3 Metodi della Nonna per non avere lenzuola stropicciate in lavatrice

462
come-non-far-stropicciare-lenzuola

Possiamo dire che il cambio settimanale delle lenzuola ha un aspetto positivo e uno “negativo”. Da un lato, c’è quella piacevole sensazione di dormire in un letto fresco e pulito. D’altra parte, la noia di lavare, stendere o addirittura stirare le lenzuola, che fa perdere tempo, e anche la voglia!

Menomale che hanno inventato la lavatrice“, penseremo. Ma a furia di lavare e centrifugare, te le ritrovi così stropicciate da essere costretto ad accendere il ferro da stiro.

In realtà, ci sono alcuni metodi della Nonna che ci aiutano ad averle il meno stropicciate possibile, vediamo insieme quali sono!

Tecnica del nodo

Avete mai sentito parlare della tecnica del nodo? Può sembrare una cosa complicata, in realtà è un metodo antico che le nostre nonne hanno sempre fatto da quando hanno inventato la lavatrice.

Ma in cosa consiste esattamente? Per evitare che le lenzuola possano appallottolarsi in lavatrice, va eseguito un nodo, più o meno al centro del lenzuolo.

Se si tratta di lenzuola singole, ovviamente sarà più semplice e veloce eseguire il nodo. L’importante è che più o meno lo poniamo al centro di tutto il tessuto.

Poi non ci resta che mettere le lenzuola in lavatrice e avviare il solito lavaggio. Si consiglia in genere di non caricare eccessivamente la lavatrice.

Lenzuolo piegato

C’è un altro modo per non far stropicciare le lenzuola in lavatrice. Ma in questo caso sarebbe meglio utilizzarlo quando non si cono macchie ostinate sul tessuto.

Il metodo della nonna consiste nel piegare il lenzuolo, come se dovessimo riporlo in armadio o nell’apposita cassettiera. Può sembrare strano, ma se le lenzuola non sono macchiate, l’acqua utilizzata dalla lavatrice ci permetterà di lavarlo senza rischiare che parti del tessuto non possa essere raggiunte.

Non manca chi è solito stenderlo quasi completamente piegato, ma sarebbe meglio distenderlo almeno a metà per farlo asciugare ed evitare ogni tipo di muffa. Questo consiglio vale soprattutto per chi non ha la possibilità di stenderli completamente al sole, ma deve servirsi di uno stendibiancheria da balcone.

Ammorbidente naturale

Un buon ammorbidente naturale è un valido aiuto per non avere lenzuola stropicciate in lavatrice. Le nostre nonne hanno sempre usato l’aceto come alternativa naturale ed economica.

Non solo elimina i cattivi odori, ma sbianca in modo naturale e in più evitiamo che si possano formare le classiche “arricciature” delle lenzuola. Di solito possiamo utilizzare circa 100ml di aceto nello scomparto dell’ammorbidente.

Ma se vogliamo un’alternativa più ecologica e altrettanto naturale, sciogliamo 150 grammi di acido citrico in un litro d’acqua tiepida. Anche così avremo ottenuto un ammorbidente naturale. La dose ideale per il lavaggio in lavatrice? Come per l’aceto, 100ml nello scomparto apposito.

Altri consigli utili

Infine, vediamo insieme altri consigli utili per evitare le lenzuola stropicciate in lavatrice:

  • Mai troppi giri di centrifuga, ma per un semplice motivo, più è forte la centrifuga, più il lenzuolo nel movimento rotatorio tenderà ad appallottolarsi. Teniamoci sempre sui 600, massimo 800 giri.
  • Temperature giuste: per una questione di igiene, se le lenzuola sono in cotone va anche bene utilizzare temperature più alte. Ma ciò significa che sarà molto più probabile trovare delle pieghe sulle lenzuola.
  • Lenzuola ben bagnate. Se diminuiamo i giri di centrifuga, di conseguenza le lenzuola saranno più bagnate. Il loro peso le farà distendere al meglio e saranno anche senza tende, un po’ come accade per le tende, per intenderci.

Come avere un bucato perfetto

Ecco per voi altri consigli su come avere un bucato perfetto:

Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.