Rimedi naturali per trattare la candida

712 views
candida rimedi naturali

La candida è un’infezione che può colpire bocca, tratto intestinale e, nella maggior parte dei casi, genitali. Quando il sistema immunitario funziona in modo appropriato, questo tipo di disturbo non comporta conseguenze gravi.

Tuttavia, se gli organismi preposti alla difesa del nostro organismo non lavorano come dovrebbero, la candida può migrare in altre aree corporee, compresi sangue e membrane che circondano il cuore.

Cos’è la candida?

Il corpo umano è la casa di milioni di lieviti, molti dei quali sono considerati benefici per la nostra salute. La candida è un lievito che, quando presente in livelli appropriati, aiuta nell’assorbimento delle componenti nutritive e nella digestione. Se però viene prodotta in eccesso, possono comparire i classici sintomi dell’infezione.

I lieviti sono organismi in grado di nutrirsi in modo autonomo, per questa ragione si moltiplicano incessantemente all’interno del nostro corpo. Quando la candida colpisce la vagina, può dare vita a infiammazioni e fastidi. Le infezioni da lieviti tendono a svilupparsi nelle zone in cui le condizioni sono più favorevoli per riprodursi.

Essi vivono e prolificano in  ambienti umidi come, bocca e gola, genitali, area anale, cavità nasali, tra le dita dei piedi e nel tratto digestivo. Quando la candida interessa la vagina i principali sintomi prevedono la comparsa di prurito molto forte, perdite vaginali dalla consistenza densa e grumosa, irritazione della pelle e dolore durante la minzione o la fuoriuscita del sangue mestruale.

Talvolta, è possibile sperimentare anche la comparsa di odori inusuali. Si tratta ovviamente di condizioni fastidiose, che possono peggiorare se non trattate adeguatamente e in modo rapido.

Sintomi della candida

Non sempre la diagnosi della candida è così immediata: molte persone, infatti, tendono a confondere il problema come un disturbo legato al ciclo mestruale irregolare o a un’infezione del tratto urinario. Vediamo quali sono i sintomi principali a cui prestare attenzione per una tempestiva diagnosi.

Affaticamento cronico

Un senso di affaticamento eccessivo e continuo, indipendente dalle ore di sonno passate a dormire, può essere campanello di allarme di diversi disturbi, compresa la candida. Esso è spesso accompagnato da mal di testa, dolore alle giunture e difficoltà di concentrazione.

Sbalzi di umore

Una delle ragioni che rende difficile la diagnosi della candida è legata al fatto che i suoi sintomi sono comuni a quelli di molte altre patologie. Uno di questi riguarda gli sbalzi di umore. Le persone affette da candida possono avvertire ansia, irritabilità, depressione e attacchi di panico.

Frequenti infezioni del tratto urinario

Quando si contraggono spesso infezioni al tratto urinario, è possibile che alla radice del problema ci sia la candida. È importante quindi scavare a fondo effettuando degli esami specifici.

Afte

Le afte sono infezioni dei lieviti che si sviluppano nella bocca e sono causate dagli stessi agenti patogeni responsabili della candida vaginale. Se non trattate efficacemente, possono espandersi e raggiungere altre aree del corpo. Un afta, può essere uno dei sintomi di un’infezione che interessa le mucose della vagina.

Principali cause della candida

Esistono differenti fattori in grado di scatenare la candida, inclusa una dieta ricca di zuccheri, carboidrati lavorati e alcol: tutti elementi che contribuiscono alla crescita eccessiva dei lieviti nel nostro organismo. Ecco altri quattro potenziali motivi di sviluppo della candida.

Antibiotici ad ampio spettro

Spesso, gli antibiotici sono l’unico sistema in grado di sconfiggere gli agenti patogeni responsabili di una brutta infezione. Il vero problema è che gli antibiotici (e soprattutto il loro abuso) non si limitano ad uccidere solo i batteri cattivi, ma anche quelli che sono benefici per la nostra salute.

Questi ultimi, sono i responsabili della digestione e mantengono la candida sotto controllo. Un uso frequente di antibiotici renderà l’organismo un vero a proprio allevamento di funghi dannosi.

