Malva contro il mal di gola

4.236 views
malva

Avete mai provato la sensazione della gola che “pizzica”? Fastidi e bruciori? Provate con i rimedi naturali con la malva! La malva è un potente alleato contro i fastidi alla gola e contro i disturbi del cavo orale.

La malva è una pianta che offre numerose proprietà terapeutiche. Fiorisce tra gennaio e aprile e raggiunge il suo apice dopo la stagione delle piogge perché esse rendono le sue foglie morbide e dal sapore più intenso.

Questa pianta è da secoli considerata una medicina alternativa molto efficace nel trattare un’ampia varietà di disturbi. È ricca, infatti, di proteine, ferro, minerali e vitamine B, A e C.

Contiene poi polifenoli, tannini e flavonoidi: sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi. Scopriamo insieme quali sono tutti benefici della malva e come godere delle sue proprietà in modo facile.

Cos’è la malva

La malva è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Malvaceae. Cresce spontaneamente nei prati e nelle zone incolte di pianura, spesso la troviamo anche in orti e giardini. Fin dall’antichità vengono riconosciute a questa pianta spontanea proprietà benefiche per la cura di diverse patologie (il suo nome deriva dal greco “malachèche significa “rendere morbido o ammorbidire”) come:

  • allevia le infiammazioni delle mucose
  • contro gli arrossamenti oculari
  • come pediluvio
  • come lassativo contro la stipsi (viene usato anche in gravidanza, nei bambini e anziani)
  • come digestivo dopo i pasti
  • come impacco lenitivo in caso di problemi della cute (orzaiolo, dermatite atopica e scottature solari)

Della malva vengono utilizzati i fiori (di colore lilla) e le foglie per la preparazione di decotti e infusi che successivamente verranno impiegati come rimedi naturali contro infiammazioni e problematiche varie viste precedentemente. La malva è possibile coltivarla oppure trovarla in tutti i negozi di prodotti naturali e in erboristeria.

La malva viene anche usata (esclusivamente fresca e quindi raccolta dopo la coltivazione) in cucina e per la preparazione di piatti e bevande. Viene usata nei risotti, negli infusi e come condimento leggero in varie pietanze. Qui ci occuperemo soprattutto di una particolare proprietà della malva: rimedio naturale contro il mal di gola.

Proprietà e benefici

La malva ha un potente effetto calmante contro il mal di gola e tutte le infiammazioni che interessano il cavo orale grazie ai suoi principi. La malva è infatti ricca di:

  • calcio
  • potassio
  • vitamina A, B1, C ed E
  • tannini
  • mucillagini
  • flavonoidi
  • olio (betacarotene) usato per la cura di alcune malattie

Grazie a questi principi la malva ha un effetto calmante, lenitivo, antiossidante e antinfiammatorio contro il mal di gola e contro bruciori di stomaco, gastriti e sintomi da colon irritabile. Ecco tutte le sue proprietà benefiche:

  • antinfiammatoria
  • cicatrizzante
  • sedativa
  • emolliente e lenitiva
  • lassative
  • depuranti e disinfettante

La malva, inoltre, viene impiegata per la preparazione di integratori alimentari utili al funzionamento dell’intestino. Questi integratori sono facilmente reperibili in erboristeria. Vediamo ora come usare la malva soprattutto per avere sollievo contro i fastidi della gola dovuti in particolare al cambiamento climatico (tipico della stagione fredda).

Gli usi della malva contro il mal di gola

La malva contiene polisaccaridi con proprietà antivirali e antisettiche che aiutano a trattare i disturbi respiratori. I principi attivi presenti all’interno della pianta consentono l’eliminazione dei muchi in eccesso dalla gola, hanno un effetto calmante e coadiuvano nel trattamento di bronchite, asma e altri disturbi dell’apparato respiratorio.

In virtù di queste sue caratteristiche, sempre più case farmaceutiche stanno scegliendo di aggiungere la malva alla preparazione dei farmaci tradizionali contro la tosse grassa e secca.

Infuso di malva

Per godere di tutti i benefici di questa straordinaria pianta, provate questo semplice infuso. Procedete procurandovi delle foglie e dei fiori di malva in erboristeria. Lavateli accuratamente e fateli lessare in una pentola piena d’acqua per circa 10 minuti.

Terminata la cottura, spegnete la fiamma e lasciare la pianta in infusione per 30 minuti. A questo punto, filtrate il liquido e godetevi la vostra bevanda salutare. La soluzione così preparata può anche essere applicata localmente sulla pelle per ridurre le irritazioni o per un trattamento anti-età casalingo.

Provate anche voi i benefici della malva, incorporandola nella dieta o usandola come elisir di bellezza per preparare impacchi e tisane. Scoprirete un ingrediente nutriente, sano e ricco di proprietà medicinali, capace di curare in modo naturale numerosi e comuni disturbi.

