Dimagrire con la dieta no stress di Barbara D’Urso

95

La dieta no stress, come indica il nome stesso, mira alla perdita di peso o al mantenimento del peso forma evitando qualsiasi forma di stress all’organismo, prediligendo vegetali crudi e cotti, ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Questa dieta, seguita da Claudia, all’interno del programma Pomeriggio Cinque di Barbara D’Urso, le ha permesso di perdere ben 3 Kg, partendo da un peso iniziale di 88 Kg.

L’idea base della dieta è dunque quella di preferire cibi che aiutano a diminuire i livelli di cortisolo, responsabile dello stress, ed aumentare i livelli di serotonina, l’ormone che ci fa sentire forti, felici ed ottimisti.

I livelli di cortisolo aumentano se si introducono troppi zuccheri nel sangue, quindi occorre tenere sotto controllo il consumo di carboidrati, sopratuttto quelli semplici contenuti nei dolci, poiché vengono assorbiti immediatamente nel sangue. Per rallentare invece l’assorbimento del glucosio è preferibile consumare cereali integrali.

La dieta no stress dunque elimina del tutto la pasta, preferendo il consumo di pane di segale (una volta al giorno), riso, orzo e farro (tutti i giorni) e frutta, che contiene una bassa percentuale di zuccheri. Via libera a insalate di farro, orzo e riso, insalate a base di verdura e pesce, zuppe e minestroni. Il pranzo (e tavolta anche la cena) è costituito da un piatto unico, un’iniezione di energia a base di cereali – possibilmente integrali – e verdura cruda o cotta (zucchine, asparagi, spinaci, porri, sedano, zenzero, cavoli, radicchio).

La cena è a base di carne (preferibilmente pollo, tacchino, agnello) o pesce (2 volte a settimana), sempre accompagnati da una porzione di verdura. Lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio è a base di frutta: 200 grammi di pere, mele, more o fragole consentono di aumentare il senso di sazietà permettendo di arrivare al pranzo o alla cena senza attacchi di fame o cali di zuccheri.

Durante il programma sono state presentate anche la Dieta dell’Uva e la Dieta dell’ombelico

Alcuni cibi anti stress presenti nella dieta sono:

mandorle: contengono vitamina B ed E, in grado di potenziare il sistema immunitario

spinaci, da consumare 2-3 volte a settimana. Importatissimi per il loro apporto di magnesio

arance: contengono vitamina C, che potenzia il sistema immunitario

avocado e banane: ricchi di potassio per ridurre l’ipertensione

Un esempio di dieta no stress prevede:

Colazione: un frutto,  un vasetto di  yogurt magro o intero, un pugno di fiocchi di cereali, una tazzina di caffè o tè senza zucchero

Spuntino: un avocado

Pranzo: Insalata di farro e cavoli (preparata con 100 g di manzo cotto a vapore, 100 g di sedano, 50 g di cavolini di Bruxelles cotti a vapore, 20 g di semi di girasole, qualche foglia di lattuga), il tutto condito con uno dei 4 cucchiaini d’olio permessi al giorno, 200 g di verdura cruda di stagione condita con il secondo dei 4 cucchiaini d’olio.

Merenda: una o due pesche

Cena: Insalata mista (con 100 g di radicchio ridotto a striscioline, ravanelli affettati finemente, 50 g di soncino, un trancio di pesce spada da 150 g cotto alla griglia) condita con uno dei 4 cucchiaini d’olio extravergine d’oliva concessi ogni giorno e infine 40 g di pane di segale (88 cal).