Ho sempre sonno!

179
ho sempre sonno

Avere sempre sonno può essere un sintomo da non sottovalutare. A volte capitano quelle giornate o addirittura periodi in cui si ha sempre una sensazione di sonnolenza, risulta difficile alzarsi al mattino con l’energia giusta per affrontare la giornata, si è sempre assonnati e si accusa stanchezza e debolezza.

I sintomi dell’ipersonnia spesso non vengono trattati con la giusta attenzione e non si fa nulla per rimediare, pensando sia una cosa da niente.

In realtà dobbiamo sapere che il sonno è importante per la nostra salute e in generale per il benessere psico-fisico, per cui avere sempre sonno è un sintomo di un problema che va risolto e non va affatto sottovalutato.

Ecco quali sono le possibili cause quando si ha sempre sonno e alcuni consigli utili per rimediare.

Perché si ha sempre sonno?

Avere sempre sonno non fa affatto bene alla salute. Essere sempre assonnati anche dopo aver dormito regolarmente può essere un campanello d’allarme che ci avverte che qualcosa non va nella nostra quotidianità.

I disturbi del sonno, come l’ipersonnia che ci fa avvertire costantemente stanchezza e voglia di dormire durante la giornata è forse sintomo che il nostro modo di mangiare e in generale il nostro stile di vita non fa bene al nostro organismo, o in casi peggiori può indicare problemi di salute più seri.

Ecco quali possono essere alcune delle cause più comuni quando si ha sempre voglia e necessità di dormire durante tutte le ore della giornata:

  • dormire poco e male: per cui durante la giornata si avverte necessariamente il bisogno di recuperare le ore di sonno perse.
  • alimentazione scorretta: mangiare poco e soprattutto male può causare la sensazione di avere sempre sonno e di essere stanchi.
  • assunzione eccessiva di alcolici: bere un’elevata quantità di alcool prima di dormire può far dormire poco e male e ci si sente stanchi al risveglio e assonnati durante la giornata.
  • una vita sedentaria senza attività fisica: fare una corretta o anche un minimo di attività fisica aiuta a conciliare il sonno a fine giornata e a sentirsi attivi il giorno dopo.
  • eccessiva attività fisica: un allenamento troppo intenso e stressante può alterare il sonno e causare stanchezza durante le giornate.
  • disidratazione: causa affaticamento e stanchezza e quindi sonnolenza perché il cuore deve pompare di più per fare arrivare il sangue.
  • ipotiroidismo
  • non sapere di essere celiaci: quando non si è consapevoli di essere celiaci, digerire il glutine risulta difficile e causa affaticamento, stanchezza e sonnolenza.
  • non sapere di avere il diabete:  continuare ad assumere cibi e sostanze che non fanno bene all’organismo provoca stanchezza e sonnolenza.
  • carenza di ferro
  • assumere troppi o sbagliati medicinali: l’assunzione scorretta di medicinali può alterare il sonno e provocare debolezza e sonnolenza.
  • astenia
  • stile di vita eccessivamente stressante
  • depressione
  • insonnia

Come contrastare la sonnolenza?

L’ipersonnia, ossia l’avere sempre sonno durante il giorno come abbiamo visto può essere il sintomo scontato di una scarsa qualità e quantità di sonno corretto oppure può essere sintomo di altre patologie o di uno stile di vita sbagliato

L’ipersonnia si può manifestare in diversi modi: stanchezza costante, sensazione di debolezza, sonnolenza in tutte le ore del giorno. Ma fortunatamente esistono anche diversi rimedi, soprattutto rimedi naturali per curarla. Ecco alcuni consigli:

Integratori alimentari o bevande energetiche:

È possibile assumere alcuni integratori alimentari o bevande energetiche che contengono sostanze eccitanti ad azione stimolante ideali per contrastare la sensazione di continua sonnolenza o di stanchezza. Tra le sostanze vegetali di questi integratori o bevande energetiche non possono mancare:

Genziana Lutea:

In caso di sonnolenza dovuta ad appesantimento dell’apparato gastro-intestinale un possibile rimedio è rappresentato dalla Genziana Lutea.

È una pianta che cresce sui rilievi alpini ed è spesso utilizzata nella preparazione di liquori per il suo gusto amaro, essa agisce sulla produzione di succhi gastrici e facilita la digestione.

È un efficace tonico del sistema nervoso centrale, contrasta la stanchezza e favorisce il recupero delle energie e della brillantezza mentale.

Si consiglia l’assunzione della Genziana Lutea in Tintura Madre, anche come energizzante, sciogliendone circa 80 gocce nell’acqua di un bagno tiepido. Oppure assumere normalmente la Genziana Lutea in tintura madre: 30 gocce 2 volte al giorno.

La Genziana Lutea è controindicata in caso di: ipertensione, gastrite, ulcera gastroduodenale, ernia.

Cambiare il proprio stile di vita:

Avere uno stile di vita equilibrato è il modo migliore per contrastare i segni di sonnolenza, stanchezza e debolezza che spesso si avvertono a causa di uno stile di vita scorretto che affatica il nostro organismo e compromette il nostro benessere psico-fisico.

È importante per conciliare il sonno ed evitare la sonnolenza durante le ore diurne:

  • cercare di andare a dormire più o meno sempre alla stessa ora.
  • dormire bene per almeno 7 ore continue.
  • evitare di stare svegli e stressarsi nelle ore notturne.
  • fare regolare attività fisica, ideale per scaricare stress e per conciliare il sonno.
  • evitare uno stile di vita sedentario, cercando di essere attivi durante il giorno.
  • non assumere farmaci inutili e in modo scorretto, che compromettono il sonno.
  • prima di dormire distrarsi dalle preoccupazioni e dallo stress della giornata, rilassandosi leggendo un libro o guardando un film o concedendosi un bagno rilassante.

Alimentazione sana:

L’alimentazione è importantissima per la salute sia fisica che mentale. Ciò che ci dà energia durante la giornata è il cibo, con le sue sostanze e principi attivi e nutrienti fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Ma è necessario assumere il cibo in modo sano e corretto.

Mangiare poco o in modo eccessivo, e soprattutto mangiare male, è uno dei motivi per cui si può avere la sensazione di debolezza e la voglia costante di dormire durante il giorno.

Per cui è importante per conciliare il sonno e ridurre l’ipersonnia o disturbi del sonno, seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, ricca di fibre, vitamine, poterne, ferro e altre sostanze necessarie per l’organismo.

Bisogna invece evitare di assumere cibi troppo grassi, fritti, e limitare il consumo di bevande alcoliche. Inoltre si deve evitare di fare diete drastiche e andare incontro a carenze di vitamine, ferro e altri principi nutritivi importanti.

Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.