Dopo che ha piovuto puoi togliere lo Sporco dal Balcone in poco tempo con questo Metodo

603
come-togliere-sporco-balcone

Già di per sé pulire il balcone non rientra tra le cose più divertenti da fare se pensiamo alle faccende domestiche.

Soprattutto in caso di pulizia approfondita, la fatica è abbastanza notevole, ma il peggio viene dopo un’intensa giornata di pioggia!

Questa infatti trasporta vento, terreno e detriti facendoli depositare sul nostro balcone, sugli infissi e sulle ringhiere.

Oggi dunque vi dirò tutto quello che serve sapere su come togliere lo sporco dal balcone dopo che ha piovuto!

Infissi e vetri

Iniziamo dalla parte più faticosa, gli infissi e i vetri!

Sebbene all’interno questi non siano sporchi perché fin lì la pioggia non arriva, può capitare che all’esterno, nonostante la presenza delle persiane, si macchino lo stesso.

Se lo sporco è troppo ostinato, vi consiglio di procurarvi una spugna morbida, inumidirla con acqua e aceto bianco e passarla su tutto il bordo degli infissi, poi sciacquate e asciugate.

In alternativa, per rendere tutto più veloce, potete semplicemente passare un panno in microfibra inumidito con acqua calda e un po’ d’aceto.

Per i vetri, invece, fate una prima passata con un panno molto imbevuto d’acqua e aceto e poi risciacquate più volte e asciugate con un panno in cotone.

Successivamente controllate che non vi siano aloni in controluce!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ringhiere

Passiamo adesso alle ringhiere, un’altra gatta da pelare! Scopriamo in che modo si possono pulire al meglio in base ai materiali.

Ringhiere in ferro

Se avete le tradizionali ringhiere in ferro, vi consiglio di usare prodotti poco aggressivi che potrebbero consumarne la pittura.

Dunque inumidite un panno in microfibra in una soluzione di acqua e aceto di mele, pulite per bene negli angoli che di solito sono soggetti a sporcarsi con facilità.

Risciacquate frequentemente la pezza e cambiate l’acqua quando diventa nera. Inoltre ripulite anche le corde per i panni nel caso in cui le abbiate attaccate alle ringhiere.

Balaustra in marmo

Se invece avete la balaustra in marmo, non potete far altro che usare il bicarbonato e il sapone di Marsiglia!

Il marmo quando si sporca perde la sua lucentezza, a tal proposito bisogna adottare dei metodi che possano ripristinare la sua rinomata bellezza.

Ebbene, non dovrete far altro che mescolare 1 cucchiaio di bicarbonato e 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido o a scaglie sciolte e usarlo come detergente naturale sulla spugna.

Balaustra in vetro

Passiamo adesso ad una tipologia di balcone che non vorremmo mai affrontare in fatto di pulizia!

Pulire la balaustra in vetro può diventare una vera e propria impresa perché lo sporco diventa troppo visibile non dandoci nemmeno qualche giorno di vantaggio per dedicarci ad altro!

Se pensiamo poi ad una giornata di pioggia e alle gocce che restano attaccate, il discorso si amplifica.

Dunque quello che vi consiglio è di riempire un secchio con acqua molto calda, poi versate 1 bicchiere e mezzo di aceto bianco.

A questo punto bagnate prima con una spugna morbida e successivamente passate un tergivetro, quest’ultimo rappresenta la via più efficace per ottenere vetri senza aloni e per essere più veloci.

In alternativa asciugate con i tradizionali metodi.

Persiane

Le persiane rientrano in assoluto tra le cose più antipatiche da pulire, non è vero?

Ebbene, non temete, se usate alcuni accorgimenti veloci, tutto sarà molto semplice e meno faticoso!

Il primo segreto è assolutamente sbarazzarvi della polvere prima con una scopa, passatela velocemente nelle fessure delle persiane e con energia togliete tutto lo sporco accumulato.

Questa rappresenta una soluzione sia per non passare ore ed ore a pulire, sia per non stare lì a cambiare continuamente l’acqua che altrimenti diventerebbe sempre nera.

A questo punto, se vedete che stanno in buono stato, potete passare direttamente un panno in microfibra immerso in un secchio d’acqua e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio.

In alternativa usate prima una spugnetta per dire addio ad eventuali macchie ostinate.

Pavimenti

Vediamo infine come poter rendere di nuovo come nuovi i pavimenti!

Beh, trattandosi del balcone, dovrete anzitutto togliere per bene tutta la polvere trasportata dal vento e dalla pioggia.

Dunque procuratevi una scopa dalle setole dure e facendo una bella pressione, andate a togliere lo sporco stando molto attenti agli angoli e ai battiscopa.

Una volta fatto per bene questo passaggio, non vi resta che lavare!

Vi consiglio di riempire un secchio con acqua molto calda, poi aggiungete 2 bicchieri di aceto di mele o aceto bianco d’alcol.

Quando inumidite la pezza, ricordate di strizzarla leggermente per non far cadere l’acqua sui balconi sottostanti o per strada.

Proprio sull’aceto bianco, è utile un po’ per tutto, anche per i pavimenti! Ecco un video su come usarlo:

Avvertenze

Ricordiamo di provare sempre i metodi proposti in un angolo più nascosto delle superfici, per verificarne la tollerabilità. L’aceto, il limone o altri metodi di natura “acida” non vanno mai usati per superfici delicate, come il marmo e la pietra naturale.