Come togliere la puzza in lavatrice dopo le vacanze?

511
puzza-lavatrice-dopo-vacanze

Siete appena tornate dalle vacanze e una volta disfatte le valigie, i capi sono lì pronti per essere lavati e profumati. Aprite, però, lo sportello della lavatrice e…che cattivo odore!

Dopo l’inutilizzo, infatti, è probabile che la lavatrice possa puzzare a causa dell’umidità in eccesso o semplicemente perché non pulita per lungo tempo.

A questo proposito, quindi, vediamo insieme come togliere la puzza in lavatrice dopo le vacanze utilizzando solo rimedi casalinghi e naturali!

Lavaggi a vuoto

Innanzitutto, iniziamo con un rimedio più immediato: i lavaggi a vuoto, necessari per pulire velocemente a fondo il cestello e gli scarichi da cui potrebbero derivare il cattivo odore.

Possono essere utilizzati più ingredienti: vediamoli insieme!

Bicarbonato

Il primo ingrediente che vi vogliamo consigliare per il lavaggio a vuoto in lavatrice è il bicarbonato, noto per le sue proprietà disincrostanti e anti-odore.

Tutto ciò che dovrete fare è aggiungere 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio nel cassetto della lavatrice e avviare il lavaggio a vuoto ad alte temperature.

Vi consigliamo, però, di diluire il bicarbonato in un po’di acqua per evitare di intasare i tubi. In alternativa, potete anche spargere il bicarbonato direttamente nel cestello.

Questo trucchetto vi aiuterà non solo a pulire a fondo la lavatrice, ma anche a prevenire la formazione di calcare! Addio cattivi odori!

Acido citrico

Un secondo rimedio molto efficace consiste nel fare un lavaggio a vuoto in lavatrice con l’acido citrico.

Questo ingrediente è un composto derivante dagli agrumi, che si presenta come un’alternativa più ecologica dell’aceto. Inoltre, è un potente anticalcare ed elimina tutti gli odori.

Lasciate sciogliere, quindi, 150 gr di acido citrico in 1 litro d’acqua tiepida, meglio se demineralizzata e versate, poi, l’intera miscela nel cestello.

A questo punto, fate partire il ciclo di lavaggio ad alte temperature e voilà: la vostra lavatrice sarà pulita e deodorata in un batter d’occhio!

Video Lavaggio

Oltre ai rimedi menzionati, vediamo insieme il video completo del lavaggio interno della lavatrice!

Pulizia lavatrice

Una volta fatti i lavaggi a vuoto per dare una “rinfrescata” alla vostra lavatrice, è l’ora di procedere con la pulizia più dettagliata delle singole componenti.

Oblò

Partiamo dalla componente più esterna: l’oblò, ovvero la “porta di ingresso” della lavatrice, su cui spesso si accumula polvere e sporco.

Preparate una soluzione formata da circa 100 ml di aceto bianco500 ml di acqua e 1 cucchiaio di bicarbonato e versate il tutto in un flacone spray.

A questo punto, spruzzate la soluzione così ottenuta sulle pareti esterne della lavatrice e sull’oblò e passate, poi, una spugna morbida non abrasiva.

Risciacquate, poi, e asciugate con un panno asciutto e il gioco è fatto!

Filtro

Sulla facciata esterna della lavatrice, poi, è riposto il filtro, una componente che tende a sporcarsi e ad intasarsi a causa dello sporco, del calcare e dei residui di detersivo.

Prendete, quindi, una piccola bacinella che possa raccogliere tutta l’acqua sporca che fuoriesce dal filtro. Poi, svitatelo e sciacquatelo sotto l’acqua corrente.

Dopodiché, utilizzate uno spazzolino e una sorta di pasta formata da bicarbonato e acqua e strofinate sul filtro per disincrostare i residui di calcare e di sporco.

N.B Prima di pulire il filtro, ricordatevi di chiudere l’acqua e non tenere in funzione la lavatrice.

Vaschetta del detersivo

Per continuare con la parte più esterna, procedete, poi, con la pulizia della vaschetta del detersivo.

Anche in questo caso, vi conviene estrarla dalla lavatrice premendo il bottone apposito, di solito posto accanto o sopra lo scomparto dell’ammorbidente.

Riempite, quindi, una bacinella con metà aceto bianco e metà acqua calda e mettete la vaschetta in ammollo al suo interno per qualche minuto.

Dopodiché, utilizzate uno spazzolino da denti vecchio e strofinate su tutta la superficie del cassettino.

Guarnizione

Prima di passare alla pulizia del cestello, è bene pulire anche la guarnizione che tende spesso a presentare cattivi odori in quanto trattiene l’umidità. Inoltre, è soggetta anche a formazione di muffe.

Per pulirla, versate qualche goccia di aceto di mele su un panno in microfibra umido e passatelo direttamente sulla guarnizione. Per potenziarne l’efficacia, provate a combinarlo con del tea tree oil, un olio essenziale noto soprattutto per la sua capacità di prevenire la formazione della muffa.

Cestello

Infine, ecco come pulire il cestello, la componente della lavatrice che dovrebbe essere lavata più spesso, perché potrebbe trasferire i cattivi odori e lo sporco sul nostro bucato.

In un secchio contenente acqua tiepida, aggiungete 3 cucchiai di bicarbonato e immergete al suo interno un panno in microfibra. Passatelo, poi, sulle pareti interne del cestello e risciacquate con un panno inumidito.

In alternativa, potete procedere con i lavaggi a vuoto, che abbiamo già visto.

Avvertenze

Raccomandiamo di seguire sempre le indicazioni di produzione. Inoltre provvedete a staccare la spina, per pulire in tutta sicurezza.

Altri consigli… in lavatrice!

Non è finita qui! Ecco tutto quello che dovete sapere sulla lavatrice e il bucato:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.