Gargarismi con la malva

Per i gargarismi (uso esterno della malva) invece prendete:

  • 5 g di malva
  • 100 g acqua fredda

Questo decotto è semplice da preparare basta versare i 5 g di malva nell’acqua fredda portata ad ebollizione e fare dei gargarismi quotidiani per almeno qualche giorno. I risultati arriveranno dopo breve e la vostra gola troverà subito sollievo. Il decotto alla malva per i gargarismi deve essere sempre fresco, quindi va preparato e “consumato” al momento. Il decotto freddo è impiegato anche come lavanda vaginale in caso di infezioni nelle zone intime.

Rende sana la pelle

Le componenti antinfiammatorie che ci sono all’interno della malva sono ottime per porre rimedio a molti disturbi della pelle. La pianta viene infatti utilizzata per lenire eruzioni cutanee, ferite, ustioni, punture di insetto ed eczemi, poiché i polisaccaridi che contiene sono anche leggermente anestetici.

Chi ha la pelle secca o irritata può ricevere sollievo nell’applicare un infuso di malva: in questo modo, la zona interessata si ammorbidirà e si idraterà in modo naturale. La malva è poi in grado di ridurre gonfiori, rossori e formicolii.

Protegge le gengive

Le foglie di malva contengono delle sostanze antibatteriche e antinfiammatorie che proteggono le gengive e la cavità orale da patologie e infezioni. I polifenoli che ci sono nella pianta riducono lo sviluppo di placca batterica.

Coloro che soffrono di gengive infiammate sanno bene quanto la placca può comportare fastidio e diventare così ricorrente da influenzare anche la qualità della vita. Utilizzare del tè alla malva come collutorio può essere una facile soluzione naturale per dire addio alle gengive doloranti e prendersi cura del cavo orale.

Allevia la stitichezza e l’irritabilità intestinale

Grazie alle mucillagini ed altre principi attivi la malva è un rimedio naturale con azione lenitiva ed antinfiammatoria utilizzato tradizionalmente in casi di bruciore di stomaco, un fastidio che viene attenuato sia dall’azione rilassante della malva che dall’azione specifica delle mucillagini che, combinate con l’acqua, creano una sorta di pellicola alle pareti dello stomaco che lo protegge dagli acidi gastrici. Una tisana calda da bere mezz’ora prima dei pasti o una bevanda con macerazione a freddo di fiori e foglie della pianta da sorseggiare durante la giornata

Le mucillagini polisaccaridi della malva inducono rilassamento e lubrificazione delle pareti intestinali e aiutano ad assorbire meglio il cibo. Queste sostanze consentono anche di ridurre l’acidità gastrica responsabile di malessere e disagio allo stomaco.

Consumare la pianta sotto forma di infuso dona sollievo alle persone che soffrono di stitichezza e crampi intestinali. La malva è considerata anche una pianta lassativa e viene utilizzata in una grande varietà di integratori alimentari allo scopo di calmare l’apparato digerente irritato.

Possiede proprietà anti-age

I trattamenti di bellezza a base di malva sono efficaci per contrastare l’invecchiamento precoce della pelle. Per questo motivo si stanno sempre più diffondendo prodotti cosmetici che contengono al loro interno gli estratti della pianta.

La malva aiuta a combattere i radicali liberi che sono responsabili del decadimento cellulare e, di conseguenza, anche della comparsa delle rughe. Nella malva è poi presente la vitamina A, una sostanza che dona alla pelle un aspetto più radioso e giovane. Questa pianta è anche indicata per la cura della chioma e viene consigliata soprattutto a chi ha capelli fragili e sottili.

Igiene intima

La malva è molto utilizzata anche per fare delle lavande vaginali in caso di infiammazioni alle parti intime.

Tratta l’insonnia

Alcune componenti della malva hanno proprietà anestetiche e anti-stress che aiutano a calmare il sistema nervoso e ad indurre una sensazione di pace e relax.

Uno studio scientifico del 2013 ha poi dimostrato l’efficacia dell’estratto di malva nel trattamento dei disturbi del sonno. Bere una tisana a base di malva prima di andare a letto può fare la differenza per le persone che hanno difficoltà ad addormentarsi.

Controindicazioni

La malva è un’ottima alternativa naturale per alleviare i sintomi della gola infiammata. Va presa nelle dosi giuste per evitare importanti effetti collaterali. L’importante è che non si faccia un abuso di infusi e decotti alla malva. Un uso consapevole e mirato a brevi periodi di trattamento è la soluzione ideale anche per vederne i maggiori benefici.

Prima di assumerla o peggio di fare cose fai da te, consigliarsi con il medico o con l’erborista.

L’uso della malva è sconsigliato in soggetti intolleranti o allergici alla pianta o ad uno o più dei suoi principi costituenti: malvina e malvidina. E’ sempre opportuno, per patologie particolari, rivolgersi al proprio medico curante!