Sai cosa sono i Fiori australiani?

308
fiori_australiani

I Fiori australiani, conosciuti come Australian Bush Flowers, sono rimedi appartenenti alla floriterapia. Questi fiori unici al mondo si propongono di mitigare e rimediare ai malesseri emotivi, ritrovando l’equilibrio di mente, corpo e spirito.

La parola Bush in slang australiano ha il significato di “cespuglio”. Questo termine rimanda alla parte più selvaggia del continente australiano, dove nascono appunto questi fiori particolarissimi, il cui uso risale alle tradizioni aborigene.

L‘Australia presenta delle enormi differenze tra un territorio e un altro, e ogni fiore possiede caratteristiche differenti in base al territorio in cui sboccia.

Possiamo trovarli in molti modi. L’essenza ricavata da questi fiori può essere ingerita, applicata sul corpo sotto forma di pomata o diffusa negli ambienti come spray.

A differenza dei fiori di Bach, i fiori australiani rappresentano un rimedio vibrazionale, più forte, e non omeopatico.

Autore della scoperta di questi rimedi fu Ian White, naturopata e biologo conosciuto in tutto il mondo. Lui è stato l’ideatore e lo scopritore di ben 69 fiori australiani, ognuno dei quali utile a permettere a chi sta vivendo un momento difficile di ritrovare l’armonia e la serenità.

Non sembrano esserci testimonianze scientifiche sull’efficacia di questi rimedi. Ma sono molti coloro che si rivolgono alle proprietà benefiche di questi fiori affermando che funzionano.

I fiori australiani vengono prelevati in un modo particolare. Al momento della raccolta, chi li raccoglie evita il diretto contatto tra mano e fiore, come per mantenerne la purezza.

I fiori raccolti vengono immersi nell’acqua e lasciati alla luce del sole. In questo modo i raggi solari permettono la diffusione corretta delle essenze.

Inoltre, le essenze vengono diluite in soluzione idroalcolica e rese idonee alla vendita.

Un’altra particolarità di questi rimedi è che li possiamo trovare in soluzioni già combinate (utili a evitare “confusione vibrazionale“) facilitando così la scelta del rimedio.

Elenco dei fiori australiani

Vi proponiamo alcuni dei fiori australiani più comuni e che sono contenuti nelle combinazioni più importanti: Stress Stop ed Emergency.

Little Flannel Flower

Il primo fiore di cui vogliamo parlarvi è il Little Flannel Flower. Questo piccolissimo fiore bianco cresce nelle zone della città di Sydney.

Al momento della sua fioritura, questa piccola piantina porta a moltissimi benefici ma soprattutto svolge un’azione importante per la nostra sfera emozionale.

Secondo White, il Little Flannel Flower aiuterebbe a riprendere familiarità con la propria spensieratezza e a ritrovare il bambino che è in noi.

Crowea

Piantina sempreverde, la Crowea è uno dei fiori australiani più celebri. È il fiore guaritore dell’ansia.

Produce un effetto rilassante per coloro che soffrono di ansia “anticipatoria”, cioè per coloro che soffrono di qualcosa che procura ansia, ma che ancora deve avvenire o che forse non accadrà mai… Come l’ansia per il futuro.

Black Eyed Susan

Il Black Eyed Susan è indicato per chi soffre di uno stress frenetico. Spesso si corre dalla mattina alla sera senza riuscire a trovare tempo per se stessi.

Questo fiore aiuta proprio in questo: a percepire meno la vita frenetica e ritrovare spazio per sé.

Grey Spider Flower

Questo fiore australiano spiega il potente nesso che c’è tra la forma del fiore e il rimedio che offre. Già utilizzato in antichità dalle popolazioni aborigene, il Grey Spider Flower assomiglia a un ragno piccolo e peloso (da qui il nome del fiore).

Il rimedio che questo fiore offre si riferisce a momenti vissuti di forte paura che ancora oggi possono condizionare la nostra vita quotidiana. La paura dell’aereo, per esempio, può essere alleviata dal Grey Spider Flower.

Non a caso, ha la forma di un animale che spesso incute molta paura: il ragno (basti pensare all’aracnofobia, paura dei ragni).

Boab

Le storie, a volta anche complesse, di questi fiori ci riportano alle antiche tradizioni della cultura aborigena. È il caso del fiore Boab, che ha una storia davvero unica.

In antichità, il Boab era un fiore molto utilizzato dalle donne aborigene australiane in gravidanza.

Pochi momenti prima del parto, le donne scavavano un’enorme buca che veniva riempita di questo fiore, per permettere alla donna di partorire su questa “culla” fatta di Boab.

La ragione di questo evento tradizionale è molto importante: quando il bambino arrivava al mondo, andando in contatto con questa pianta e con le sue proprietà benefiche, si lasciava alle spalle le sensazioni negative trasmesse dalla madre durante i nove mesi di gravidanza.

Ad oggi, il Boab viene utilizzato per eliminare quei bagagli emotivi familiari che spesso ci fanno soffrire o non ci fanno essere noi stessi.

Waratah e Bush Gardenia

Il Waratah è fiore unico nel suo genere. È caratterizzato da un colore rosso fuoco bellissimo e ha una forma unica. La sua utilità è altrettanto affascinante: è utile per aiutarci a ritrovare la forza di andare avanti e combattere i momenti di difficoltà.

Un altro fiore un po’ speciale è il Bush Gardenia. Questo fiore è particolarmente indicato in intimità. Dal colore bianco candido, aiuta a riaccendere la passione della coppia e a mantenere viva la fiamma della propria relazione, dando quella nota più sensuale.

Controindicazioni

Gli Australian Bush Flowers non presentano particolari controindicazioni, salvo i casi di allergie a una o più componenti elencate.

Si consiglia di consultare uno specialista per la corretta posologia o combinazione. Consultare il medico in caso di gravidanza e allattamento.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.