati, sporchi e che non emanano cattivi odori.

In breve, lavare meno i jeans riduce non solo il consumo dell’acqua ma aiuta anche a mantenerli più curati!

Rovesciateli prima del lavaggio

Un altro rimedio che vogliamo suggerirvi, oltre a quello di lavare i jeans meno frequentemente rispetto agli altri capi di abbigliamento, è rovesciarli prima di lavarli così da non danneggiare il tessuto esterno.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

L’interno degli indumenti in denim, infatti, è ciò che maggiormente si sporca perché entra in contatto con gli oli e il sudore del nostro corpo, perciò capovolgerli aiuta a lavarli nel modo migliore.

Lavaggio in lavatrice

Anche se la maggior parte dei jeans sono lavabili in lavatrice, controllate sempre l’etichetta di lavaggio per accertarvi che il tessuto non richiede specificamente il lavaggio a mano, il lavaggio a secco o altre cure speciali.

Se potete procedere con il lavaggio in lavatrice, selezionate sempre un’impostazione delicata con un lavaggio e un risciacquo con acqua fredda.

Prima del lavaggio, chiudete, tutti i bottoni e le cerniere. Inoltre, utilizzate un detersivo per bucato ecologico così da essere meno aggressivo sul vostro capo e da inquinare meno l’ambiente.

Non utilizzate prodotti chimici perché questi restano impregnati nel tessuto e tendono a sbiadirlo. Infine, lasciate asciugare i vostri jeans all’aria aperta lontano dalla luce solare diretta.

Potete lavare tranquillamente i vostri jeans vecchi sbiaditi con altri più scuri senza rischiare di sbiadirli.

Lavaggio a mano

Anche se l’etichetta di lavaggio permette il lavaggio in lavatrice, il lavaggio a mano è quello che maggiormente consigliamo perché permette una cura più delicata.

Soprattutto per i denim invecchiati che potrebbero deformarsi ulteriormente in lavatrice.

Riempite, quindi, una vasca di acqua fredda o una bacinella in base alla quantità di capi da lavare e versate una piccola quantità di detersivo ecologico.

Immergete i jeans per circa 30 minuti. Poi, procedete al risciacquo accurato del denim.

A questo punto, arrotolate i jeans sul lavandino per eliminare l’acqua in eccesso e avvolgeteli in un panno di cotone per assorbire tutta l’umidità.

Infine, srotolate il jeans e stendetelo all’aria aperta per lasciarlo asciugare.

Pretrattate le macchie

Spesso capita che il nostro jeans si macchia nonostante la nostra attenzione. In questo caso, quindi, prima di procedere con il lavaggio bisogna pretrattare la macchia. In che modo?

Vediamolo insieme.

Bagnate l’area macchiate e applicate un po’ di aceto di vino bianco su un batuffolo di cotone. Strofinatelo, quindi, sulla macchia delicatamente.

Vi raccomandiamo di strofinare sempre partendo dai bordi al centro così da non far diffondere la macchia. Lasciate agire per circa 10 minuti e risciacquate.

Potete utilizzare anche il bicarbonato in caso di macchie più ostinate. Versate del bicarbonato sull’aceto e strofinate delicatamente con uno spazzolino da denti.

Immergerli nell’aceto

Se volete ravvivare il colore originale del vostro jeans, potete provare ad immergerlo nell’aceto.

Prendete, quindi, una bacinella di acqua fredda e aggiungete due tazze di aceto bianco. Immergete, quindi, il vostro jeans per circa un’ora.

Poi risciacquateli e asciugateli lontano dalla luce diretta del sole.

Potete, in alternativa, anche versare una tazza di aceto nella vaschetta della vostra lavatrice. L’aceto, infatti, blocca il colore del jeans e li mantiene così più scuri e puliti!

Doccia di vapore ai vostri jeans

Poiché il consiglio è di non lavarli troppo spesso, potete provare altri metodi per una detersione veloce.

Un modo, quindi, per rinfrescarli è appenderli nel bagno mentre fate la doccia. Il vapore della doccia, infatti, renderà umidi i vostri jeans e non danneggerà il tessuto.

In questo modo, evitate anche di restringerli o di allargarli a causa dell’acqua troppo calda o troppo fredda.

Lasciateli asciugare all’esterno

Vi consigliamo, infine, di non utilizzare mai l’asciugatrice perché le alte temperature faranno restringere i vostri jeans.

Perciò, approfittatene sempre quando è una bella giornata fuori per stendere i vostri jeans all’aperto. L’aria esterna, infatti, li renderà freschi e profumati.

Attente, però, a non esporli alla luce solare diretta.

Avvertenze

Vi ricordiamo di consultare sempre le etichette di lavaggio prima di seguire i suddetti rimedi.

Ogni jeans, infatti, ha un tessuto differente che deve essere trattato in modo diverso.

Soluzioni naturali per il bucato

Se avete voglia di conoscere altre soluzioni naturali per il vostro bucato, vi consigliamo altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.