Uso orale di corticosteroidi

Gli individui che trattano l’asma con inalatori a base di corticosteroidi hanno maggiore probabilità di sviluppare la candida. Soprattutto nella zona delle bocca. È bene quindi risciacquare il cavo orale con della semplice acqua dopo ogni applicazione dello spray.

Diabete

Nei pazienti affetti da diabete di tipo 1 e 2, il livello di zucchero nelle mucose è maggiore che negli individui che non presentano la patologia. La candida è un tipo di lievito ed essi si nutrono proprio di zucchero per sopravvivere. Appare quindi facile capire come il diabete possa costituire un fattore di rischio nella comparsa dell’infezione.

Sistema immunitario debole

Avere un sistema immunitario debole aumenta notevolmente le probabilità di infezione da candida. I soggetti più a rischio sono: anziani, bambini e pazienti affetti da malattie autoimmuni.

Come trattare la candida

Mantenere la pelle pulita e asciutta

Quando le condizioni sono favorevoli, i lieviti responsabili della candida possono proliferare in modo incontrollato. Il miglior modo per fermare la loro crescita è mantenere la pelle della zona interessata pulita e asciutta. Evitando la formazione di graffi o ferite.

Praticare una buona igiene e prendersi cura di ogni possibile lesione è il primo passo per prevenire le infezioni. Assicuratevi di lavare la zona genitale quotidianamente con del sapone, praticando movimenti che vanno dalla vagina all’ano e mai viceversa. La candida è sessualmente trasmissibile, è importante quindi prendere sempre le giuste precauzioni prima di un rapporto sessuale.

Indossare biancheria pulita

La biancheria da indossare deve essere sempre pulita e, preferibilmente, di cotone. Esso infatti permette una giusta traspirazione dei genitali e aiuta a tenerne sotto controllo il livello di umidità. Attenzione anche agli indumenti bagnati e sudati: evitate di indossarne oppure cercare di tenerli addosso il minimo indispensabile.

Rinforzare il sistema immunitario

Una dieta in grado di rinforzare il sistema immunitario aiuta a ridurre notevolmente il rischio di contrarre infezioni. Gli integratori di probiotici sono funzionali nel combattere gli agenti patogeni che danneggiano il nostro organismo.

I cibi fermentati – come gli yogurt – ne contengono molti e aiutano a mantenere in salute l’intestino, migliorando il lavoro del sistema immunitario e combattendo i batteri dannosi. Valido aiuto è anche l’acido caprilico.

Escludere eventuali allergie

A volte, allergie a lattice, saponi, tamponi, oli o spermicidi possono causare infezioni da candida. I prodotti chimici tendono ad irritare dei genitali già delicati e possono avere un impatto negativo sull’equilibrio dei batteri della vagina.

Se notate irritazioni e infezioni in seguito all’utilizzo di prodotti nuovi, provate a sostituirli con altri più naturali. Attenzione inoltre ai prodotti contenenti fragranze: possono infatti irritare la zona genitale.

Aiutarsi con ingredienti naturali e oli essenziali

Alcuni ingredienti naturali e facilmente reperibili hanno un’azione benefica nel trattamento della candida. L’aceto di mele aiuta a ripristinare il pH, mentre il sambuco regolarizza il livello degli ormoni.

L’acido borico, invece, è un’alternativa sicura ai trattamenti medici ricorrenti in caso di infezione. Gli antiossidanti, inclusa la vitamina C, sono efficaci nel rinforzare il sistema immunitario.

L’olio di cocco combatte efficacemente la candida grazie alle sue proprietà antimicrobiche; la sua combinazione di acido laurico e acido caprilico uccide la maggior parte dei lieviti in eccesso. Può essere ingerito o applicato direttamente sulla zona interessata.

L’olio di chiodi di garofano, origano e mirra combatte funghi e batteri responsabili della candida, mentre l’olio di lavanda inibisce la loro crescita e previene la formazione dell’infezione.

Un buon trattamento può essere preparato miscelando due gocce di olio di chiodi di garofano o lavanda con dell’olio di cocco; aggiungete la soluzione alla vostra routine di igiene quotidiana per contrastare la candida. Poiché questo oli sono molto potenti, è consigliabile non effettuare l’operazione per più di dieci giorni.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato. Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!