Macchie di caffè: come toglierle da tappeti, vestiti e tovaglie!

470
macchie-caffe

Uno dei modi più comuni di iniziare la giornata: una tazza di caffè bollente!

Che sia fatto con la moka o con le macchinette più moderne, il caffè si conferma uno degli alimenti più consumati dagli italiani che ne bevono in media 2,2 tazzine al giorno.

Non è raro, però, cha la tazzina possa sfuggirci di mano, macchiando vestiti, tovaglie, tappeti o pavimenti.

Le macchie di caffè sono scure e, una volta seccatesi, difficili da rimuovere.

In realtà, però, esistono rimedi molto pratici per rimuovere queste macchie in modo semplice, veloce ed efficace.

Vediamo insieme come fare, tenendo conto dei diversi materiali su cui si è formata la macchia.

Attenzione: prima di procedere all’applicazione dei rimedi suggeriti, leggete sempre le indicazioni di produzione e di lavaggio dei diversi materiali per evitare di danneggiarli o rovinarli.

Vestiti

Siete al bancone del bar, mentre sorseggiate il vostro caffè, la tazzina vi scivola dalle mani e la vostra camicia risulta irrimediabilmente macchiata. Come fare?

Aceto di mele

Uno smacchiatore naturale e potente: parliamo dell’aceto di mele.

Per usarlo al meglio, mescolate due cucchiai di aceto di mele a sei cucchiai d’acqua. Mescolate e lasciate riposare per qualche minuto.

Poi, mettete il composto in uno spruzzino e spruzzate sul vestito in corrispondenza della macchia.

Con uno spazzolino da denti, strofinate energicamente finché l’alone non sarà quasi scomparso. Infine, procedete a un normale lavaggio.

L’aceto di mele possiede naturali proprietà sgrassanti e smacchianti: elimina i residui di caffè, lasciando il tessuto pulito e morbido.

Sapone di Marsiglia

Una macchia estesa e scura di caffè? Niente paura, basta usare il sapone di Marsiglia.

In questo caso è meglio utilizzare il sapone di Marsiglia solido. Prendete una pietra di sapone, bagnatela e strofinate sulla macchia.

Lasciate agire per almeno 15 minuti prima di risciacquare.

Se notate che la macchia è ancora presente, ripetete il procedimento.

Grazie alle sue naturali proprietà, il sapone di Marsiglia elimina la macchia, lasciando l’indumento profumato e splendente.

Tovaglia

Avete poggiato la tazzina sulla tavola, ma questa si è rovesciata imbrattando la vostra tovaglia migliore? Vediamo come rimediare!

Acqua ossigenata

Una sostanza dall’elevata efficacia smacchiante: l’acqua ossigenata.

Usarla al meglio è semplicissimo! Versate qualche goccia di acqua ossigenata sulla macchia.

Poi, immergete l’intera tovaglia in una bacinella d’acqua calda e lasciatela in immersione per circa un’ora.

Una volta estratta, la tovaglia sarà più pulita che mai!

L’acqua ossigenata, infatti, riesce a sciogliere anche le macchie di caffè ormai incrostate e il contatto con l’acqua calda ne potenzia gli effetti.

Schiuma da barba

Un mezzo inusuale, ma estremamente efficace. Si tratta della schiuma da barba.

La schiuma da barba, infatti, riesce a rendere di nuovo morbide le incrostazioni di caffè facilitandone la successiva rimozione.

Per usarla al meglio, vi basterà spruzzarla sulla macchia e spargerla finché non l’avrà ricoperta interamente.

Poi, strofinate con una spazzola a setole morbide finché l’alone non sarà quasi completamente scomparso.

Infine, procedete a un normale lavaggio.

Tappeti

Caffè e tappeti: una combinazione davvero disastrosa. Scopriamo come rimediare.

Sale e limone

Un rimedio semplice e super efficace: sale e succo di limone.

Vi basterà prendere un limone, tagliarlo e ricavarne il succo. Poi, bagnate di questo succo una manciata di sale (preferibilmente grosso) fino a formare un composto pastoso.

Spalmate il composto sul tappeto, in corrispondenza della macchia. Strofinate e poi lavate con acqua tiepida.

L’azione abrasiva del sale, unita a quella disincrostante del limone, eliminerà la macchia preservando il colore naturale del tappeto.

Acqua frizzante

Per i tappeti più pregiati e delicati, purtroppo non esistono molti rimedi.

Le sostanze più aggressive, infatti, andrebbero ad alterare il colore o la consistenza del tessuto, rovinando il vostro tappeto per sempre.

Un rimedio allo stesso tempo delicato ed efficace è l’acqua frizzante.

Versatela direttamente sulla macchia, tamponando e strofinando poi con un panno in microfibra.

Ripetete il procedimento e vedrete la macchia a poco a poco sbiadire, grazie all’efficacia solvente dell’acqua frizzante.

Pavimenti

Il vostro caffè è caduto sul pavimento lasciando schizzi e macchie ovunque? Ripulire è semplicissimo!

Bicarbonato di sodio

Un classico per le pulizie domestiche: il bicarbonato di sodio.

Scioglietene due cucchiai in mezzo litro d’acqua, mescolando con un cucchiaio finché tutto il bicarbonato non si sia sciolto.

Applicate il tutto sulla macchia, lasciando agire per circa 10 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

Grazie alle sue proprietà pulenti, il bicarbonato di sodio rimuoverà la macchia e lascerà il pavimento brillante e lucido.

Aceto bianco

Un altro rimedio classico per un pavimento completamente smacchiato.

Sarà sufficiente versare un bicchiere d’aceto bianco in un secchio d’acqua, lasciar riposare per qualche minuto e poi utilizzare per lavare il pavimento.

L’aceto bianco, infatti, ha proprietà sgrassanti, smacchianti, lucidanti ed è utilissimo nella pulizia di superfici solide.

Il caffè, anche se già secco, verrà via immediatamente e anche gli eventuali aloni scompariranno.

Altri consigli

Siete in vena di pulizie domestiche? Rendetele più semplici e leggere con i nostri rimedi:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".